Bonus TV/ Agevolazioni per passare al digitale risparmiando: chi ne può usufruire

Si aggiunge il Bonus TV che consentirà a determinati soggetti, di poter usufruire di sconti e agevolazioni per passare alla digitalizzazione pur non dovendo affrontare grosse spese economiche. Ma in che cosa consiste questo bonus?

Il Ministero dello Sviluppo Economico si è reso conto che non tutte le famiglie italiane sarebbero in grado di comprare una nuova televisione (soprattutto con questa velocità visti i nuovi adeguamenti), e né tanto meno un nuovo decoder. Ecco dunque,  la soluzione del Governo

Bonus TV: requisiti e modalità d’accesso

Ci saranno tre agevolazioni (una quarta in arrivo) che comprenderanno il bonus TV, ma soltanto per una determinata categoria di lavoratori.

Ecco innanzitutto, quali sono le agevolazioni previste:

Leggi anche:  Lega: 'Abonante peggio dello sceriffo di Nottingham, col M5S vuole una città fondata sul reddito di cittadinanza?'

  1. Un buono sconto di 30€ sull’acquisto di un nuovo decoder oppure di una nuova televisione: per usufruirne il reddito ISEE dev’essere inferiore o pari a 20 mila euro.
  2. Un bonus pari al 20% sul costo dell’acquisto di una nuova TV, dopo aver provveduto alla rottamazione di un televisore obsoleto: come già accennato, l’unico requisito è la rottamazione, visto che non sono previste altre restrizioni reddituali o patrimoniali.
  3. Decoder gratuito a domicilio soltanto per gli anziani. In questo caso è previsto il limite d’età, la cui accessibilità è garantita a gente che abbia più o un’età uguale ai 70 anni e il loro cedolino pensionistico non deve superare i 20 mila euro annui.

L’ultima (la quarta) agevolazione in arrivo e in aggiunta al bonus TV, riguarda tutte quelle persone che non solo si trovano in condizione economiche disagiate o mediocri, ma che vivendo in montagna oppure in zone poco raggiungibili, avrebbero non poche difficoltà di usufruire dei nuovi canali di frequenza.

Leggi anche:  Così la 'ndrangheta voleva prendersi la Spumador. Le minacce choc: 'Vengo lì e sparo, mettiamo fuoco'

Per quest’ultima agevolazione, il MISE e il Governo, starebbero ancora pensando a quale soluzione potrebbe essere idonea a risolvere tale problema. Nell’attesa però, consigliamo di mandare richiesta entro il 31 dicembre del 2022, prima che finiscano le risorse economiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Bonus spesa 2022/ Alcuni comuni hanno riconfermato i buoni, ma c'è tempo fino al 31 luglio

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook