Borsa e bond, un portafoglio a tre velocità per battere l’inflazione- Corriere.it

Molti imprenditori ricorderanno il 2022 come l’anno di una tempesta perfetta, che li ha colpiti simultaneamente nelle due dimensioni del patrimonio: quella personale o familiare e quella aziendale. Da un lato, i mercati hanno subto perdite a doppia cifra, sia nella componente azionaria che in quella a reddito fisso, portando in rosso anche i portafogli difensivi: scelta tipica di molti uomini d’azienda, che preferiscono concentrare i rischi nell’attivit d’impresa, privilegiando un approccio cauto nella gestione degli investimenti finanziari.

Dall’altro, i costi dell’energia, le fratture ancora irrisolte nelle catene di approvvigionamento globali e il rallentamento dell’economia rendono fosca la traiettoria dei mesi a venire per il giro d’affari delle loro aziende, destinate a fare i conti, con ogni probabilit, con una recessione. A destare maggiore preoccupazione, tra gli imprenditori, ovviamente lo stato di salute delle loro aziende: qui che concentrano e investono larga parte del proprio patrimonio. Se le cose vanno bene o male, cambia tutto. Per altro, c’ il rischio che in una fase negativa del ciclo economico, l’impresa si trasformi in un asset che, anzich generare ricchezza, l’assorbe, drenandola dal patrimonio di famiglia.

Le nostre ricerche dicono che il sentiment degli imprenditori tornato ai livelli di inizio pandemia, osserva Paolo Federici, market head di UBS Global Wealth Management in Italia. Spesso, gli imprenditori hanno bisogno di un supporto su entrambi i fronti: azienda e patrimonio personale. Le piccole e medie aziende italiane, noto, sono sottocapitalizzate. Hanno bisogno di diversificare la fonte di accesso ai capitali, di aprirsi a canali alternativi a quello del credito bancario, attingendo con pi fiducia anche alla finanza straordinaria. Nel 2022 abbiamo fatto il doppio delle operazioni rispetto all’anno scorso, tra operazioni di M&A industriale e ingresso nel capitale da parte di fondi di private equity. La crescita dei mercati privati, del resto, sta facendo fluire molte pi risorse a favore delle aziende non quotate, dice ancora Federici.

Leggi anche:  The Unlikely Murderer, dal 5 novembre su Netflix
L’idea

I private market, d’altra parte, sono una possibile soluzione anche per gli investimenti finanziari: da una parte — spiega Federici — intercettano facilmente l’interesse degli imprenditori, perch li portano a investire nell’economia reale, che la cosa che sentono di saper fare meglio. Dall’altro lato, osserva, i mercati illiquidi, negli ultimi 20 anni, hanno stabilmente consegnato un extra-rendimento rispetto agli asset quotati. Offrono argomenti convincenti, a maggior ragione in questa fase di mercato complessa. Infine, aiutano gli investitori a non commettere l’errore che potrebbe costare caro: quello di accorciare irrazionalmente l’orizzonte temporale delle loro decisioni. Avere troppa liquidit parcheggiata sul conto, oggi, con un’inflazione vicina al 10%, ha implicazioni serie: distrugge tanto valore.

Leggi anche:  Il Paradiso delle Signore 6, Umberto ha ingannato Flora?

Ogni risparmiatore dovrebbe pianificare i propri investimenti su tre sotto-portafogli: il primo con un orizzonte fino a tre anni, per gestire le esigenze di liquidit della vita quotidiana. Il secondo, quello per la longevit, va tarato sui bisogni che si materializzeranno lungo il corso della vita, con un orizzonte di medio-lungo termine: dall’acquisto di un’eventuale seconda casa alle spese per la salute, fino al pensionamento. Il terzo sotto-portafoglio quello destinato al lascito: sar trasmesso alle future generazioni. I mercati privati si prestano bene ad interpretare i bisogni dei due portafogli per la longevit e per il lascito agli eredi, dice.

D’altra parte, la gestione del patrimonio finanziario deve essere sempre integrata con quella del business aziendale. Se l’azienda esposta a un certo tipo di rischio — argomenta Federici — il portafoglio va posizionato in modo da creare una decorrelazione rispetto all’andamento dell’attivit aziendale. Secondo il top manager, gli imprenditori hanno soprattutto bisogno di qualcuno che li aiuti a mettere correttamente a fuoco il futuro, l’evoluzione delle tendenze globali che hanno impatto sia sul patrimonio finanziario, che sulla vita aziendale. Da una parte, bisogna trovare il coraggio di guardare oltre il qui e ora dei mercati finanziari, cavalcando tendenze di lungo termine, come quello della sicurezza energetica, della robotica e della cybersecurity. Dall’altro, sul fronte aziendale, li aiutiamo a prepararsi a quelle che, secondo noi, sono le cinque sfide strategiche dei prossimi 10 anni per le imprese: salvaguardare le supply chain (catene di fornitura ndr), sviluppare resilienza attraverso le crisi, promuovere la diversit e l’inclusione sul posto di lavoro, accelerare la trasformazione digitale, restare al passo con i cambi di preferenze dei consumatori, conclude.

Leggi anche:  Oroscopo Paolo Fox - domani giovedì 7 gennaio 2021 - Previsioni per Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News