“Appena un minuto”, il dietro le quinte nelle parole dei professionisti dietro al film

Condividi articolo tramite:

Stasera Rai 1 trasmette l’italianissima what if comedyAppena un minuto” di Francesco Mandelli. Sì, proprio l’ex “solito idiota” che torna dietro la macchina da presa dopo il suo esordio registico con “Bene ma non benissimo“. Tra i volti noti coinvolti i questa produzione troviamo anche Max Giusti, stavolta non solo attore, ma anche co-sceneggiatore.

Questa nuova esperienza, questa “scommessa” di mettersi il cappello di co-autore, l’autore la vive come un ingresso nel mondo del cinema” (come lui stesso confessa a Comingsoon.it). Il che può suonare paradossale ad un pubblico che lo ha visto in televisione sin dagli anni ’80 per poi seguirlo sul grande schermo già nei primissimi anni 2000.

Una scena da “Appena un minuto”

“Appena un minuto” e il pretesto un po’ magico

Nel 2019 l‘attore (e sceneggiatore) romano cerca di dipingere un quadro della sua generazione di pigri uomini e donne di mezz’età, sempre “alla ricerca della svolta“, ma che non riesce ad abbandonare la propria nullafacenza. Per raccontare questo spaccato, però, serviva un espediente inedito. “Volevamo un esercizio di stile spiega Giusti “che ci permettesse di trovare un meccanismo comico che facesse identificare immediatamente questo film“.

Leggi Anche |  Di Covid si muore: invitare la Donato a parlare del virus non è pluralismo ma mancanza di etica

Quest’espediente viene individuato nel più immanente degli elementi della nostra contemporaneità: la tecnologia. Claudio (Max Giusti) segue il consiglio di Ascanio (archetipo dei “creativi del nulla“, nelle parole dell’interprete Paolo Calabresi) e compra uno smartphone.

Ma su questo aggeggio, per Claudio incomprensibile e demoniaco, è installata un’app molto particolare che permette di tornare indietro di 60 secondi e modificare, quindi, le azioni appena compiute. Inutile sottolineare come nascano gag e situazioni comiche da questo pretesto narrativo.

La collaborazione con Mandelli

In un’intervista a Movieplayer.it, Max Giusti racconta che Francesco Mandelli è subentrato nel progetto a sceneggiatura già ormai quasi compiuta. Eppure, entro 15 minuti dal loro incontro, i due hanno capito che avrebbero voluto lavorare insieme.

Volevo un regista che mi portasse a osare e fosse diverso da me. Francesco ha preso in mano il film, ha accettato di lavorare su una sceneggiatura che era già a buonissimo punto e non solo l’ha voluta cavalcare, ma l’ha anche resa migliore“, confida l’attore Giusti.

Leggi Anche |  Bergamo zona arancione, abbiamo chiesto un confronto al Governo

Mandelli, che ha colto in questo lavoro l’opportunità di “imparare sulle sceneggiature degli altri“, come ha rivelato sempre a Movieplayer.it, con questa pellicola cerca di ricollegarsi ad una doppia tradizione. Quella americana della what it comedy, con cui è cresciuto, coniugata con la struttura tipica della commedia italiana.

Il regista cerca un “patto col pubblico“, presentando un unico elemento magico, proprio nello spirito della what if comedy alla “Ricomincio da capo“, e costruendo un contesto che, nel suo adottare toni surreali e grottescamente parodici, punta al realismo.

Con questa impostazione il film, da un lato, vuole far riflettere su questa generazione fatta di Ascani, Claudi, fannulloni che deludono eternamente la loro promettente gioventù, figlia del boom economico. Dall’altro, la commedia nel percorso e nel cambio di passo di Claudio cerca di individuare, con un po’ di ingenuità sentimentale, una via alternativa all’inerzia, per raggiungere quello a cui tutti, alla fin fine, aspirano: l’essere felici.

Leggi Anche |  Il Covid manda in tilt gli Usa. Dimissioni improvvise: troppe pressioni per il vaccino

Debora Troiani

Seguici su : FacebookInstagram, Metrò, La Rivista Metropolitan Magazine

Adv

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: