Cdp punta a 5,3 miliardi di euro per le startup nel 2024- Corriere.it

«Il venture capital sta dando in Italia segnali di vitalità. Siamo indietro rispetto all’Europa, ma stiamo registrando una accelerazione». Il confronto è con la Francia, che impiega già 9 miliardi all’anno in giovani aziende innovative. Per questo il ceo di Cassa Depositi e Prestiti, Dario Scannapieco, è convinto che «serva una narrazione diversa». Per questo il braccio hi-tech del gruppo da lui amministrato, Cdp Venture Capital, punta ad arrivare al 2024 con oltre 5,3 miliardi di capitali gestiti dagli 1,8 attuali: 3,5 miliardi in più in arrivo da Patrimonio Rilancio (2 miliardi), Pnrr (550 milioni) e da altri investitori (un miliardo). Le nuove munizioni saranno così ripartite: 1,5 miliardi «per potenziare l’infrastruttura indiretta del venture capital», un miliardo per per presidiare le fasi di growth e late stage del sistema di venture capital lanciando ad esempio il fondo Large Capital; e un miliardo per investire in settori e tecnologie strategici per il Paese come aerospazio e LifeScience. Complessivamente Cdp Venture Capital prevede che il mercato italiano raggiungerà i 4 miliardi di investimenti annui nel 2025 dagli attuali 2, con 100 mila occupati diretti dai 20 mila attuali. «Abbiamo nove team di investimento. Siamo arrivati a 938 milioni di investimenti deliberati e a 22 fondi di Venture Capital finanziati da Cdp, ma gestiti da terzi — ha aggiunto Enrico Resmini, ad di Cdp Venture Capital —. Il 65% di questi fondi sono nuove Sgr che hanno deciso di avviare attività in questo settore, con un “effetto leva” di 2,7 euro per ogni euro messo da Cdp, vale a dire un importante trascinamento».

Leggi anche:  Primavera 2022: svelato il palinsesto del prime time

Sfide

«Il settore del Venture Capital deve puntare a essere sostenibile e a soddisfare i bisogni delle persone. La sfida ambientale ad esempio richiede lo sviluppo di tecnologie e innovazione — osserva Andrea Montanino, direttore Strategie Settoriali e Impatto di Cassa Depositi e Prestiti —. Significa usare le materie prime più volte, puntando dunque su riuso e riciclo, e servono di conseguenza aziende che investano nell’innovazione su questi ambiti. L’Italia è povera di materie prime, la capacità di riusarle più volte diventa importante. Ma la sfida della crescita sostenibile è anche l’aumento della produttività. Il Venture Capital è un formidabile contributore alla crescita della produttività, permette alle idee di diventare aziende. Siamo l’ottava nazione al mondo per pubblicazioni scientifiche, c’è tanta ricerca che non diventa azienda. Il settore del Venture Capital attrae investimenti per questo sviluppo, dove è forte il settore importa dall’estero anche due terzi del capitale».

Leggi anche:  Il commissario Ricciardi: intervista a Lino Guanciale (Ricciardi)

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  É sempre mezzogiorno | Ricette | Puntata 14 febbraio 2022

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News