Come chiedere il rimborso in caso di errori sulle imposte indirette e IVA

Nel caso in cui si sono versate più imposte del dovuto si può chiedere il rimborso anche per le imposte indirette e l’IVA.

L’erogazione del rimborso avviene di solito tramite versamento di un bonifico su un conto corrente postale o bancario.

rimborso
Canva

Nel caso in cui il rimborso non andasse a buon fine il contribuente potrà presentare una domanda per ottenere le somme che gli spettano.

Come chiedere il rimborso in caso di errori sulle imposte indirette e IVA

La domanda di rimborso per le imposte indirette (quindi per quella di registro, bollo, successioni e donazioni) si deve presentare entro 36 mesi dalla data del versamento eccedente. Le modalità sono simili a quelle per le imposte dirette descritte nell’articolo “Tasse pagate in più per errore? Ecco come chiedere il rimborso”.

Leggi anche:  La candidata del M5S alle primarie: 'Porto freschezza, no al dialogo con chi denigra il reddito di cittadinanza'

Invece, l’iter per chiedere il rimborso dell’IVA è un po’ più complesso. Infatti, in questo caso, deve essere richiesto nella dichiarazione IVA annuale (compilando i quadri VX e VR) oppure in quella trimestrale compilando il modello IVA TR.

La richiesta sarà eseguita in modalità telematica inserendo nella apposita sezione le informazioni relative all’importo del credito. Invece, il versamento sarà versato sul conto fiscale intestato al titolare della partita IVA. Però, qualora avesse cessato la sua attività l’accredito sarà sul conto corrente.

Nello specifico, fino a 2.582,28 euro non è ammesso nessun rimborso, infatti la domanda è ammessa a partire da questo importo entro i 30mila euro. Attenzione però ai rimborsi superiori ai 30mila euro perché possono essere condizionati dalla presenza di una garanzia, come la fideiussione bancaria o assicurativa.

Leggi anche:  Meloni lancia il totoministri, Salvini conquista la Rai e nel Pd è la Cambogia: 'Letta non vuole straperdere...'

Inoltre, è possibile ottenere l’anticipo del rimborso tramite banche convenzionate e con una agevolazione dei tassi di interesse. In questo caso, però, il credito IVA deve presentare una attestazione di certezza e liquidità rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, Direzione centrale servizi fiscali.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

  1. Telegram – Gruppo
  2. Facebook – Gruppo

Riguardo alla prescrizione essa avviene sia dopo due anni sia dopo dieci anni.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Carrefour, sapevi che puoi averla gratuitamente? La promozione sta facendo gola a milioni di donne: il motivo

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News