Bocciatura ad un concorso pubblico, come presentare ricorso e quali scadenze rispettare per non vedere vanificati i propri sforzi

Nell’epoca del rinnovamento della Pubblica amministrazione, si parla tanto dei concorsi, di come partecipare e delle prove da espletare. Chi si iscrive, spera ovviamente di superarne uno o addirittura due o più, in modo da poter scegliere in base ad una serie di elementi.

Tra questi, risultano imprescindibili la sede di destinazione, lo stipendio e la mansione da svolgere.

Tuttavia, i fortunati vincitori sono sempre in numero nettamente inferiore rispetto ai candidati. Si pensi alle selezioni per 10, 20 o 30 posti, a cui partecipano anche migliaia di persone. Laureati, diplomati, professionisti con esperienza o giovani alle prime armi. Il Mondo dei concorsi, come quello del lavoro, è formato da una platea certamente molto varia e variegata.

E in questo contesto, purtroppo la stragrande maggioranza non ha il piacere di leggere il proprio nome nella lista degli idonei o dei vincitori. Magari non ha studiato abbastanza, magari è stato sfortunato oppure qualcosa è andato storto rispetto alle previsioni di legge e del bando.

Leggi anche:  Provvedimento disciplinare contro Alessandro Basciano: ecco perché

Cosa possono fare tutti i candidati che ritengono di aver subito una bocciatura ingiusta, per tentare di farsi reimmettere nel procedimento di selezione? Scopriamolo subito.

Bocciatura ad un concorso pubblico, come presentare ricorso e quali scadenze rispettare per non vedere vanificati i propri sforzi

Innanzitutto, è necessario identificare la fase in cui si vuole presentare ricorso e quindi l’atto da impugnare.

Può trattarsi del bando, ad esempio, qualora lo si ritenga discriminatorio nei confronti di alcuni soggetti, o di una prova o, ancora, della graduatoria finale.

Potrebbe accadere che durante lo svolgimento della prova scritta non si rispetti l’anonimato o non si eseguano i dovuti controlli previsti dal bando.

In ogni caso, il termine per impugnare è di 60 giorni, che decorrono rispettivamente a seconda dei tre casi succitati:

  • dalla pubblicazione del bando;
  • dallo svolgimento della prova o dalla conoscenza dei risultati;
  • dalla pubblicazione della graduatoria.
Leggi anche:  Il Signore degli Anelli, la serie: svelata la data di uscita su Prime Video

Vediamo a chi rivolgersi e da chi farsi aiutare in questo percorso.

Tribunale e avvocato

Dopo tanti sforzi e sacrifici, è brutto subire una bocciatura ad un concorso pubblico, ma possiamo comunque difenderci.

Il Tribunale a cui rivolgersi è il TAR, Tribunale Amministrativo Regionale competente per territorio. Così, se il concorso è indetto da un’amministrazione nazionale, la competenza sarà del TAR del Lazio. Diversamente, nel caso di selezioni regionali o locali, quello della Regione di riferimento.

È necessario basare il ricorso su prove concrete, nella consapevolezza che non sempre è facile far valere le proprie ragioni. Tuttavia, specialmente in caso di irregolarità della procedura, un bravo legale sarà in grado di darci una mano e chiarirci le idee su diversi aspetti.

Ecco infatti che l’altro tassello fondamentale è proprio l’avvocato, meglio se specializzato in questa materia.

Far sentire la propria voce è possibile, basta affidarsi agli esperti del settore.

Leggi anche:  L’ultimo bus del mondo 2 ci sarà?

Approfondimento

Addio crocette e prove uniche, ecco come cambieranno i concorsi pubblici con il nuovo Decreto PNRR 2

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte notizie di attualità e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli del giorno da fonti attendibili, così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e sui contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook