Bonus affitto 2022 con ISEE fino a 35.000 euro: nuove agevolazioni dai comuni

Bonus affitto 2022, via libera al decreto del Ministero delle Infrastrutture relativo a risorse e requisiti. Nella platea dei beneficiari restano i contribuenti con ISEE fino a 35.000 euro, nel rispetto di specifiche condizioni. Il totale dei fondi a disposizione dei comuni ammonta a 330 milioni di euro.

Bonus affitto 2022, nuovi fondi per i comuni.

Ammontano a 330 milioni di euro le risorse complessivamente autorizzate per l’anno in corso, e con il decreto del 13 luglio pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’11 agosto il Ministero delle Infrastrutture stabilisce il riparto dei fondi e i requisiti d’accesso.

Fermo restando gli ulteriori criteri che saranno fissati dai bandi comunali, anche per il bonus affitto 2022 viene confermato il limite ISEE di 35.000 euro per i nuclei in difficoltà.

Per i nuovi beneficiari sarà tuttavia necessario provare di aver perso una quota di reddito superiore al 25 per cento, anche a causa dell’emergenza Covid.

Resta il divieto di cumulare bonus affitto dei comuni con la quota destinata alla copertura dei canoni mensili prevista per i beneficiari del reddito di cittadinanza.

Bonus affitto 2022 con ISEE fino a 35.000 euro: nuove agevolazioni dai comuni

La pubblicazione del decreto MIMS contenete il riparto delle risorse destinate al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione è uno dei passi necessari per l’avvio del bonus affitto dei comuni.

Leggi anche:  Bonus 200 euro: il modello PDF da scaricare e a chi presentarlo, le differenze tra dipendenti pubblici e privati

Il decreto datato 13 luglio e pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’11 agosto destina un totale di 330 milioni di euro alle regioni, le quali avranno il compito di suddividerle tra i comuni.

Questi predisporranno i bandi per l’accesso al bonus affitto da parte dei propri residenti, partendo dai requisiti generali fissati dal decreto.

Tra questi vi è quello relativo alla condizione economica del nucleo familiare e, così come previsto lo scorso anno, viene confermato che l’accesso al Fondo sarà riconosciuto anche ai soggetti in possesso di ISEE fino a 35.000 euro.

Un’estensione della platea dei beneficiari che tuttavia riguarderà i nuclei che dichiarino di aver subito, anche a causa dell’emergenza Covid-19, una perdita del reddito IRPEF superiore al 25 per cento.

La riduzione del reddito potrà essere certificata alternativamente in due modalità:

Limite ISEE e requisito reddituale si affiancano, quindi, al fine di tutelare i nuclei più danneggiati dal periodo di emergenza causato dalla pandemia.

Leggi anche:  Dl aiuti, il governo incassa la fiducia. Conte: 'Ora vediamo al Senato'

Bonus affitto 2022, esclusi i beneficiari del reddito di cittadinanza

Restano esclusi dalla possibilità di beneficiare del bonus affitto comunale i beneficiari del reddito di cittadinanza.

Il decreto MIMS specifica infatti che i contributi erogati mediante utilizzo dei 330 milioni di euro stanziati per il 2022 non sono cumulabili con la quota destinata all’affitto del reddito di cittadinanza.

I comuni, dopo l’erogazione dei contributi ai beneficiari, dovranno quindi comunicare all’INPS la lista dei beneficiari. L’importo eventualmente concesso sarà oggetto di compensazione.

Fondo affitti anche per i morosi incolpevoli

In chiusura, il decreto specifica che le nuove risorse stanziate potranno essere utilizzate anche in forma coordinata con il Fondo inquilini morosi incolpevoli, che prevede per l’appunto un contributo in favore di chi, per ragioni economiche, non è riuscito a pagare i canoni d’affitto.

Un’integrazione volta a rendere aderente alle singole realtà locali l’utilizzo delle risorse.

I fondi a disposizione delle regioni potranno altresì essere utilizzate anche per sostenere iniziative intraprese al fine di costituire agenzie, istituti per la locazione o fondi di garanzia volte a favorire la mobilità nel settore degli affitti, anche per i soggetti non in possesso dei requisiti per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica, per di reperire alloggi da destinare in locazione a canone concordato.

Decreto MIMS 13 luglio 2022 – Gazzetta Ufficiale 11 agosto
Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione. Riparto disponibilità 2022
Leggi anche:  Prosegue campagna bonus 200 euro dell'Inps

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook