Carige, Tribunale Ue annulla decisione Bce sul commissariamento- Corriere.it

Il Tribunale Ue del Lussemburgo ha deciso di annullare la decisione della Banca centrale europea che ha posto Banca Carige in amministrazione straordinaria, ritenendo che Francoforte sia incorsa in un errore di diritto nella determinazione della base giuridica usata per decidere. La sentenza arrivata in risposta al ricorso basato sull’articolo 263 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, presentato da Francesca Corneli, azionista di minoranza di Carige, che chiedeva l’annullamento della decisione della Bce.

Cosa successo

Poich la banca aveva accumulato perdite per oltre 1,6 miliardi di euro tra dicembre 2014 e il primo gennaio 2019, la Banca centrale europea aveva adottato una misura d’intervento che fissava degli obiettivi da raggiungere tra il 2017 e il 2019 per i prestiti deteriorati e la relativa copertura. Le attivit poste in essere dalla banca per i raggiungere questo obiettivo non avevano dato risultato. Nel corso dell’assemblea generale del 22 dicembre 2018 gli azionisti che detenevano il 70% delle quote si erano opposti all’aumento di capitale. Una situazione che ha portato alle dimissioni del presidente, del vicepresidente, del direttore generale e della maggioranza dei consiglieri d’amministrazione, facendo decadere il consiglio di amministrazione.

Leggi anche:  "Belen? Quel gesto a Verissimo è ammirevole": i complimenti di Costanzo

La decisione della Bce

Il primo gennaio 2019, data la situazione, la Bce ha deciso di porre la banca in amministrazione straordinaria con i seguenti effetti: scioglimento del consiglio di amministrazione della banca e sostituzione dei vecchi membri con tre amministratori temporanei che erano stati presidente del consiglio di amministrazione e direttore generale dell’Istituto, scioglimento del comitato di vigilanza della banca e sostituzione degli ex membri con altre tre persone, assegnando loro il compito di adottare le misure necessarie per garantire che la banca si conformi nuovamente ai requisiti patrimoniali in modo duraturo. In seguito, sempre Francoforte, ha deciso di prorogare l’amministrazione straordinaria fino al 31 gennaio 2020. Il Tribunale Ue ha rilevato un errore di diritto nella determinazione della base giuridica usata per adottare la decisione della Bce, non si pronunciato invece sulle successive proroghe. La Bce avr ora due mesi e dieci giorni per impugnare la sentenza, davanti alla Corte di giustizia dell’Unione europea.

Leggi anche:  La strada del silenzio: quante puntate ha?

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Manuel Bortuzzo, l’amara confessione: “Ad oggi non posso avere figli”

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News