Bonus 150 euro e invio della domanda, non spetta a tutti: lo dice l’INPS

Il bonus 150 è una indennità erogata come misura urgente contro gli aumenti delle bollette e del caro vita.

Si tratta di un nuovo bonus erogato una tantum, simile a quello di luglio (bonus 200 euro), ma con cambio dei requisiti.

bonus 150 euro
InformazioneOggi

Infatti, possono accedere le stesse categorie di beneficiari del precedente bonus purché abbiano un reddito fino a 20mila euro all’anno.

Bonus 150 euro: ecco chi deve inviare la domanda, i chiarimenti dell’INPS

L’INPS il 16 novembre 2022 pubblica la circolare numero 127 indica le operazioni per fruire del bonus 150 euro previsto dal decreto Aiuti ter (decreto-legge numero 144 del 2022) che il 15 novembre ha ottenuto il via libero del Senato e ora è alla Camera in attesa della conversione in legge.

La circolare INPS chiarisce chi sono i beneficiari del bonus e le modalità di invio della domanda per ottenerlo. Tra l’altro, inserisce una tempistica più lunga per i beneficiari che non ricevono in automatico il bonus, come:

  • co.co.co;
  • assegnisti;
  • dottori di ricerca;
  • lavoratori a tempo determinato (anche del settore agricolo);
  • stagionali;
  • intermittenti;
  • lavoratori dello spettacolo.
Leggi anche:  Libretto di famiglia INPS con grandissimi vantaggi: tutte le informazioni per il corretto utilizzo

I suddetti lavoratori dovranno inviare una domanda entro il 31 gennaio 2023; di conseguenza riceveranno il bonus a febbraio 2023. Un tempo così lungo serve all’INPS per verificare se l’indennità non sia stata erogata dai datori di lavoro.

Anche in questo caso la domanda va inviata online dal sito dell’INPS oppure tramite il contact center telefonico o i patronati.

Leggi anche “Bonus 150 euro in Buoni Postali: un regalo di Natale all’insegna del risparmio

Invece, pensionati, titolari di trattamenti assistenziali, percettori del reddito di cittadinanza, lavoratori domestici, disoccupati, lavoratori intermittenti e occasionali riceveranno il bonus 150 dall’INPS in automatico. Infine, i lavoratori dipendenti in busta paga dai propri datori di lavoro.

Leggi anche:  Il prezzo del gas vola alle stelle dopo lo stop della Russia: timori per l'inverno al gelo

Per tutti questi beneficiari l’indennità di 150 euro sarà erogata nel mese di novembre 2022.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

  1. Telegram – Gruppo
  2. Facebook – Gruppo

Requisiti di accesso

Oltre al requisito reddituale personale che non deve essere superiore ai 20mila euro annui, i beneficiari, per ottenere il bonus 150 euro, devono risultare residenti in Italia alla data del 1° novembre 2022.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Reddito di cittadinanza, il direttore de La Notizia Gaetano Pedullà a Dritto e Rovescio difende la misura anti - povertà: "Va mantenuto così ...

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News