Altopack, il packaging automatico di Lucca per la pasta in Angola



Altopack, giovane Pmi toscana leader nella produzione e progettazione dei sistemi automatici di packaging, esporta macchinari per il confezionamento della pasta in Angola e in Mozambico. Lo fa grazie al supporto di Sace e di Simest che ha coperto i rischi di produzione e di credito con 650 mila euro per ciascuna operazione. I contratti sono stati stipulati da Altopack con Webcor, gruppo svizzero attivo nel commercio e nella distribuzione di prodotti agricoli, zucchero, pasta, riso, farina e cibi congelati. Con gli impianti «chiavi in mano» di Altopack, il sito di Webcor in Angola potrà impacchettare circa 120 pezzi al minuto di pasta lunga e corta, 4 mila chili di pasta all’ora.

I cyborg umanoidi
I cyborg umanoidi

Fondata nel 1999 a Lucca, Altopack è una delle aziende italiane più tecnologiche e innovative nella progettazione e realizzazione di sistemi automatici per il packaging. Nel 2018 ha aperto una filiale nel cuore della packaging valley a Borgo Panigale, e nel 2019 ha acquisito Gammapack, estendendo la propria offerta all’ambito del confezionamento in astuccio. Nel 2021 ha lanciato Cyborg Line per sviluppare robot umanoidi per il confezionamento. Oggi fattura circa 20 milioni, ha 40 brevetti internazionali e marchi, più di 40 collaboratori, oltre 2.400 macchine installate in 50 Paesi, genera oltre il 60% dei propri ricavi all’estero, soprattutto in Asia e in Africa. «Sono mercati strategici per la pasta — spiega il Cfo di Altopack, Matteo Piras — che rappresenta il fiore all’occhiello del made in Italy agroalimentare per Paesi ricchi come gli Stati Uniti e la Francia, dove si mangia pasta perché fa bene alla salute ed è chic, ma è il mezzo più economico per riempirsi la pancia in vastissime aree di Asia, Americhe e Africa. Da qui nasce la necessità di impianti moderni ed efficienti in Paesi come Angola e Mozambico». Altopack, spiega Piras, è concentrata su nicchie come il riso, la pasta e il cous cous. «Siamo nati da poco e in un mondo di colossi, per questo abbiamo dovuto fin da subito puntare su alta tecnologia e performance eccellenti: così ci siamo conquistati il nostro spazio a livello mondiale». Il comparto del packaging, dove Italia e Germania si contendono il primato, è oggi messo a dura prova dal rincaro delle materie prime, ma Piras è ottimista sulla crescita di Altopack: «Il futuro a breve è di difficilissima interpretazione. Talvolta gli elementi del quadro sono addirittura in contraddizione tra di loro: ad esempio c’è stato un forte aumento delle quotazioni del grano duro, che insieme all’impennata del costo dell’energia può mettere in difficoltà la filiera della pasta, ma allo stesso tempo la perdita di valore dell’euro rispetto al dollaro spinge moltissimo il nostro export. Ancora: prima della pandemia generavamo i due terzi del nostro fatturato grazie alle esportazioni e con il Covid abbiamo temuto una battuta d’arresto. Invece il nostro fatturato nel 2020 è cresciuto del 3% perché il mercato domestico, grazie agli incentivi di Industria 4.0 e alla liquidità resa disponibile dai decreti governativi, ha compensato».

Leggi anche:  cosa succede davvero e quali rischi corre l’Europa- Corriere.it


Il fatturato di Altopack era di 18,7 milioni nel 2019 ed è salito a 19,6 milioni nel 2021. «Confermiamo il nostro piano di investimenti fino a 5 milioni nei prossimi 36 mesi: ci serviranno per potenziare la rete commerciale con l’obiettivo di estendere la presenza dei nostri macchinari a nuovi settori e continuare ad investire in alta tecnologia, compresi i cyborg umanoidi ai quali lavoriamo dal 2021 e che nelle nostre intenzioni, nell’arco di qualche anno, sostituiranno gli esseri umani nei lavori a minore valore aggiunto, come cambiare di continuo le bobine di carta e film: un lavoro disumano, con gravi rischi di errore che vorremmo affidare ai robot per impiegare gli esseri umani in attività qualificate, in Toscana come in Angola».

Leggi anche:  Dove vedere Berrettini-Thiem oggi 23 luglio in TV e in streaming
La newsletter

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Firenze iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Fiorentino. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui

3 ottobre 2022 | 14:58

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News