Carta acquisti, prossima ricarica: quando arrivano gli 80

La Carta acquisti è una misura messa in campo dal governo per sostenere le famiglie che si trovano in difficoltà economiche ad affrontare alcune delle spese quotidiane fondamentali, come la spesa alimentare, ma anche il pagamento delle bollette. 

Si tratta di un aiuto essenziale, specialmente oggi in un periodo di fortissimi rincari che pesano sulle spalle di tutte le famiglie. 

La ricarica della carta elettronica (anche conosciuta come social card) avviene ogni due mesi da parte di Poste Italiane. Le famiglie hanno, dunque, a disposizione 40 euro al mese (con accredito di 80 euro a copertura bimestrale) per usufruire degli sconti e delle agevolazioni appositamente dedicate ai titolari della carta presso negozi alimentari e farmacie e che vengono raccolti nella sezione apposita del sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF). 

L’ultima ricarica è stata a maggio, a copertura dei mesi di maggio e giugno. Questo mese, dunque, non sono previste ricariche per la social card e per ottenere il prossimo pagamento è necessario aspettare fino a luglio. 

Le date della ricarica non seguono un calendario preciso, ma, stando a quanto successo negli ultimi mesi, è già possibile immaginare quando arriverà il prossimo pagamento. 

Vediamo, allora, quanti sono i pagamenti del 2022 e quando è attesa la prossima ricarica della Carta acquisti. 

Ricarica Carta acquisti 2022: come funziona, a chi spetta e importi

La Carta acquisti è un’agevolazione che può essere richiesta anche nel 2022 da parte di alcune particolari categorie di cittadini. Questa carta, del tutto simile a una qualsiasi carta elettronica (da non confondere, però, con la carta RdC per i beneficiari del reddito di cittadinanza), è riservata a:

cittadini con età pari o superiore ai 65 anni; bambini minori di 3 anni (in questo caso, la carta viene affidata ai genitori o tutori). 

Si tratta di un aiuto economico, il cui obiettivo è sostenere i cittadini che si trovano in difficoltà economica a sostenere le spese di tutti i giorni. Per questo motivo, alla barriera d’ingresso per la richiesta della Carta acquisti vi è la certificazione ISEE, la quale non può superare 7.120,39 euro. 

Leggi anche:  Road to Halloween: “Hellraiser”

La carta viene periodicamente ricaricata da Poste Italiane, con i pagamenti gestiti da INPS. Il pagamento, però, non viene corrisposto ogni mese, bensì ogni due mesi. I beneficiari della carta hanno dunque a disposizione un importo di 40 euro al mese (80 euro accreditati ogni due mesi). 

Ricarica Carta acquisti: quante ricariche si ricevono nel 2022

Dal momento che, come abbiamo visto, la carta viene ricaricata ogni due mesi con un importo di 80 euro, i pagamenti durante l’anno sono complessivamente 6 (da gennaio a novembre 2022). 

Il primo pagamento della Carta acquisti è stato, infatti, accreditato nel mese di gennaio, a copertura dei mesi sia del primo mese dell’anno, ma anche di febbraio. In questo caso, per ottenere il primo pagamento è stato necessario aggiornare il modello ISEE. 

A marzo, poi, c’è stata la seconda ricarica dell’anno e, in questo caso, gli 80 euro potevano coprire il mese di marzo e il mese di aprile. 

L’ultimo pagamento, finora, della social card è arrivato, secondo tale meccanismo, durante il periodo di maggio. In questo caso, la ricarica ha subito un ritardo. I beneficiari hanno ottenuto gli 80 euro di copertura per il mese di maggio e giugno solo a partire dal 20 maggio. Non è chiara la causa di tale ritardo: i pagamenti vengono erogati da Poste, ma sono gestiti dall’Istituto di Previdenza Sociale. 

Quando arriva la prossima ricarica della Carta acquisti e sono previsti ritardi?

Essendo stati accreditati gli 80 euro della Carta acquisti durante il mese di maggio, e tenendo sempre conto che la carta viene ricaricata a cadenza bimestrale, la prossima ricarica arriverà a luglio 2022. 

Non è facile prevedere la data esatta del pagamento, soprattutto considerando i ritardi che si sono verificati con lo scorso pagamento: 

in linea generale, la Carta acquisti viene ricaricata durante la prima metà del mese (il pagamento di gennaio è partito intorno al 10, mentre quello di marzo durante la prima settimana del mese). 

In linea teorica, e sempre che non si verifichino incomprensioni tra INPS e Poste Italiane, la ricarica della Carta acquisti di luglio dovrebbe arrivare entro le prime due settimane del mese. È chiaro, però, che se si dovessero presentare intoppi, a causa di INPS o di Poste, il pagamento potrebbe subire uno slittamento. 

Leggi anche:  Terza dose over 40 in Toscana: quando la prenotazione del vaccino

In ogni caso, a breve vediamo i diversi metodi messi a disposizione per verificare il saldo della carta. Un eventuale ritardo, comunque, non dovrebbe protrarsi per più di una settimana. Se, quindi, i soldi dovessero tardare molto ad arrivare, il consiglio è contattare l’Istituto e richiedere informazioni. Questo, però, non prima di aver verificato di essere ancora in possesso dei requisiti che danno diritto alla social card. 

Qualora il titolare della carta non dovesse essere più in possesso di uno o più requisiti, il pagamento non verrebbe più accreditato. Se, invece, si ha la sicurezza di poter ancora ricevere le ricariche della Carta acquisti, è il caso di contattare l’INPS tramite i canali online e offline dell’Istituto (per esempio, il servizio online INPS Risponde oppure chiamando il Contact Center). 

Quello di luglio 2022 sarà il quarto pagamento dell’anno. A questo seguiranno solo le ricariche dei mesi di settembre (80 euro per settembre e ottobre) e di novembre (80 euro per novembre e dicembre 2022). 

Come controllare il saldo della Carta acquisti e verificare di aver ricevuto la ricarica

Considerando i recenti ritardi per il pagamento, è sempre bene conoscere i metodi per verificare di aver ricevuto la ricarica della Carta acquisti. Esistono, infatti, diversi modi che permettono di controllare se il pagamento è stato accreditato, alcuni online e altri offline. 

In particolare, l’avvenuta ricarica della social card può essere verificata: 

tramite il Fascicolo Previdenziale del Cittadino, collegandosi al sito dell’INPS; tramite ATM presenti all’esterno degli uffici postali; attivando il servizio di comunicazione del saldo di Poste Italiane. 

Per quanto riguarda la prima modalità di controllo del saldo, è importante ricordare che per effettuare l’accesso al sito dell’INPS è fondamentale essere in possesso di un’identità digitale (si può accedere con SPID, con la Carta d’Identità Elettronica o con la CNS se attivata). 

Leggi anche:  Mattarella e quei due, orwelliani, minuti dell'odio

È possibile, poi, verificare il saldo tramite ATM, scegliendo l’opzione “saldo della Carta”. In questo caso, va ricordato che all’inserimento della carta verrà richiesto il PIN. È quindi fondamentale averlo con sé al momento della verifica. 

Come richiedere il servizio di comunicazione del saldo della Carta acquisti

Infine, un altro metodo per verificare il saldo della Carta acquisti e, quindi, scoprire se la ricarica è avvenuta, è attivare il servizio di comunicazione del saldo di Poste Italiane. 

In sostanza, è possibile attivare le comunicazioni legate al saldo della carta tramite SMS. Per farlo, è necessario chiamare il numero verde 800.666.888. Alla telefonata risponderà una voce registrata che guiderà l’utente verso le azioni utili per l’attivazione del servizio:

l’utente dovrà indicare un numero di cellulare sul quale intende ricevere le successive comunicazioni relative alla ricarica della Carta acquisti.

Una volta attivato il servizio, infatti, ogni comunicazione relativa al saldo o anche ad ogni acquisto effettuato con la social card, verrà inviata tramite SMS. 

Il servizio di lettura telefonica del saldo è, invece, disponibile chiamando il numero verde 800.666.8881. 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook