Bonus tende da sole: sconto fino al 100%, per chi ha eseguito questi lavori in casa

C’è ancora tempo per sfruttare il bonus tende da sole, da installare nella propria abitazione. Si tratta infatti di un’agevolazione compresa nel pacchetto di provvedimenti dell’Ecobonus, fruibile da tutti.

Non solo tendaggi però, in quanto è possibile installare anche tapparelle, schermature solari e veneziane.

È possibile recuperare fino al 100% dell’importo speso, l’importante è rispettare alcuni specifici requisiti che qui di seguito andiamo ad elencare.

Ecco dunque tutte le informazioni principali che riguardano questa agevolazione che permette di proteggere tutte le superfici vetrate della propria casa, in maniera tale da ridurre l’impatto della luce solare e il calore immagazzinato all’interno delle mura.

Come funziona il bonus tende da sole

Abbiamo già avuto modo di accennare in quale bonus rientrano le tende da sole, più nello specifico

Il bonus tende, insieme al bonus zanzariere, rientra nel bonus schermature solari ovvero tra le detrazioni dall’IRPEF.

Fa parte dell’Ecobonus, che permette di ottenere il 50% di detrazione fiscale, su un importo massimo di spesa pari a 60 mila euro. A tal proposito però è importante aggiungere anche un’altra informazione: il credito d’imposta si può cedere alla ditta incaricata del lavoro, pertanto è possibile ottenere uno sconto del 50% già direttamente in fattura.

Ma c’è di più. Infatti, la legge prevede che 

qualora l’esposizione della finestra, del balcone o del terrazzo da schermare sia rivolta a Sud o Sud-Ovest, è possibile annettere questo intervento a quelli trainati dal Superbonus.

In questo caso però, per poter avere anche le tende da sole in maniera gratuita, è indispensabile poter dimostrare di aver condotto già altre tipologie di lavori grazie al Superbonus, che risultino per l’appunto “trainanti” come ad esempio, la climatizzazione degli ambienti, l’isolamento termico oppure interventi finalizzati a ridurre il rischio sismico.

Leggi anche:  Così l'Avvocato del popolo ha elevato le voci sulla sua inadeguatezza al rango di questione internazionale

Ovviamente si tratta, come per tutto ciò che riguarda in generale gli incentivi edilizi statali, di lavori che non è possibile svolgere “in economia”, come si suol dire, ovvero con il fai da te.

È indispensabile, ai fini del rimborso delle spese, che un tecnico abilitato rediga l’asseverazione per certificare il rispetto dei requisiti, che il materiale riporti il marchio CE e che il fattore di trasmissione solare rientri nei parametri indicati dalla normativa, come riportiamo nel paragrafo successivo.

Come tutti sanno, lo sconto in fattura previsto per il Superbonus 110% è totale (al 100%) mentre usufruendo della detrazione fiscale, si recupera il 110% (il totale della spesa più il 10%, dal momento che il beneficio non è immediato bensì spalmato su dieci anni, tramite detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi).

Anche in questo caso, ai fini dell’ottenimento del bonus, è indispensabile che tutti i pagamenti relativi ai lavori risultino tracciabili.

Quali tende si possono detrarre, con il bonus tende 2022

È l’Enea a stabilire a monte quelli che sono i requisiti indispensabili per poter richiedere il beneficio del bonus, per recuperare le spese sostenute.

Ecco un elenco riepilogativo:

  • i beneficiari devono essere proprietari di villetta unifamiliare oppure di parti comuni in condominio, godere di nuda proprietà, essere inquilino o comodatario (questo per ciò che riguarda i privati cittadini. In realtà il bonus è previsto anche per le imprese)
  • le tende devono essere stabili ovvero non deve risultare possibile montarle e smontarle
  • devono collocarsi necessariamente a schermatura di una vetrata
  • il bonus copre l’installazione di un nuovo impianto o la rimozione totale di uno vecchio, per rimontarlo ex-novo. Non sono ammesse riparazioni o sostituzioni parziali
  • le tende da sole possono essere esterne ma anche interne
Leggi anche:  Gas, Italia valuta stato di allarme: cosa comporterebbe e cosa succede nel resto dell'Ue

Risultano escluse dal bonus, tutte le tende che hanno solo uno scopo decorativo. Infatti, per poter rientrare nei requisiti agevolabili, la tenda da sole in questione deve essere

un infisso o persiana, un frangisole o una tapparella o veneziana, essere pergole con tenda in tessuto oppure con lamelle orientabili.

Questo per ciò che concerne i materiali. Ma anche la schermatura deve rispondere a requisiti specifici: la più importante, è che la tenda non va installata a Nord, altrimenti non rientra nell’agevolazione. Quindi la schermatura è agevolabile solo se passa da est a ovest della casa, passando da sud.

La schermatura deve risultare mobile, cioè da poter aprire e chiudere, ma stabile, quindi non smontabile e si può posizionare all’esterno, all’interno oppure integrarla negli infissi.

Infine, si valuta la prestazione della tenda solare. Il fattore di protezione si misura in Gtot e per il bonus tende da sole, tale fattore deve risultare uguale o inferiore a 0,25.

Quando scade il bonus tende da sole

Il bonus è confermato fino al 2024, nel momento in cui ci riferiamo alla detrazione fiscale pari al 50%.

Infatti, queste spese sono detraibili fino al 31 Dicembre 2024, mentre dal 1° Gennaio 2025 il bonus verrà abbassato al 36%.

Una volta terminati i lavori, ci sono altre scadenze da rispettare. Innanzitutto, nell’arco dei 90 giorni successivi, si deve trasmettere all’ENEA la Scheda descrittiva dell’intervento. A tal fine, l’ente mette a disposizione una procedura telematica, direttamente sul sito web ufficiale.

Leggi anche:  Rimini, sconto sulla Tari a chi fa la differenziata, 126 mila euro per i rimborsi

Il riferimento va all’anno in cui sono terminati i lavori, per poter portare la detrazione in dichiarazione dei redditi, nel corso dell’anno successivo.

È evidente che tutta la documentazione va conservata per l’intero arco temporale d’interesse, avendo cura ogni anno di inserire la quota di detrazione spettante, nel modello per dichiarare il reddito.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook