Assegno unico AGOSTO 2022, pagamenti: quando arriva? Date, RdC, novità

L’Assegno unico e universale per ogni figlio a carico (Auuf): un beneficio economico su base mensile in favore di tutte le famiglie per ogni figlio a carico che spetta a partire dal 7° mese di gravidanza fino ai 21 anni. L’Auuf è erogato dall’Inps sulla base dell’Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) del nucleo familiare di appartenenza e del numero di figli a carico, con criteri di universalità e progressività.

Da notare come con l’entrata a regime dell’assegno, cessino di conseguenza tutti i precedenti contributi economici e le detrazioni fiscali previste per i nuclei familiari con figli in quanto sostituiti dall’Auuf.

 

Quando pagano l’assegno unico di agosto 2022?

Assegno unico 2022 quando viene pagato ad agosto? Come riportato sul sito Inps:

  • per le domande presentate a gennaio e febbraio, l’Assegno unico è corrisposto a partire dal mese di marzo 2022; i relativi pagamenti saranno effettuati dal 15 al 21 marzo 2022. 

  • per le domande presentate dal 1° gennaio al 30 giugno 2022, l’Assegno unico e universale spetta con tutti gli arretrati a partire dal mese di marzo 2022. 

  • per le domande presentate dopo il 30 giugno, l’Assegno decorre dal mese successivo a quello di presentazione ed è determinato sulla base dell’ISEE al momento della domanda. Per cui se la domanda è stata presentata a luglio, il pagamento dell’assegno sarà a fine agosto.

Per cui in base al calendario pagamenti Inps AGOSTO 2022 le famiglie riceveranno l’assegno unico agosto 2022 da metà agosto in poi per quelle che hanno presentato la domanda tra gennaio e febbraio, mentre arriverà entro la fine del mese per le istanze presentata dopo il 1° marzo 2022. Ricordiamo anche che i pagamenti potrebbero arrivare qualche giorno prima visto che il 15 agosto è festa, il 14 agosto è domenica ed il 13 agosto, sabato, e Poste Italiane chiude dal pomeriggio.

Leggi anche:  Lady Bird film stasera in tv 22 maggio: cast, trama, curiosità, streaming

 

Gli arretrati

Le famiglie che non hanno ancora provveduto a presentare la domanda ma vogliono ricevere anche gli arretrati sono tenute a rispettare il termine ultimo del 30 giugno 2022. Per le richieste inoltrate dal 1° luglio 2022 al 31 gennaio 2023, infatti, il contributo è riconosciuto solo a partire dal mese successivo e senza alcun arretrato. 

 

Assegno unico come viene pagato

L’Assegno Unico Universale per i Figli viene pagato dall’Inps tramite:

– bonifico su conto corrente italiano postale, estero o area SEPA;

– bonifico domiciliato presso lo sportello postale;

– pagamento sul libretto postale;

– pagamento su Carta RdC;

– pagamento su carta prepagata con IBAN (deve rientrare in un circuito SEPA ovvero conto corrente bancario/postale, carta di credito o di debito, libretto di risparmio).

 

Assegno unico 2022 e le novità INPS

Con il messaggio 9 maggio 2022, n. 1962 l’INPS ha informato che la procedura online per richiedere l’Assegno unico e universale per i figli a carico è stata arricchita con nuove funzionalità.

Leggi anche:  Ecco chi avrà diritto ad ottenere questo bonus da 2.000 per pagare l'affitto di casa

Le nuove funzionalità consentono di:

 

I requisiti

L’assegno unico è riconosciuto a condizione che al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente sia in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione europea o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, oppure sia cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, oppure sia titolare di permesso unico di lavoro autorizzato a svolgere un’attività lavorativa per un periodo superiore a sei mesi o titolare di permesso di soggiorno per motivi di ricerca autorizzato a soggiornare in Italia per un periodo superiore a sei mesi;

  • sia asoggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;

  • residenza e domicilio in Italia;

  • residenza in Italia per almeno due anni, anche non continuativi, ovvero sia titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale.

Ai nuclei familiari percettori del Reddito di Cittadinanza l’Assegno unico e universale è corrisposto d’ufficio dall’INPS, senza necessità di presentare apposita domanda.

 

Assegno unico 2022 come richiederlo all’INPS:

L’Assegno unico e universale per i figli a carico riguarda tutte le categorie di lavoratori dipendenti (sia pubblici che privati), lavoratori autonomi, pensionati, disoccupati, inoccupati ecc.

Leggi anche:  Elezioni 2022, Meloni: "Il reddito di cittadinanza ha fallito. Servono politiche per favorire il lavoro"

 

La domanda può essere presentata:

  • accedendo dal sito INPS al servizio “Assegno unico e universale per i figli a carico” con SPID almeno di livello 2, Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);

  • tramite numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile, con la tariffa applicata dal gestore telefonico);

Per i nuclei familiari percettori di Reddito di cittadinanza, l’Inps corrisponde l’assegno d’ufficio. Non è pertanto necessario che chi già beneficia del Reddito di cittadinanza faccia domanda per l’assegno.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook