balzo record. Il mercato mondiale del lusso vale 1.400 miliardi- Corriere.it

«L’alto di gamma, dopo il forte rimbalzo successivo allo scoppio della pandemia, ha completato il percorso di ripresa, registrando nel 2022 il record storico con un +21% a livello mondiale» : sono le parole di Matteo Lunelli, presidente di Altagamma, in occasione della presentazione dei risultati del ventunesimo Osservatorio della Fondazione, realizzato con il supporto dei più importanti analisti finanziari e dall’Altagamma-Bain Worldwide Luxury Market Monitor.

Le tensioni geopolitiche, l’inflazione, gli elevati costi dell’energia, la difficoltà nel reperire le materie prime, non hanno scalfito il successo del settore del lusso che, secondo le stime, crescerà a livello mondiale nel 2022 del 21% sfiorando i 1.4000 miliardi. In particolare, il mercato mondiale dei beni di lusso raggiungerà i 353 miliardi nel 2022 (+22%). «È un periodo ricco di sfide. Ci sono grandi incertezze ma riconosciamo che il 2022 è stato un anno record per il comparto di Altagamma» ha detto Lunelli. Ma anche il prossimo anno si prospetta positivo. Secondo le analisi dell’Altagamma Consensus 2023 si prevede una crescita della marginalità delle imprese del settore del 6%. A commentare i dati presentati dalla direttrice generale di Altagamma Stefania Lazzaroni, erano presenti anche Francesca Bellettini, presidente e ceo di Yves Saint Laurent, Sabina Belli, alla guida del gruppo Pomellato, Pier Francesco Nervini Coo Northern and Central Europe and Global Accounts di Global Blue, Cristina Scocchia, ceo di illycaffè, Daniel Talens alla guida di Alessi e Stephan Winkelmann, chairman & ceo di Automobili Lamborghini.

Leggi anche:  Élite, Omar Ayuso lascia la serie: addio Omar

«Il mercato del lusso a livello mondiale ormai ha un trend secolare di crescita trainato dall’aumento del numero dei consumatori — ha aggiunto Lunelli —. Ne deriva una considerazione: in questa fase delicata, l’alto di gamma può essere una grande locomotiva per l’economia italiana. La presenza oggi (ieri per chi legge ndr) del ministro Urso, dimostra l’attenzione del governo per questo comparto. Il ministro ha sottolineato che i nostri Campioni Nazionali, le nostre eccellenze devono essere protette e fatte crescere perché possono essere un fattore propulsivo per interi settori. I marchi di alta gamma, infatti, sono spesso ai vertici di filiere, di ecosistemi fatti di piccole realtà, trainati dai grandi marchi. È importante continuare a lavorare sulle caratteristiche di eccellenza dell’alto di gamma italiano che sono la creatività, la capacità di rinnovare e l’ecellenza manifatturiera. Con il ministro inizia oggi un dialogo».

Leggi anche:  Detrazioni fiscali: tagli ai redditi più alti (da 60 mila euro) per finanziare Flat tax e riduzione Iva

Le richieste al governo puntano a sostenere questi fattori di successo. «Bisogna aiutare le imprese a continuare a investire in ricerca e sviluppo — ha aggiunto Lunelli —, nella formazione per stimolare la vocazione dei giovani verso lavori manuali, a intervenire abbassando il cuneo fiscale, ad aumentare i livelli di welfare aziendale. Alcune norme, come i premi ai dipendenti, sono già passate, altre sono in fase di discussione ma bisogna andare avanti» .
«Il Made in Italy è qualcosa di più rispetto a una semplice etichettatura — ha sottolineato il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso—. Non è un cambio lessicale, è una ridefinizione della nostra missione. Noi mettiamo al centro l’impresa e l’imprenditore con tutti i suoi collaboratori».

Leggi anche:  Box doccia, lavandino e superfici splendenti e profumati come mai prima grazie a questo semplicissimo ingrediente che potremmo già avere

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News