Anticipo TFR: come funziona e quanti soldi spettano, non tutti lo sanno

Vi sono aspetti magari non noti a tutti quando si parla di anticipo tfr: dipendente e datore di lavoro, ecco di che si tratta

In taluni casi vi è la possibilità per il lavoratore di ricevere anticipo TFR da parte del datore di lavoro, il quale è obbligato in merito alla liquidazione, solo però qualora si segua la giusta procedura.

anticipo TFR
Canva

I dettagli, le curiosità e gli aspetti non mancano quando si parla di trattamento fine rapporto, tre parole, racchiuse in una sigla, TFR, che tutti qualche volta hanno sentito nominare.

Non è detto però che tutti sappiano come funzioni, anche in merito all’anticipo TFR, e in generale circa alcuni aspetti al riguardo.

Quando si parla di TFR si fa riferimento al trattamento fine rapporto che il datore di lavoro si occupa di versare al dipendente. Ciò nel momento in cui giunge a termine il rapporto di lavoro. In sostanza, ciascun mese il soggetto ha delle trattenute, le quali saranno poi versate al momento della cessazione del contratto.

Tuttavia, come spiega economiablog.it nel relativo approfondimento, possono esservi eccezioni a tale norma. Le quali, possono prevedere che in alcuni casi una parte del trattamento fine rapporto possa esser liquidato anticipatamente.

Si tratta di qualcosa che in generale la legge permette, tuttavia vi sono aspetti da sottolineare e approfondire in merito all’anticipo.

Leggi anche:  Dl Aiuti, Draghi: ok a misure per 17 miliardi. Da taglio cuneo a pensioni, le novità

Alcuni dettagli su anticipo trattamento fine rapporto

Non mancano temi rilevanti che si legano al TFR, come nel caso del fondo pensione: conviene versarlo? Dettagli su tassazione, rendita ed altri aspetti.

Anzitutto è bene soffermarsi sulla normativa legata al TFR, il quale generalmente spetta al soggetto che ne ha diritto alla fine del rapporto di lavoro.

In taluni casi il lavoratore ha modo però di farne richiesta per averlo prima, ma non tutto, non per intero, solo una parte.

Occorre però che vi sia una giusta motivazione per iscritto al datore, il quale non obbligato a liquidarlo a prescindere, si legge.

Per quanto attiene il lavoratore domestico quale ad esempio colf/badante, hanno modo di far richiesta del TFR anticipata con la busta paga di dicembre ciascun anno. Dal momento che ll datore non funge da sostituto d’imposte.

Vi è possibilità di ottenimento del settanta per cento del trattamento annuale a termine dell’anno. Per quanto riguarda la parte che resta, dunque il trenta per cento, la liquidazione si ha alla fine del rapporto di lavoro.

Si tratta però di un anticipo annuale che spetta solo a tale tipo di lavoratore e non circa altri mestieri.

Leggi anche:  Disoccupati e Bonus 200 euro, i soldi si vedranno con il binocolo: sarà una lunga estate di attesa

Anticipo TFR, quali sono i motivi per poterlo avere

Al fine della possibilità di ottenimento dell’anticipo TFR, occorre esser in possesso di alcuni requisiti. Anzitutto occorre lavorare da quantomeno otto anni. Poi si tenga conto del motivo legato alla richiesta dell’anticipo. Ovverosia, è possibile averlo solo in presenza di una valida motivazione da comunicare al datore lavorativo.

Vi sono poi taluni regole che vanno in un certo senso a tutelare il datore rispetto all’anticipo. Per esempio qualora lo avesse già versato al dieci per cento dei dipendenti può rifiutare legalmente per quanto attiene ad alti anticipi

Vari sono i motivi validi al fine della richiesta di anticipo. L’eventuale soggetto dovrà inoltrarle in forma scritta al proprio datore.

È il caso, circa i motivi, come ad esempio l’acquisto di un immobile oppure di cure ed intervento sanitario. O ancora, della ristrutturazione dell’abitazione. Rispetto a tale punto, Economiablog.it spiega che non è previsto dalla legge l’anticipo in questione. È il datore che lo accetta o viene consentito in deroga dal contratto collettivo nazionale di lavoro di categoria.

L’erogazione dell’anticipo avviene solo per mettere in sicurezza l’abitazione o renderla funzionale. E non invece rispetto ad interventi legati all’estetica, ad esempio. O in merito ad un lavoro di manutenzione ordinaria.

Leggi anche:  Al via a Milano il Festival Mix, rassegna di cinema Lgbtq+ con oltre 60 film in gara

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

  1. Telegram – Gruppo
  2. Facebook – Gruppo

Questi, alcuni dettagli generali in merito. È bene ed opportuno informarsi ed approfondire per saperne maggiormente e per chiarire eventuali dubbi. Anche tramite confronti con soggetti esperti e professionisti del campo.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News