Arcigay Vda, Green pass impone outing per transgender

Condividi articolo tramite:

Presentato al Csv il calendario Arcigay Valle d’Aosta Queer VdA

“La nostra associazione gode di ottima salute e abbiamo raggiunto quasi 100 tesserati in due anni, per rispondere a bisogni, esigenze e problematiche che riguardano la comunità Queer: non ultimo il problema del Green pass, che non tiene conto dell’esperienza individuale ma solo dei dati anagrafici”, dice il presidente di Arcigay Valle d’Aosta e Queer Vda, Giulio Gasperini durante la presentazione del calendario 2022.
    Per sensibilizzare la popolazione sulle problematiche legate al mondo Queer (che comprende tutte le realtà LGBTQ+) l’associazione ha realizzato un calendario che sarà disponibile dalla prossima settimana. “E’ un prodotto sopra le righe che si basa sull’ironia – spiega Giorgio Prodoti dello studio fotografico Stopdown – con ritratti che si rifanno a personaggi storici più o meno conosciuti che fanno parte della sfera Queer e hanno contribuito a scoperte nell’ambito della scienza e della tecnica”. Obiettivo del calendario, ideato nell’ambito del progetto Pride not prejudice, è “trasmettere il messaggio che essere Queer non è cosa recente, ma che fa parte da secoli della storia umana”. 
   

Leggi Anche |  VXL, la delusione di un blogger bianconero post Napoli: 'Cronaca di una sconfitta annunciata'

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA