Bonus centri estivi: quanto spetta nel 2022 per ogni figlio?

Pubblicato il 31 maggio 2022, il bando di concorso “Centri estivi diurni 2022” dell’Inps ha aperto i termini per la presentazione delle domande relative all’assegnazione dei contributi, a titolo di rimborso spese, previsti dal cd. “bonus centri estivi“. In scadenza al 20 giugno, un avviso successivo ha confermato la proroga dalle 12 del 27 giugno alle 24 del 1° luglio 2022, dopo la quale verranno riconosciuti i versamenti a totale o parziale copertura del costo mensile del servizio.

Bonus centri estivi: chi può richiederlo nel 2022

Il bonus centri estivi 2022 è riconosciuto ai figli o orfani ed equiparati di:

  • dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici.

L’agevolazione è finalizzata a offrire la possibilità di fruire di centri estivi in Italia, durante la stagione estiva 2022 (nei mesi di giugno, luglio,
agosto, e fino al 10 settembre 2022), ai genitori/tutori di minori di età compresa tra i 3 e i 14 anni.

Leggi anche:  Operazione "Rail Verde", contrasto a produzione e spaccio di droga, 16 arresti

L’Inps, in particolare, riconosce un contributo a totale o parziale copertura del costo sostenuto per la partecipazione ad un centro estivo diurno in Italia:

  • nelle mensilità indicate, della durata da un minima di una settimana (cinque giorni) ad un massimo di quattro settimane (20 giorni) anche non consecutive;
  • organizzato da un unico fornitore – che abbia le prescritte autorizzazioni di legge allo svolgimento delle attività – scelto dal richiedente la prestazione, che comprenda almeno le spese connesse alle attività ludico-ricreative-sportive previste, le spese di vitto (merende e pranzo), eventuali gite, e quant’altro previsto nel programma del centro estivo medesimo, nonché le previste coperture assicurative.

Bonus centri estivi 2022: quanto spetta per ogni figlio

L’Inps riconosce n. 3.000 contributi di importo massimo settimanale pari ad 100 euro, per un massimo di quattro settimane, anche non consecutive.

Leggi anche:  La libertà è sapere del limite

Il bonus per i centri estivi (qui come fare domanda) è incompatibile con le prestazioni dei Bandi Estate INPSieme in Italia 2022 ed Estate INPSieme all’estero e vacanze tematiche in Italia riservate a studenti delle scuole superiori 2022 e con contributi per il medesimo servizio eventualmente erogati
da altri enti o amministrazioni

Il contributo è riconosciuto e calcolato rispetto alla spesa effettivamente sostenuta dal richiedente. Il suo valore, erogabile in favore del beneficiario, è determinato in misura percentuale sull’importo più basso tra il contributo massimo erogabile (pari a 100 euro a settimana) e il costo settimanale del centro estivo, a carico del richiedente, in relazione al valore ISEE del nucleo familiare (qui come calcolarlo) di appartenenza, con percentuali di riconoscimento che variano dall’80% per i redditi superiori a 56 mila euro al 100% per quelli fino a 8 mila euro l’anno.

Per i giovani con disabilità, grave o gravissima, il bonus centri estivi 2022 verrà maggiorato di un ulteriore 50% a supporto di spese di assistenza dedicata durante il soggiorno, qualora sia correttamente selezionata nella pratica la casella relativa alla maggiorazione e le spese siano documentate nella fattura a saldo.

Leggi anche:  Torna X Factor, Tersigni 'mi ispiro a Fiorello'

I giorni fruiti presso il centro estivo diurno in periodo diverso da quello indicato nel bando on saranno presi in considerazione.

Graduatorie bonus centri estivi 2022

Il richiedente la prestazione, all’atto della presentazione della domanda di partecipazione al concorso, deve aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE ordinario o ISEE minorenni, laddove ne ricorrano le condizioni. L’attestazione ISEE riferita al nucleo familiare in cui compare il beneficiario è funzionale alla determinazione della posizione in graduatoria.

L’Inps, entro il 20 luglio 2022, pubblicherà sul sito istituzionale, nella specifica sezione riservata al concorso, la graduatoria (con l’indicazione degli ammessi con riserva). L’Istituto provvederà al pagamento degli importi dovuti entro il 31 dicembre 2022.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook