“Bene la Regione sul supplemento di gasolio agricolo a prezzo agevolato per la siccità, ma non basta”

 

L’assessorato all’Agricoltura e al Cibo della Regione Piemonte ha deciso l’assegnazione supplementare di gasolio agricolo a prezzo agevolato con l’obiettivo di aiutare le aziende rurali che, a causa dell’attuale emergenza idrica, devono affrontare i maggiori consumi di carburante per l’irrigazione svolta attraverso gli appositi impianti. Le domande possono essere presentate fino al prossimo 30 novembre. Il provvedimento, valido per l’intero territorio regionale, prevede per l’azienda la possibilità di chiedere l’assegnazione di gasolio agricolo fino al doppio di quello che normalmente le viene autorizzato. Le condizioni di utilizzo?

Nelle operazioni di irrigazione supplementare o di soccorso, già effettuate o da eseguire nel corso del 2022, per le colture cerealicole, le ortofrutticole, quelle dei seminativi aggiunti, dei pioppeti e per lo svuotamento e l’immissione di acqua nelle risaie. L’agevolazione è concessa anche ai Consorzi irrigui. Per accedere all’assegnazione supplementare occorre essere in possesso della concessione riguardante l’attingimento idrico a fini irrigui, inclusa l’eventuale adesione a un Consorzio irriguo, e dei macchinari e delle attrezzature con le quali viene svolta l’operazione. Spiega l’assessore regionale all’Agricoltura e al Cibo, Marco Protopapa: “In seguito alla dichiarazione dello stato di emergenza per la siccità da parte del Consiglio dei Ministri e allo stanziamento di risorse statali per far fronte ai primi interventi, la Regione si è subito attivata per l’ulteriore assegnazione di gasolio agricolo. Infatti, il perdurare della grave mancanza di acqua, che interessa tutto il Piemonte, ha imposto e impone ai nostri agricoltori delle continue e ripetute operazioni di irrigazione”.

Leggi anche:  La Pupa e il Secchione Show dove vedere le puntate in tv, streaming, replica

Cosa ne pensa Cia Cuneo

Sottolinea il direttore provinciale di Cia Cuneo, Igor Varrone: “E’ un provvedimento sollecitato con grande forza da Cia Cuneo. Si tratta di un primo passo importante, ma non sufficiente. Capiamo che non si possono distribuire i soldi a pioggia, ma, adesso, ci attendiamo da parte dello Stato degli sgravi contributivi o delle esenzioni per le aziende che hanno avuto una perdita della resa produttiva dovuta alla siccità. Gli imprenditori agricoli colpiti dall’emergenza vanno aiutati, altrimenti rischiano di chiudere”.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  UilTemp Calabria: Oreste Valente è il nuovo Segretario Generale

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook