Bonus carburante 200 euro, anche per auto elettriche: le istruzioni delle Entrate

Lo ha chiarito l’Agenzia delle entrate: il bonus benzina o bonus carburante vale anche per chi utilizza auto elettriche. Stiamo parlando dell’agevolazione concessa dai datori di lavoro privati ai propri lavoratori dipendenti, come benefit aziendale o fringe benefit.

All’interno del decreto-legge 21 marzo 2022, n. 21 (decreto Ucraina) dello scorso marzo era stato previsto che per il 2022, l’importo del valore di buoni benzina ceduti a titolo gratuito ai lavoratori dipendenti, nel limite di 200 euro per lavoratore, non concorre alla formazione del reddito. 

Bene, questo benefit aziendale non vale solo per veicoli a benzina, diesel o metano, ma anche per per la ricarica dei veicoli elettrici. Questo viene ribadito nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per i buoni benzina da 200 euro, fornite con la circolare n. 27/E del 2022. 

Bonus benzina fino a 200 euro, aumentano i beneficiari: cos’è e come funziona

Bonus carburante 200 euro: a quali datori di lavoro

Come spiegato nella circolare, in riferimento ai datori di lavoro, l’agevolazione è stata inizialmente introdotta per favorire esclusivamente i lavoratori dipendenti di «aziende private». Successivamente, in sede di conversione del predetto decreto-legge, è stata sostituita la locuzione «aziende private» con «datori di lavoro privati». Quindi sono inclusi tutti gli operatori del settore privato e vengono esclusi tutti i datori afferenti la pubblica amministrazione.

Leggi anche:  La Guerra dei Mondi film stasera in tv 6 maggio: cast, trama, streaming

Tra i datori di lavoro privato rientrano anche i soggetti che non svolgono un’attività commerciale e i lavoratori autonomi, sempre che dispongano di propri lavoratori dipendenti.

Bonus carburante 200 euro: tutti i veicoli inclusi

I buoni benzina, o meglio, buoni carburante, sono erogazioni corrisposte dai datori di lavoro privati ai propri lavoratori dipendenti per i rifornimenti di carburante per l’autotrazione: come benzina, gasolio, GPL e metano.

A riguardo, l’agenzia delle entrate con questa circolare ha voluto chiarire un punto ed evitare disparità di trattamento tra i veicoli. Ha inserito pertanto anche le carte per il rifornimento dei veicoli elettrici, come destinatari del bonus.

“Si ritiene – spiega il provvedimento – che l’erogazione di buoni o titoli analoghi per la ricarica di veicoli elettrici debba rientrare nel beneficio di cui trattasi, anche al fine di non creare ingiustificate disparità di trattamento fra differenti tipologie di veicoli.

Leggi anche:  Reddito di cittadinanza, novità per chi assume: istruzioni Inps

Valore e importo del bonus carburante esente reddito

Ai fini della tassazione, non concorre a formare il reddito di lavoro dipendente il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati se, complessivamente, di importo non superiore, nel periodo d’imposta, a euro 258,23; se il valore in questione è superiore a detto limite, lo stesso concorre interamente a formare il reddito.

Esempio di bonus carburante e tassazione

Nel caso in cui un lavoratore dipendente benefici, nell’anno d’imposta 2022, di buoni
benzina per euro 100 e di altri benefit (diversi dai buoni benzina) per un valore pari ad euro 300, quest’ultima somma sarà interamente sottoposta a tassazione ordinaria.

Di contro, se il valore dei buoni benzina è pari ad euro 250 e quello degli altri benefit è pari ad euro 200, l’intera somma di euro 450 non concorre alla formazione del reddito del lavoratore dipendente, poiché l’eccedenza di euro 50 relativa ai buoni benzina confluisce nell’importo ancora capiente degli altri benefit di cui all’articolo 51, comma 3, del TUIR.

Leggi anche:  Top programmi informazione: stravincono i brand di Rai3, che batte Rete4

>> Leggi la Circolare delle entrate sul bonus carburante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook