Categorie
Attualità

Cernobbio, l’ologramma di politici ed economisti assenti per Covid al forum Ambrosetti

Condividi Tramite:


Quando non si pu prendere parte a un evento si dice scherzosamente sar presente con lo spirito. A Cernobbio al Forum di The European House Ambrosetti quest’anno ci sar davvero lo spirito dei relatori assenti per Covid. Sar uno spirito tecnologico, fatto in 3D. Pi precisamente, un ologramma. Compariranno in questo modo sul palco della tre giorni del tradizionale workshop di Villa d’Este giunto alla sua 46esima edizione, dal 4 al 6 settembre, molti personaggi che solitamente calcano i marmi e le terrazze dell’hotel sul lago di Como e che quest’anno non sono potuti arrivare per le restrizioni legate alla pandemia di Coronavirus: tra questi l’ex candidata alla presidenza degli Stati Uniti Hillary Clinton, l’ex consulente della Casa Bianca John Bolton, l’ex segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon, la virologa Ilaria Capua, il presidente di Microsoft, Brad Smith, il governatore della Banca centrale cinese, Yi Gang. Terranno i loro interventi dall’altra parte del mondo ma sul palco apparir la loro replica hi-tech a grandezza naturale. Un modo per esserci senza sfidare il Coronavirus. Altri relatori non presenti fisicamente potrebbero aggiungersi all’elenco degli ologrammi, come l’economista Nouriel Roubini, il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans, la ministra spagnola dell’Economia Nadia Mara Calvio, il ministro russo dell’Industria, Denis Manturov. In videoconferenza ci sar invece, venerd, il presidente francese Emmanuel Macron, mentre si sta ancora studiando la modalit di collegamento del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per il suo tradizionale saluto ai lavori.

Presenze contingentate

anche un ingegnoso modo trovato dagli uomini di Ambrosetti per distanziare i relatori, dato che la sala dei lavori, per quanto capiente, non pu garantire la distanza di sicurezza ai 7-8 relatori che di solito affollano il palco. Pi in generale sar un Cernobbio dagli spazi e dai movimenti scanditi dalle rigide misure di prevenzione anti-Covid, a cominciare dal numero di giornalisti ammessi fisicamente: circa 60 rispetto ai 300-400 che solitamente sciamano per Villa d’Este. Spazi contingentati anche per relatori e partecipanti alla tre giorni scandita, come da tradizione, tra dibattiti sugli scenari globali — con focus sulle elezioni presidenziali americane — nella giornata di venerd, i temi europei il sabato e l’agenza politica italiana la domenica.

L’Europa e il Mediterraneo

Nella tre giorni gli ospiti di Cernobbio potranno comunque consolarsi con la presenza fisica di praticamente tutto il governo italiano, chiamato a spiegare le prospettive per il Paese e le strade per il rilancio dopo la crisi causata dal lockdown come l’uso dei 209 miliardi del Recovery Fund, la riforma fiscale, gli aiuti alle imprese, il rinnovato ruolo dello Stato nell’economia. L’agenda provvisoria prevede venerd mattina il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio e il presidente libico (di Tripoli) Fayez al Serraj; per sabato si attende ancora la conferma del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, mentre saranno presenti il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire (anch’egli presenza ormai fissa a Cernobbio), il commissario Ue Paolo Gentiloni, l’Alto rappresentante Ue per gli affari esteri e la sicurezza, lo spagnolo Josep Borrell, il viceministro tedesco delle Finanze, Jorg Kukies, il direttore del Mes (fondo salva-Stati), Klaus Regling.

Mezzo governo a Villa d’Este

Domenica gran finale con i ministri dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, della Giustizia, Alfonso Bonafede, dell’Interno Luciana Lamorgese, dell’Innovazione Paola Pisano, del Lavoro, Nunzia Catalfo, delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, e dell’Economia, Roberto Gualtieri. Presente anche il segretario della Lega, Matteo Salvini e il leader olandese del partito della libert.

La tecnologia

Ai partecipanti al forum, sia in sala sia collegati in streaming con un complesso sistema di videoconferenza messo in piedi da Cisco (il colosso Usa che ha messo a disposizione la tecnologia per gli ologrammi), che installer in casa o in ufficio di ogni partecipante un terminale con maxi schermo per poter interagire con la sala come se fosse presente fisicamente. Con il vantaggio di non dover indossare la mascherina.

Potrebbe interessarti anche...