Bonus alberghi 2022, ultimi giorni per la domanda! Come fare

Bonus alberghi 2022: sono partite lunedì 13 giugno le domande per ottenere l’agevolazione introdotta con il decreto Agosto e riconosciuta ad alberghi, agriturismi, stabilimenti termali per risparmiare su interventi di ristrutturazione e non solo. 

Una nuova misura in favore di uno dei settori che, più di altri, ha risentito delle conseguenze economiche della pandemia, a causa delle limitazioni sugli spostamenti e delle restrizioni per il contenimento dei contagi da Covid-19. 

È una vera e propria corsa quella al bonus alberghi. L’agevolazione può essere richiesta tramite l’apposita piattaforma del Ministero del Turismo, come comunicato anche con l’avviso pubblicato il 13 giugno. La finestra temporale per l’invio delle richieste non lascia molto tempo: le domande possono essere presentate fino a giovedì 16 giugno. 

Sono diverse le strutture ricettive che possono richiedere l’agevolazione, ma solo per alcuni specifici interventi. 

Vediamo, allora, chi può chiedere il bonus, come si utilizza la piattaforma e quali documenti vanno allegati alla domanda. 

Bonus alberghi 2022, un’agevolazione per le strutture ricettive: cos’è e come funziona  

A partire dal 13 giugno 2022, le strutture ricettive hanno potuto cominciare a inviare richiesta per ottenere il cosiddetto bonus alberghi. Si tratta di un’agevolazione pensata per uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia e che oggi può ottenere un aiuto, sotto forma di credito d’imposta, per risparmiare su spese di ristrutturazione e riqualificazione. 

Il bonus era già stato introdotto con il decreto Agosto, ma le disposizioni applicative per l’attribuzione del credito d’imposta sono state definite solo con il decreto del 17 marzo di quest’anno. 

Il decreto ha, dunque, chiarito quali sono le strutture ricettive che possono ottenere il contributo, quali sono gli interventi ammessi e il periodo entro il quale questi devono essere stati effettuati. 

L’agevolazione prevede un credito d’imposta al 65%, fino a un massimo di 200.000 euro. 

Bonus alberghi 2022, a chi spetta: quali sono i requisiti e chi può richiederlo

Il decreto del Ministero del Turismo chiarisce, come già accennato, quali strutture possono avere diritto al credito d’imposta, individuando 4 tipologie diverse di strutture ricettive, cioè: 

strutture alberghiere; agriturismi; stabilimenti termali; strutture ricettive all’aria aperta. 

In particolar modo, quando si parla di strutture alberghiere si fa riferimento, secondo quanto chiarito nel decreto, a strutture composte da un minimo di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Tra le strutture alberghiere, dunque, ci sono non solo gli alberghi, ma anche i villaggi, le strutture turistico-alberghiere, gli alberghi diffusi. 

Leggi anche:  Borgo dei Borghi 2021 - Terzo posto per Geraci Siculo

Per quanto riguarda, invece, le strutture all’aria aperta, si fa riferimento a tutte quelle strutture, attrezzate su aree recintate, destinate al soggiorno per i turisti. Rientrano tra queste strutture, dunque, i campeggi, i parchi vacanza, ma anche strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di diportisti. 

Non tutte queste strutture possono richiedere il bonus alberghi. Si tratta, infatti, di una misura a favore di quelle strutture la cui attività è iniziata da almeno dieci anni. A richiedere il bonus alberghi possono essere, comunque, solo le strutture che siano in attività dal mese di gennaio 2012

Bonus alberghi 2022, quali sono gli interventi ammessi: elenco delle spese 

Oltre a chiarire quali tipi di strutture possono accedere al bonus alberghi, il decreto fornisce anche la lista degli interventi per i quali l’agevolazione può essere richiesta. 

In particolare, il decreto fa riferimento innanzitutto a interventi di manutenzione straordinaria, cioè quegli interventi volti a rinnovare o sostituire parti degli edifici, senza apportare modifiche alle destinazioni d’uso. 

Il bonus alberghi può, però, anche essere richiesto per interventi di restauro e risanamento conservativo, cioè interventi che, anche in questo caso, vanno sì, a risanare la struttura, ma senza alterarne la funzione originaria. 

Inoltre, il bonus può essere richiesto anche per interventi di ristrutturazione edilizia e di eliminazione delle barriere architettoniche (elementi che facciano da ostacolo per chi si trova in una condizione di limitata capacità motoria). 

Leggi anche:  Terremoto nell’Adriatico, la terra trema ancora: paura tra i cittadini

Il bonus può essere richiesto anche per gli interventi di efficientamento energetico. Per esempio, si può richiedere il credito d’imposta nel caso di installazione di collettori solari, di impianti di climatizzazione invernale, per l’allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente, di installazione di impianti solari fotovoltaici.

Infine, si ha diritto al credito d’imposta per gli interventi di adozione di misure antisismiche, ma anche per l’acquisto di mobili, a patto che questi abbiano una funzione di incremento dell’efficienza energetica. 

Possono richiedere il bonus anche gli stabilimenti termali che abbiano realizzato piscine termali o acquisito attrezzature o apparecchiature necessarie allo svolgimento dell’attività. 

Si ha diritto all’agevolazione qualora i lavori siano stati effettuati nell’arco temporale che va dal 1° gennaio 2020 al 6 novembre 2021. 

Come richiedere il bonus alberghi 2022: domande fino al 16 giugno 

La finestra per la richiesta del bonus alberghi doveva essere aperta a partire dal 9 giugno, ma l’avviso del Ministero del Turismo ha posticipato la data, ora fissata al 13 giugno 2022. Da lunedì, quindi, è possibile richiedere il credito d’imposta.

Per l’invio delle richieste è stata predisposta un’apposita piattaforma (il link è presente nell’avviso del 13 giugno). Per accedere alla piattaforma è necessario, da parte del richiedente, essere in possesso di un’identità digitale, scegliendo tra: 

SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale); CIE (Carta d’Identità Elettronica); CNS (Carta Nazionale dei Servizi). 

Inoltre, perché la procedura di invio della domanda si concluda a buon fine è necessario, da parte del potenziale beneficiario del bonus, disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). 

La procedura per l’invio delle richieste verrà chiusa alle ore 12.00 del 16 giugno 2022. 

Bonus alberghi 2022: quali documenti vanno allegati alla domanda online

Al momento della domanda, il richiedente dovrà inserire una serie di informazione e allegare la documentazione necessaria per dimostrare di avere diritto al bonus alberghi. 

Leggi anche:  Gas, forte aumento del prezzo dopo taglio delle forniture di Gazprom attraverso Nord Stream 1

In particolare, andranno allegate le fatture elettroniche, l’estratto conto e il verbale di consegna o di installazione dei beni. 

Come chiarito anche dal decreto di marzo, la completezza della documentazione, nonché la veridicità delle informazioni inserite, sono fondamentali per non rischiare di vedere revocato il credito d’imposta. Questo, infatti, può avvenire nel caso in cui si verifichi l’insussistenza dei requisiti per ottenere il bonus alberghi, qualora la domanda dovesse presentare informazioni non veritiere o informazioni incomplete, o anche, nel caso di mobili e arredi, questi non rientrino tra le spese ammesse per avere accesso al bonus. 

Per qualsiasi dubbio o problema riscontrato durante la compilazione della domanda, si ricorda che il Ministero del Turismo ha messo a disposizione una guida per la compilazione delle richieste (Manuale utente) contenente tutti i passaggi per l’invio della domanda online. 

Inoltre, è possibile avere supporto e assistenza inviando una mail all’indirizzo assistenza_creditodimposta@ministeroturismo.gov.it. Per qualsiasi altra informazione, consigliamo di consultare il decreto del 17 marzo 2022, n. 3934.

 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook