Anche Telegram è premium: cosa cambia per chi paga l’abbonamento

Una versione muscolare della superchat usata da più di 700 milioni di utenti attivi che include una serie di benefit per chi è disposto a pagare 5,99 euro al mese (in Italia; in dollari l’abbonamento scende a 4,99). Arriva, dopo le anticipazioni, Telegram Premium per la gioia di chi non può più fare a meno dell’app di Pavel Durov, Ceo e cofondatore della piattaforma, ritenuta più sicura e naturalmente più ricca di funzionalità rispetto alla rivale WhatsApp ma spesso finita al centro di indagini e polemiche per gruppi e canali in cui circola materiale di ogni tipo.

Chat

Perché usare Telegram e perché no

di

Giuditta Mosca


Cosa include Telegram Premium

Gli abbonati a Telegram Premium avranno ovviamente a disposizione le funzionalità del piano base, che non cambieranno per nessuno e rimarranno dunque gratuite, oltre a una serie di benefit aggiuntivi. Uno dei più utili e interessanti è la possibilità di caricare e spedire file fino a 4 GB, il doppio rispetto al piano standard. Tutti potranno scaricarli ma appunto solo chi paga potrà scambiarli. I download saranno più veloci, si potrà aggiungere un quarto account e i limiti interni dell’app vengono raddoppiati in molti ambiti: si potranno per esempio seguire fino a mille fra gruppi e canali anziché 500, si potranno creare fino a 20 cartelle chat con un massimo di 200 conversazioni ciascuna e convertire messaggi vocali in testo. E ancora: sarà possibile fissare dieci chat nella lista principale, salvare fino a 10 sticker preferiti e disporre, volendolo, di una biografia più lunga in cui inserire anche un link.

Leggi anche:  Revisori dei conti: formazione obbligatoria con proroga al 2022

 

Come ci si abbona

Di un abbonamento se ne parlava già da un paio di anni. In fondo, finora, Telegram monetizzava solo con programmi di affiliazione legati ai canali con almeno mille utenti. Poca roba per una piattaforma divenuta – è per esempio il caso dell’invasione russa dell’Ucraina – un formidabile canale di distribuzione di contenuti (meglio non parlare di informazione).

Il caso

Dalla Russia e poi contro la Russia: il ruolo di Telegram nella guerra in Ucraina

di

Emanuele Capone


Ecco dunque il piano da 5,99 euro (non sono proposte al momento altre tariffe né pagamenti in un’unica soluzione, magari scontati) in arrivo con l’aggiornamento 8.8 di Telegram, che appunto introduce l’opzione per sottoscrivere l’abbonamento. Non tutti potrebbero averla già individuata, è in distribuzione in questi giorni: su iOS l’abbiamo già scaricata e provata, su Android è appunto in arrivo – e occorrerà confermare il prezzo, che potrebbe essere differente. Ci si abbona cliccando su Telegram Premium, voce individuabile nelle impostazioni dopo l’aggiornamento, utilizzando i sistemi di pagamento Apple o Play Store, come qualunque altro abbonamento.

Leggi anche:  La Pupa e il Secchione Show: salta la partecipazione di un concorrente

Il vero anti-Facebook è Telegram

di

Riccardo Luna


Il resto del pacchetto Premium

In realtà l’offerta è molto più ampia: chi paga, oltre a non vedere alcuna inserzione pubblicitaria nei canali più popolosi in cui vengono mostrate, potrà aggiungere più caratteri alle didascalie dei media, selezionare 400 gif preferite, riservare fino a 20 link pubblici t.me, accedere agli sticker premium e a reazioni uniche oltre che a una serie di strumenti di gestione della chat come la possibilità di cambiare la cartella chat predefinita, archiviare e silenziare automaticamente le nuove chat. Concludono il pacchetto le foto animate del profilo, un particolare badge che distingue l’abbonato che apparirà nella lista chat, nei titoli delle chat e nelle liste dei membri) e nuove icone che gli utenti premium possono aggiungere alla schermata home. Alcuni di questi benefit non sono di certo irrinunciabili ma già la possibilità di spedire file più pesanti e di scaricarli più rapidamente per molti potrebbe valere il prezzo dell’abbonamento.

 

Gli altri miglioramenti (per tutti)

Con la versione 8.8 che lancia l’abbonamento Telegram coglie anche l’occasione per annunciare una serie di miglioramenti rivolti a tutti gli utenti. Dalle richieste di accesso per i gruppi pubblici al badge di verifica nelle chat fino al potenziamento dei bot, grandi protagonisti di Telegram, che possono gestire anche foto e video, passando per le anteprime delle chat migliorate e il salvataggio automatico nella galleria su Android, che si fanno più versatili e granulari. Concludono l’update la condivisione esterna migliorata su iOS e oltre 100 correzioni e ottimizzazioni varie.

Leggi anche:  Outlander 6: nuove puntate dal libro Nevi infuocate!

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook