Concluso il Consiglio nazionale del M5s, non è escluso un nuovo contatto tra Giuseppe Conte e il presidente Draghi

Giuseppe Conte

Dopo oltre cinque ore si è concluso il Consiglio nazionale del Movimento cinque stelle, convocato per decidere la posizione in vista del voto di fiducia di domani, nell’Aula del Senato, sul decreto legge Aiuti. A quanto si apprende, non si sarebbe ancora arrivati ad una decisione finale. Alle 20, infatti, è fissata una riunione tra il presidente del M5s, Giuseppe Conte, ed i senatori e i deputati pentastellati. Non escluso, nelle prossime ore, un nuovo contatto tra Conte ed il capo dell’esecutivo, Mario Draghi.

Nessuna decisione è stata ancora presa, ma nel corso del consiglio nazionale – secondo quanto si apprende da fonti interne – prende forza la possibilità che i senatori pentastellati possano lasciare l’Aula domani. Probabilmente, l’ultima parola sull’atteggiamento da tenere domani, arriverà questa sera. L’incontro con i parlamentari M5s della Camera Alta è previsto al termine dei lavori dell’Aula del Senato che nel tardo pomeriggio, dalle 18.30, prevede l’informativa del ministro per le Politiche agricole, Stefano Patuanelli, sulla siccità.

Leggi anche:  Affossato il Governo Draghi, che destra……

Il decreto Aiuti è stato contestato a più riprese dal Movimento per alcuni dei provvedimenti in esso contenuti, in particolar modo per quanto riguarda Reddito di cittadinanza, Superbonus 110 per cento e la realizzazione di un termovalorizzatore a Roma. In occasione del voto alla Camera, il M5s aveva votato la fiducia ribadendo però di “attendere delle risposte” dal presidente Draghi.

Da palazzo Chigi, il presidente Draghi, durante la conferenza stampa di ieri, ha chiarito che “un governo con gli ultimatum non lavora, a quel punto perde il suo senso di esistere” e che “se riesce a lavorare continua, se non riesce a lavorare non continua”. Nella lettera consegnata dal presidente del Movimento 5 stelle “ho trovato molti punti di convergenza con l’agenda di governo”, ha continuato Draghi, sottolineando che “ho già detto che per me non c’è un governo senza il Movimento 5 stelle” e che “non c’è un governo Draghi diverso da quello attuale”. Sul possibile rinvio alle Camere del governo, in caso di un mancato appoggio del M5s al Senato sul decreto Aiuti, il premier si è limitato a rispondere che “bisogna chiedere al presidente della Repubblica”.

Leggi anche:  Analisi Tecnica: Future E - mini S&P 500 del 16/06/2022

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Prende il reddito di cittadinanza, ma spaccia per arrotondare: straniero in manette

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook