Bancomat, segnatevi questa data: ecco cosa cambierà. “Pazzesco”

Quando leggiamo Bancomat solitamente non facciamo riferimento con la mente al consorzio omonimo, al massimo il circuito di pagamento, ma più generalmente associamo questa nomenclatura in manira “ampia” ai prelievi ed a qualsiasi operazione che effettuiamo con la nostra tessera. Questo perchè Bancomat è stato uno dei primi servizi a garantire ciò a partire dalle ultime decadi del secolo scorso, inizialmente solo per i correntisti e poi gradualmente influenzando anche le varie carte conto e carte prepagate. Tuttavia il contesto dei pagamenti elettronici è in continuo cambiamento e anche prelevare in futuro sarà leggermente diverso rispetto al passato. Perchè?

Niente contanti

Principalmente per la tendenza da parte dei governi italiani di ridurre la quantità di contante in circolazione e deincentivare l’utilizzo di questo strumento per i “grandi acquisti”. Infatti il denaro liquido viene utilizzato anche per “eludere” i controlli fiscali, cosa molto più difficile per chi utilizza strumenti elettronici come bonifici e pagamenti con carte di vario tipo. Essendo gli ATM adibiti sopratutto a questa operazione, ossia di erogare contanti, viene meno almeno in parte la funzione principale. A tutto ciò va ad aggiungersi la tendenza delle banche a ridurre la presenza fisica sul terriorio nazionale, visto che oramai gran parte delle operazioni possono essere eseguite in maniera autonoma. Alcuni istituti di credito hanno già provveduto a “sparire” fisicamente come il Gruppo ING.

Leggi anche:  Amici 2022 ascolti TV Seconda Puntata Serale

Bancomat, segnatevi questa data: ecco cosa cambierà. “Pazzesco”

Questo significa più difficoltà anche in futuro a reperire gli ATM per prelevare, ma ciò potrebbe concretamente influenzare i costi di commissione: infatti se prelevare presso la “nostra banca” è sempre gratuito, è già prevista una forma di commissione quando l’istituto di credito è diverso. La cosiddetta commissione interbancaria è per ora fissa 49 centesimi per prelievo, ma l’Antitrust ha già valutato la proposta di Bancomat SpA di modificare o abrogare questa cifra, che potrebbe essere gestita in futuro direttamente dalle singole banche, provocando un probabile aumento.

Il prossimo ottobre l’Antitrust si esprimerà in merito.

Leggi anche:  Serie TV coreane: le migliori in streaming su Netflix

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Postepay, incredibile novità: ecco cosa non potrai più fare

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook