Aumenti in busta paga per i lavoratori: un Decreto farà piovere soldi

Aumenti in busta paga per i lavoratori con redditi più bassi. È in arrivo un Decreto che permetterà guadagni maggiori.

Il Governo Draghi sta preparando un Decreto che stabilisce aumenti in busta paga per alcuni lavoratori.

aumenti in busta paga
Adobe Stock

I cittadini chiedono al Governo interventi efficaci che possano risollevare l’economia italiana e garantire migliori raggi di azione per i contribuenti. Gli stipendi attuali non bastano ad affrontare l’aumento del costo della vita. Numerose famiglie si trovano al limite della soglia di povertà e un lavoratore su 4 ha una retribuzione inferiore all’importo del Reddito di Cittadinanza. Occorre dipingere un nuovo quadro e l’esecutivo ha intenzione di cominciare con un Decreto che prevede il taglio del cuneo fiscale e delle accise. Si stimano interventi per 10/12 miliardi che garantiranno ai lavoratori un aumento in busta paga di circa 100/150 euro. Nel frattempo si continua a discutere anche del salario minimo con i 9 euro all’ora fissati come importo minimo per vivere dignitosamente.

Leggi anche:  Italia - Lituania 5 - 0, gol e show degli Azzurri. Mancini torna a vincere verso Qatar 2022

Aumenti in busta paga, il Governo è al lavoro

Buone notizie per i lavoratori. Il Governo farà – probabilmente – diventare strutturale il taglio delle tasse sul lavoro. La decisione dovrebbe essere resa ufficiale in un Decreto di prossima emanazione – si stima per fine luglio – per essere inserita, poi, nella Legge di Bilancio. Il Dl conterrà, poi, altri interventi volti a far diventare più sostenibili i costi in bollette e le spese del carburante.

Gli aumenti degli ultimi mesi stanno, infatti, terrorizzando gli italiani che tentano in ogni modo di ridurre i consumi. Chi può si rivolge al fotovoltaico, alle stufe a pellet o alle auto elettriche per cercare di ammortizzare il più possibile i costi. La guerra in Ucraina ha capovolto un mondo già sottosopra dopo due anni di pandemia e i cittadini si ritrovano a destreggiarsi tra i rincari e i contagi in risalita. Il settore lavorativo necessita di una scossa favorevole per i contribuenti e l’esecutivo ne è a conoscenza.

Leggi anche:  Reddito cittadinanza. Bar offre lavoro a 1300 euro al mese. Nessuno si presenta, chiude

I provvedimenti di prossima applicazione

Il Governo vuole raggiungere l’obiettivo di ridurre il carico fiscale in busta paga e garantire i rinnovi dei contratti. In relazione al taglio del cuneo fiscale si ipotizza un replicarsi dell‘esonero contributivo dello 0,8% già applicato nei primi mesi del 2022 per tutti i redditi fino a 35 mila euro. Si affianca la proposta del Pd di azzerare i contributi per i lavoratori con reddito inferiore a 10 mila euro all’anno.

Un’altra misura dovrebbe essere l’arrivo di pesanti sanzioni per chi non procedere con il rinnovo dei contratti. Si prevedono meccanismi di indicizzazione delle retribuzioni all’inflazione – che ha raggiunto percentuali altissime – o indennità prima delle scadenze. Il Decreto, poi, potrebbe contenere indicazioni sulla stabilizzazione dei precari, altro punto molto importante per dare certezze ai lavoratori, e sul taglio dei contributi pubblici per le imprese che non si adeguano al Tec. L’introduzione del salario minimo sarebbe un passo fondamentale per l’Italia che andrebbe ad adeguarsi ad altre nazioni europee.

Leggi anche:  Il flop del concorso alla Regione. Su 57mila passano in duecento ...

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook