Bonus animali domestici/ Detrazione del 19% sulle spese veterinarie, come ottenerlo

Il bonus animali domestici non è altro che un’agevolazione da parte del Governo per sostenere le famiglie italiane che possiedono un animale domestico. Dopo l’arrivo dell’inflazione e la crisi del Covid, il Governo sta realizzando tanti bonus a tutte le famiglie che non stanno attraversando un buon periodo sotto l’aspetto economico.

Il bonus consiste a una detrazione fiscale su tutte le spese che un proprietario di un animale domestico deve sostenere per il benessere e la salute del cucciolo. Quindi sono comprese le spese veterinarie e acquisto di medicinali. Per quanto riguarda il primo caso però comprende solo due categorie di animali, scopriamole insieme.

Leggi anche:  Mafia, estorsioni via social dal carcere: custodie cautelari a Latina

Bonus animali domestici: soglia massima e come richiederlo

Per quest’anno il bonus animali domestici come accennato a inizio articolo è una detrazione fiscale, quest’anno si può ottenere fino a 550 euro di contributo e potranno utilizzarlo, come accennato nei paragrafi precedenti, a due categorie di animali:

  • Animali che sono tenuti in casa in maniera legale per uno scopo di compagnia;
  • Animali tenuti in maniera legale per attività sportive.

Il bonus invece non spetta a:

  • Animali di qualsiasi razza e specie allevati per attività agricole o commerciali;
  • Animali posseduti in maniera illegale per attività illecite.

La detrazione fiscale è del 19% della parte che va oltre i 129,11 euro, per un importo massimo dell’agevolazione di 79,96 euro (per una spesa massima di 550 euro.) Le tipologie di spese che sono ammesse per la detrazione sono le seguenti:

Leggi anche:  Novità Bonus 200 euro anche ai Docenti e ATA con contratto scaduto al 30 giugno: ecco come averlo
  • Prestazioni effettuate dal veterinario professionale;
  • Acquisto di medicinali veterinari che sono stati prescritti dal veterinario stesso;
  • Intervento presso le cliniche veterinarie e analisi di laboratorio.

Per richiedere il bonus animali domestici, è necessario che la domanda venga effettuata dal tutore legale dell’animale. Per il bonus non è richiesto l’ISEE, però:

  • Per i cani è necessario allegare la documentazione relativa al microchip e all’iscrizione all’anagrafe;
  • Per i gatti solo microchip o ricevuto di acquisto.

La detrazione del bonus animali domestici, va inserita durante la compilazione del modello 730 nella parte “Altre spese”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Leggi anche:  1 milione di poveri in meno grazie al Reddito di Cittadinanza

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook