Alanis Morissette stuprata a 15 anni: “Non sono mai stata ascoltata”

Condividi articolo tramite:

La reazione che va di moda oggi sui social si palesa anche a questo giro: Alanis Morissette, stuprata a 15 anni, parla solo dopo 30 anni. Falso, perché la cantautrice di Ironic lamenta proprio l’incapacità che i suoi interlocutori ebbero in quel tempo di ascoltare e capire il suo problema.

Alanis Morissette stuprata a 15 anni

Alanis Morissette è protagonista di un documentario di HBO dal titolo Jagged, in lizza per il Toronto International Film Festival 2021. Per la prima volta la cantautrice rende pubblico il suo dramma, e lo fa nel docufilm diretto da Alison Klayman che sarà trasmesso in anteprima oggi, 13 settembre.

Nel racconto straziante di Alanis Morissette c’è il disinteresse delle persone alle quali riferì per la prima volta quegli episodi. Una serie di eventi che, riferisce Alanis, l’hanno costretta ad entrare in terapia e ad intraprendere un percorso che le ha fatto trovare la giusta consapevolezza per ammettere che quelle furono violenze. Ecco il suo racconto:

“Mi ci sono voluti anni di terapia anche solo per ammettere che c’era stato qualche tipo di vittimizzazione da parte mia. Dicevo sempre che ero consenziente, ma poi mi veniva ricordato: ‘Ehi, avevi 15 anni, non sei consenziente a 15 anni’. Ora penso: ‘Oh sì, sono tutti pedofili. È uno stupro di minore. Molte persone dicono: ‘Perché quella donna ha aspettato 30 anni?’ Io dico ‘vaffanc*lo’. Non hanno aspettato 30 anni. Nessuno le ascoltava oppure la loro vita era minacciata o era minacciata la loro famiglia. Tutta la cosa del ‘perché le donne aspettano?’… le donne non aspettano. La nostra cultura non ascolta”.

Nel suo intervento la cantautrice non rivela il nome dei suoi aggressori.

Leggi Anche |  La figuraccia di Elettra Lamborghini con Alessandra Amoroso non passa inosservata

Jagged

Secondo il Washington Post, Alanis Morissette è tuttavia poco soddisfatta del documentario Jagged di Alison Klayman, per questo ha scelto di non presenziare durante la premiere. La diatriba ha di nuovo sollevato il problema del rapporto tra i personaggi pubblici e gli autori di film e documentari, che troppo spesso agiscono per indipendenza giornalistica senza consultare la fonte.

Il Washington Post ricorda che l’età del consenso, in Canada, corrisponde ai 16 anni quindi Alanis Morissette non sarebbe stata consenziente durante i tragici episodi. Secondo il suo racconto, inoltre, ad abusare di lei sarebbero stati più uomini.

La confessione di Alanis Morissette, stuprata a 15 anni, accende un nuovo riflettore sulle verità che negli ultimi anni stanno venendo fuori da tanti artisti che combattono i loro demoni raccontando le tragiche esperienze vissute quando erano ancora giovanissimi.

Leggi Anche |  Fedez in tribunale dopo la denuncia di Chiara Giannini: udienza rinviata per impegni con Sanremo

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi Anche |  La regola dell’amico di Max Pezzali a Verissimo: “L’ho inventata per poi violarla”

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite:
Enable referrer and click cookie to search for pro webber