Bonus trasporti, domanda fino al 31 dicembre 2022: come funziona lo sconto di 60 euro

Bonus trasporti, domanda entro la scadenza del 31 dicembre 2022. Si va verso l’avvio dello sconto di 60 euro previsto per gli abbonamenti a bus, metro e treni. Come funziona e chi può richiederlo? Requisiti, tempi e novità nel decreto del Ministero del Lavoro, dell’Economia e delle Infrastrutture.

Bonus trasporti, domanda entro la scadenza del 31 dicembre 2022.

Si va verso l’avvio della fase di richiesta dello sconto fino a 60 euro mediante l’apposito portale.

Come funziona e chi può richiederlo?

Ad illustrare criteri e modalità di attribuzione del bonus per gli abbonamenti a bus, metro e treni è il decreto attuativo firmato dal Ministero del Lavoro, dell’Economia e delle Infrastrutture.

Tra i requisiti per poterlo ottenere quello relativo al reddito: il bonus trasporti fino a 60 euro spetta ai titolari di reddito personale IRPEF non superiore a 35.000 euro per l’anno d’imposta 2021.

Bonus trasporti fino al 31 dicembre 2022: come funziona lo sconto di 60 euro

Il bonus trasporti previsto dal Decreto Aiuti è finalizzato a riconoscere un’agevolazione per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, ma anche per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Il bonus trasporti sarà pari al 100 per cento della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 60 euro.

Ad averne diritto saranno le persone fisiche con reddito personale IRPEF non superiore a 35.000 euro e si farà riferimento ai redditi del 2021, e quindi alle somme indicate in dichiarazione dei redditi 2022.

Il buono sarà utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento, sarà nominativo e non cedibile. La somma riconosciuta non costituirà reddito per il beneficiario e sarà esclusa dal calcolo dell’ISEE.

Leggi anche:  Calenda presenta 'Patto Repubblicano': Di Maio? Non so chi sia

Questi alcuni dei dettagli utili per capire come funziona il bonus trasporti. Le istruzioni specifiche sulle domande, da presentare entro la scadenza del 31 dicembre 2022, sono contenute nel decreto attuativo firmato dal Ministero del Lavoro, dal MEF e dal MIMS il 29 luglio 2022.

Bonus trasporti – il testo del decreto attuativo
Scarica il testo ufficiale del decreto contenente le istruzioni su come funziona e richiedere il buono fino a 60 euro

Bonus trasporti 2022: sconto fino a 60 euro per abbonamenti a bus, metro e treni

Il buono, pari al 100 per cento della spesa entro il limite di 60 euro per beneficiario, è riconosciuto per l’acquisto di un solo abbonamento (annuale, mensile o relativo a più mensilità) per:

  • servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale;
  • servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Non sarà possibile acquistare con il bonus trasporti abbonamenti a treni per servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Ciascun buono potrà essere utilizzato una sola volta, e quindi dovrà essere speso in un’unica soluzione anche per l’acquisto di abbonamenti relativi a più mensilità.

Bonus trasporti 2022: le istruzioni per richiederlo nel decreto attuativo

Il decreto attuativo fornisce i dettagli operativi su come funziona e soprattutto come richiedere il bonus trasporti.

I beneficiari dovranno presentare domanda entro il 31 dicembre 2022, a titolo personale o per conto di un minore, accedendo al portale dedicato www.bonustrasporti.lavoro.gov.it mediante SPID o CIE (carta d’identità elettronica).

Leggi anche:  'Aversa città chiusa', per molti ormai si è di fronte all'indifendibile

In sede di registrazione bisognerà autocertificare le seguenti informazioni:

  • nome, cognome, codice fiscale del beneficiario;
  • nel caso in cui il beneficiario sia minore, il richiedente, assieme al proprio codice fiscale, deve anche attestare che il minore sia fiscalmente a suo carico;
  • reddito complessivo del beneficiario conseguito nell’anno di imposta 2021 non superiore a 35.000 euro. Nel caso in cui il beneficiario sia minore, tale requisito deve sussistere in relazione al minore beneficiario del buono, a prescindere dal reddito del richiedente.

Nella domanda bisognerà inoltre indicare l’importo del buono richiesto tenuto conto della spesa prevista e indicare il gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato dal menù a tendina presente sul portale.

Le domande saranno ammesse fino ad esaurimento delle risorse disponibili e ciascun buono emesso sarà contrassegnato da un codice identificativo univoco, dal codice fiscale del beneficiario, dall’importo e dalla data di emissione e scadenza.

Bonus trasporti: come si utilizza? Un mese di tempo per spendere i 60 euro

Regole specifiche anche sulle modalità di utilizzo del buono di 60 euro.

Potrà essere speso presso un solo gestore dei servizi di traporto pubblico tra quelli selezionabili, ed entro il mese di emissione.

Se quindi ad esempio si presenta domanda a settembre, entro la fine dello stesso mese bisognerà utilizzare il bonus trasporti concesso. Trascorso il tempo a propria disposizione, il buono si annulla e nello stesso mese non sarà possibile fare una nuova domanda.

A livello operativo, per l’acquisto dell’abbonamento il beneficiario dovrà presentare al gestore il buono ottenuto e utilizzabile per il pagamento totale o parziale dell’abbonamento, entro il limite dei 60 euro riconosciuti.

Leggi anche:  Bonus disegni 2022/ Valorizzazione di disegni e modelli, fino a 60.000 euro

Bonus trasporti cumulabile con la detrazione IRPEF

Il bonus trasporti si affianca alla detrazione fiscale già prevista in relazione alle spese per l’abbonamento ai mezzi pubblici, che i contribuenti possono richiedere annualmente in dichiarazione dei redditi.

L’importo massimo della spesa detraibile è di 250 euro, e il rimborso riconosciuto è quindi pari ad un massimo di 47,50 euro.

Il decreto attuativo chiarisce un aspetto importante: le due agevolazioni saranno riconosciute in parallelo e, in particolare, la detrazione IRPEF potrà essere richiesta sulla spesa ulteriore sostenuta rispetto all’importo del buono.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook