Bonus verde, 1800 per il tuo giardino (no ISEE): ecco come!

Bonus verde: guida all’agevolazione da 1.800 euro per rimettere a nuovo il tuo giardino e ammodernare le recinzioni. Ecco come averlo senza limiti di reddito.

L’elenco dei bonus casa, ossia le misure legate all’edilizia e all’ammodernamento degli edifici, è stato confermato anche per l’anno corrente.

E, se alcune misure (come il Superbonus 110% ed il bonus facciate) sono attualmente interessati da modifiche rispetto al 2021, ci sono delle agevolazioni che sono rimaste immutate.

Soprattutto per quanto riguarda le cifre concesse, ma anche per ciò che concerne le modalità di erogazione.

Il bonus verde, di cui ci occuperemo nel dettaglio in questo articolo, non fa eccezione.

Se hai bisogno di un incentivo per mettere a nuovo le zone verdi esterne alla tua abitazione, questo è l’articolo che fa per te.

Scopriremo infatti insieme tutti i segreti del bonus verde: dai beneficiari alle regole normative, fino alla sua data di scadenza.

Bonus verde: in cosa consiste la misura da 1.800 euro totali

Per prima cosa, scoprirai cosa intendiamo esattamente con “bonus verde”. 

L’agevolazione, che ha un tetto massimo pari a 1.800 euro, ti consentirà di sistemare le aree verdi esterne ad un immobile di tua proprietà o in affitto.

Si tratta di una delle agevolazioni che, come già accennato, possiamo far rientrare tra i bonus edilizi connessi alle ristrutturazioni.

Tutte misure che il Governo ha introdotto nel tentativo di favorire il recupero degli immobili datati situati nella nostra Penisola.

Del bonus verde se ne occupa, nello specifico, l’Agenzia delle Entrate, alla quale dovrai far pervenire il tuo elenco spese.

Un elenco che ti darà diritto ad una percentuale fissa, che è propria del bonus verde: il 36%.

Ma ce ne occuperemo dopo. Per il momento, occupiamoci delle caratteristiche della misura.

A differenza delle altre agevolazioni legate alla ristrutturazione, questa particolare misura si riferisce solamente alle aree esterne.

Puoi cioè sfruttarla per rimettere a nuovo giardini e altre zone verdi, purché siano accessibili e sulle quali si può camminare.

Leggi anche:  Uragano si abbatte su Istanbul: 4 vittime, crolli e danni alle case

Bonus verde: per quali interventi è possibile ottenere 1.800 euro?

Ma scendiamo ancora più nel dettaglio. In questo paragrafo scoprirai quali sono con esattezza gli interventi per i quali puoi richiedere l’agevolazione concessa dal bonus verde.

Trattandosi di un bonus legato alle ristrutturazioni, è ovvio che dovrai provvedere a ristrutturare tutta l’area verde interessata per aver diritto al bonus verde.

Purtroppo, interventi di manutenzione ordinaria, come la semplice potatura del giardino, non danno diritto alla misura.

Solo gli interventi di manutenzione straordinaria fanno parte dell’agevolazione.

È possibile inserire nell’elenco spese da consegnare all’Agenzia delle Entrate innanzitutto le nuove installazioni che renderanno il giardino completamente differente. Ammesse, quindi, le costruzioni di pozzi e aree coperte.

Anche l’installazione di nuove recinzioni, oltre che la loro eventuale progettazione, fa parte delle spese ammesse per richiedere il bonus verde.

Così come fa parte delle possibili spese accettate anche la realizzazione di un giardino pensile.

Se hai intenzione di riprogettare il tuo giardino da capo, stravolgendolo completamente, puoi anche considerare l’agevolazione dell’acquisto di eventuali nuove piante.

Fanno parte delle spese che puoi inserire in elenco anche i compensi dei professionisti interpellati per l’intervento straordinario sul tuo giardino.

Infine, sono ammesse anche le opere che prevedono l’installazione di impianti che permettano di irrigare il giardino, oltre che gli interventi di recupero di aree verdi di interesse storico.

Bonus verde e balconi: attenzione alle spese non ammesse

Analizziamo adesso insieme le spese che non potrai inserire nell’elenco delle cifre agevolabili tramite il bonus verde.

Innanzitutto, ricorda che l’installazione di eventuali impianti sportivi non darà assolutamente accesso all’agevolazione.

Se, ad esempio, hai intenzione di installare un campo da calcio con relativo prato, tale installazione rientra tra le spese non ammesse.

Attenzione poi al fatto che, lo ribadiamo, la manutenzione ordinaria non darà diritto al bonus in questione. 

In secondo luogo, dovrai anche ricordare che il bonus verde non serve assolutamente ad agevolare lavori che hanno a che fare coi balconi di casa.

Leggi anche:  Aquacoltura, da AdriAquaNet innovative soluzioni

È vero, infatti, che il balcone è un’area esterna e che si può calpestare, ma manca un requisito fondamentale. Per accedere al bonus verde, l’area da mettere a nuovo deve essere a verde.

Se hai intenzione di ammodernare i tuoi balconi, quindi, dovrai richiedere un altro bonus: il bonus facciate.

Bonus verde: chi sono con esattezza i beneficiari della misura?

Se hai intenzione di realizzare un intervento di tipo straordinario sull’area verde legata al tuo immobile, vorrai sicuramente sapere se rientri tra i possibili beneficiari del bonus verde.

Cerchiamo quindi di analizzare la platea di coloro che potranno accedervi.

Ma anticipiamo subito che non esistono particolari criteri di esclusione per accedere al bonus in questione.

Tutti i cittadini regolarmente residenti e che possiedano (o che abbiano affittato) un immobile con giardino, possono accedere alla misura.

Inoltre, per richiedere l’agevolazione, dovrai necessariamente essere tu ad aver saldato le spese che inserirai in elenco.

Dunque, chiunque goda dell’abitazione alla quale il giardino appartiene può, in linea di massima, richiedere il bonus verde.

È però necessario che le spese che si intendono agevolare siano state pagate proprio dal richiedente, altrimenti il diritto di richiesta decade.

A parte questo requisito, non ci sono altre particolari richieste.

È possibile accedere al bonus verde senza presentare modello ISEE, dato che si tratta di un’agevolazione che non prevede limiti reddituali, come tutti i bonus casa.

Puoi anche richiedere l’agevolazione se vivi in condominio e se le aree verdi sono comuni a tutti i condomini.

Ovviamente, l’elenco spese presentato consentirà a tutti gli abitanti del condominio di ottenere una parte del bonus verde.

Ciascuno riceverà la propria porzione di bonus verde in base alla scala millesimale del condominio.

In questo particolare caso, la richiesta può essere presentata da colui che ha formalmente ricevuto l’incarico di amministratore del condominio stesso.

Bonus verde: cifre concesse e scadenze ufficiali

Per concludere, è opportuno analizzare con esattezza sia le esatte cifre che si possono ottenere col bonus verde, sia la sua data di scadenza.

Leggi anche:  Saccomanno (Lega); Pesante disagio dei produttori della cipolla 'Rossa di Tropea'

Partiamo con la questione delle cifre. Abbiamo definito il bonus verde come un bonus da 1.800 euro, tuttavia questa cifra dipende strettamente dal tuo elenco spese.

Infatti, come accennavamo ai paragrafi precedenti, potrai ottenere un rimborso delle spese pari al 36% del totale presentato in elenco.

Inoltre, la normativa stabilisce anche un tetto massimo della spesa che può essere sostenuta. Potrai cioè spendere fino ad un massimo di 5.000 euro per mettere a nuovo la tua area esterna a verde.

Ecco perché il bonus verde concede al massimo 1.800 euro. Ovviamente, se l’elenco spese che presenterai ha un importo inferiore a 5.000 euro, allora il bonus che otterrai sarà inferiore a 1.800 euro.

Per sapere con esattezza quanto otterrai, devi semplicemente calcolare il 36% delle spese.

Ricorda, poi, che l’importo che ti spetta verrà suddiviso in dieci rate uguali ed erogato per dieci anni come detrazione IRPEF.

Non si tratta quindi di un’agevolazione che prevede un accredito in forma di bonifico.

Per quanto riguarda, infine, la scadenza della misura, la Manovra 2022 l’ha fissata al 31 dicembre 2022.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook