Case popolari e caro bollette, un bonus per aiutare gli assegnatari in difficoltà economica

Nelle case popolari di Bologna arriva un bonus sociale straordinario per aiutare contro il caro energia gli assegnatari con maggiori difficoltà economiche. L’iniziativa è messa in campo da Acer insieme al Gruppo Hera. Nello specifico, viene introdotto un importo integrativo al bonus ordinario: 405 euro per famiglie fino a quattro componenti; 566 euro per le famiglie più numerose.

Chi e come può essere richiesto il bonus (ordinario e integrativo)

Come quello ordinario, anche il bonus integrativo viene riconosciuto su base volontaria da Hera e potrà essere richiesto da tutti i nuclei famigliari con contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale servito dal teleriscaldamento che abbiano questi requisiti: Isee fino a 12.000 euro; con quattro o più figli a carico e Isee fino a 20.000 euro; beneficiari di pensione o reddito di cittadinanza. “Gli inquilini Acer che risultano in possesso dei requisiti per avere i bonus non devono fare nulla – precisa il presidente di Acer, Marco Bertuzzi – è Acer stessa che raccoglie e invia l’elenco degli aventi diritto a Hera.

Leggi anche:  Elezioni 2022, Gelmini a Calenda: "Io ci sono, vediamoci"

Il bonus verrà riconosciuto entro il 30 settembre. Accogliamo con grande soddisfazione l’impegno di Hera ad assicurare un sollievo alle famiglie con maggiori problemi economici in un momento in cui il costo delle bollette è diventato un allarme sociale. In attesa di sviluppare le comunità energetiche e i gruppi di auto-consumo collettivo, riteniamo che questa misura rivolta a tanti utenti che vivono nelle case popolari sia segno dell’impegno delle istituzioni e del dialogo proficuo che si è creato tra le partecipate del Comune di Bologna per dare un aiuto vero, concreto e immediato a una fascia di popolazione in forte difficoltà”. 

Ad oggi, gli utenti a cui Acer contabilizza i costi del teleriscaldamento sono 2.128 in tutto, di cui 1.493 locatari e 535 proprietari. I bonus fatturati da Hera sulle bollette gestite da Acer, invece, hanno riguardato 587 utenti nel 2020 per 86.715 euro (a fronte di un costo annuo della fornitura 2.278.546 euro) e 594 utenti nel 2021 per 75.110 euro (su 1.914.669 euro).

Leggi anche:  La villa al mare confiscata al re del narcotraffico diventerà centro per disabili - Senza Colonne News - Quotidiano di Brindisi

(Dire) 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Imperia: oggi il 248° anniversario della Guardia di Finanza, ecco tutti i risultati della Gdf provinciale

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook