Botti di Capodanno, sono pericolosi? Tutti i rischi

Condividi articolo tramite:

I botti di Capodanno sono un tema ricorrente in questi ultimi giorni. Vediamo quanto sono pericolosi ed i rischi che questi comportano.

Botti di Capodanno (AdobeStock)

La notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio siano sempre testimoni di momenti di alta follia, dove spesso siamo testimoni di eventi clamorosi, come quando è volato un frigorifero da un balcone a Taranto. Adesso con l’avvicinarsi della serata di San Silvestro, tantissimi si chiedono quali sono i rischi dei botti di Capodanno.

Come tutti gli anni dopo Natale molti sindaci decidono di firmare il divieto dei botti, per evitare pericoli ad essi associati. Sono ricorrenti infatti le notizie di infortuni legati a petardi e simili durante la notte di Capodanno. Ecco quali sono i rischi.

Capodanno, botti e petardi spaventano gli uccelli: fulminati dai fili dell’alta tensione

Botti di Capodanno, tutti i rischi

I fuochi d’artificio fai-da-te sono belli, ma pericolosissimi. Così come sono elevati i rischi legati ai petardi, amati soprattutto dai più giovani che si divertono a spararli dopo la mezzanotte, spesso anche prima. Tuttavia è importante tenere in considerazione quali sono i rischi di questa pratica diffusa.

Leggi Anche |  Recovery: Meloni, per maggioranza Roma non è priorità

Tra i pericolo più elevati c’è quello del capovolgimento del petardo o dei fuochi d’artificio. Questo può portare non solo ad infortuni gravi, ma persino alla perdita della vita in casi estremi.

Di grande allarme sono anche i fuochi inesplosi o esplosi prematuramente per via di ordigni difettosi. È fondamentale per questo tenere sempre la distanza di sicurezza, per evitare di incappare in eventi tragici.

Fuochi esplosi parzialmente possono rivelarsi pericolosi perché possono riaccendersi dopo qualche minuto. In questo caso non bisogna mai avvicinarsi per riaccendere la miccia, ma è importante tenersi lontano dall’oggetto.

Botti e petardi diretti verso le persone, questo capita spesso quando le condizioni climatiche sono avverse. Quando c’è vento forte le scintille possono colpire le persone intorno, per questo si sconsiglia di accedere i fuochi quando il tempo è incerto.

Leggi Anche |  Silk Faw, 34 ettari Garanzie di assunzione e collegamenti verdi

Si consiglia di acquistare i botti presso i rivenditori autorizzati, in quanto i fuochi sono controllati e più sicuro rispetto ad altri. In caso di incidenti bisogna recarsi immediatamente al pronto soccorso.

Botti di Capodanno, non solo le persone sono a rischio

Oltre alle persone, i fuochi d’artificio ed i botti utilizzati l’ultimo giorni dell’anno non sono un pericolo solamente per l’essere umano. Sono un rischio anche per gli animali, principalmente per i cani.

Tragedia di Capodanno: lo scoppio improvviso e vita spezzata troppo presto

Gli “amici a quattro zampe” infatti sono sensibili ai rumori provocati dai botti, per questo sono spaventati. Molti di loro sono tentati di scappare e non rimanere nelle mura domestiche, anche per questo c’è il rischio di un loro smarrimento o che possano essere investiti.

Leggi Anche |  Dati Covid falsi dalla Regioni, Conte spiega tutto

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: