Notizie H24

Scopri tutti gli aggiornamenti e le notizie del giorno in tempo reale!

Corsair One a100 | Recensione

Condividi Tramite:


Nel mondo PC gli appassionati sono soliti assemblare le proprie macchine, oppure – se non si sentono del tutto sicuri nel farlo – si affidano a negozi specializzati. Negli ultimi anni però i vari OEM hanno sfornato prodotti decisamente interessanti, che hanno ben poco da invidiare agli assemblati. È il caso del Corsair One a100, un PC progettato dalla casa californiana per racchiudere i migliori componenti del momento in un case estremamente compatto.

Dando uno sguardo alla scheda tecnica, è facile notare come questo Corsair One a100 sia molto più vicino a un PC “custom” che a un preassemblato di quelli che troviamo sugli scaffali dei negozi. La scheda madre è una Asus ROG X570-I Gaming e ospita una CPU AMD Ryzen 9 3950X da 16 core, una scheda video Nvidia GeForce RTX 2080 Ti, 32GB di memoria RAM (ovviamente marchiata Corsair) DDR4 a 3200MHz e un SSD NVMe PCIe 4.0 Corsair MP600 da 1TB. A completare il tutto troviamo poi un HDD Seagate da 2TB 5400RPM in formato 2,5″ e un alimentatore Corsair SF600, certificato 80 Plus Gold.

Insomma, si tratta a tutti gli effetti di una macchina che chiunque può assemblare abbastanza facilmente acquistando i vari componenti. solo due cose non potrete copia, il raffreddamento e il case: sul mercato ci sono molti chassis mini-ITX con design a camino, ma nessuno è così compatto. Il trucco grazie al quale Corsair è riuscita a rendere così piccolo il suo One a100 sta nel sistema di raffreddamento: sia la CPU che la GPU sono raffreddate a liquido, in modo da ridurre all’osso l’ingombro dei componenti. I due radiatori (di dimensioni non standard) non hanno ventole, in quanto la circolazione dell’aria è affidata totalmente alla ventola da 140mm posta sulla parte superiore.

Passando alla connettività connettività e porte abbiamo, sulla parte frontale, due USB 3.1 Gen1, un’uscita HDMI 2.0a e il jack da 3,5mm per cuffie e microfono. Nella parte posteriore trovano posto le uscite video (3 DisplayPort) e le porte della scheda madre: tre USB 3.2 Gen2 tipo A, una USB 3.2 Gen2 tipo C, quattro USB 3.1 Gen1, Ethernet, connettori per le antenne Wi-Fi e jack audio.

Non potevano ovviamente mancare i LED RGB, inseriti nella parte frontale e facilmente personalizzabili tramite il software iCUE. Le zone d’illuminazione sono otto e possono essere regolate singolarmente.

Aprire il Corsair One a100 è semplicissimo: basta sganciare la ventola superiore, stando attenti a non tirare con troppa forza per non strappare cavo che la collega al 4 pin della scheda madre, quindi svitare quattro viti per avere accesso praticamente a tutti i componenti interni. Questo permette agli utenti di modificare in futuro la configurazione, magari portano la RAM a 64GB, inserendo un SSD Nvme da 2TB o ancora una CPU di prossima generazione. C’è però da fare una precisazione: l’operazione invalida la garanzia, in quanto per aprire le paratie laterali dovrete tagliare i sigilli.

Come potete vedere dalle immagini, accedere ai componenti e sostituirli una volta aperto il PC è abbastanza semplice. Questo discorso però non vale per la scheda video: il sistema di raffreddamento non usa un semplice waterblock ma è totalmente personalizzato, quindi potrebbe essere molto difficile (se non impossibile) usarlo su un’altra GPU. Non si tratta comunque di un problema reale, visto che difficilmente vorrete sostituire una RTX 2080 Ti.

Prestazioni

Per valutare le prestazioni del Corsair One a100 abbiamo effettuato alcuni benchmark delle nostre suite dedicate a videogiochi e processori. Per quanto riguarda i test con i giochi, ci siamo concentrati sulla risoluzione 4K e sulle performance con RTX e DLSS nei titoli che li supportano. Prima di passare ai grafici, vi lasciamo una tabella riepilogativa delle caratteristiche tecniche.

Prestazioni nei videogiochi

Corsair One a100 - Giochi

Come potete vedere dal grafico, grazie all’hardware di alto livello il Corsair One a100 permette di giocare in 4K a dettagli massimi a buona parte dei titoli AAA più recenti. Metro Exodus, AC Odyssey e The Division 2 sono gli unici tre giochi tra quelli provati a non raggiungere i 60 FPS, assestandosi intorno ai 50 frame al secondo; l’esperienza di gioco rimane comunque fluida, ma se volete a tutti i costi giocare a 60 FPS dovrete abbassare leggermente il dettaglio grafico.

Corsair One a100 - RTX

Shadow of the Tomb Raider, Battlefield V e Metro Exodus sono gli unici tre titoli tra quelli presi in esame in cui è possibile attivare il Ray Tracing. Come oramai siamo abituati a vedere nei test, il framerate diminuisce in maniera considerevole quando si attiva l’RTX, ma tutti e tre i giochi rimangono comunque giocabili, con un framerate che rimane al di sopra dei 30 FPS.

Corsair One a100 - RTX + DLSS

Abilitare il DLSS migliora la situazione, con Battlefield V che supera i 60 FPS e Shadow of the Tomb Raider che li sfiora facendo segnare una media di 59,4 FPS. Metro Exodus si ferma invece a 48,6 FPS medi, un valore comunque buono se teniamo conto che il titolo non è particolarmente frenetico e perfettamente godibile anche a 30 FPS.

Prestazioni della CPU

Abbiamo voluto valutare le prestazioni dell’AMD Ryzen 9 3950X presente all’interno del Corsair One a100 con il classico Cinebench R20 e con due software di rendering, Blender e Corona 1.3. Per fare un piccolo confronto abbiamo inserito nella tabella qui sotto i risultati ottenuti dalla CPU montata sulla nostra piattaforma di prova.

Blender (secondi) Corona 1.3 (secondi) Cinebench R20 nT (punteggio) Cinebench R20 1T (punteggio)
Corsair One a100 128 58 8809 502
Banchetto di prova 91 55 9353 526

Come ci aspettavamo la classica test bench permette alla CPU top di gamma di AMD di esprimersi al meglio, ma i risultati ottenuti dal Corsair One a100 sono decisamente buoni: in Cinebench R20 nT le prestazioni sono inferiori solamente del 6%, nel test 1T del 4,5% e in Corona 1.3 del 5% circa. Il divario più grande lo troviamo in Blender, dove il Ryzen 9 3950X montato sul banchetto di prova (equipaggiato con una Asus ROG Maximus VIII Hero) completa il benchmark 36 secondi più velocemente. Questa differenza è giustificabile considerando sia la differenza di piattaforma che, soprattutto, i diversi sistemi di raffreddamento utilizzati dai due sistemi.

Temperatura e rumorosità

Per registrare la temperatura del Corsair One a100 ci siamo affidati alle letture del software OCCT. In idle il processore si assesta sui 49 gradi centigradi, mentre la scheda video si ferma a soli 33 gradi. Stressando tutta la configurazione con un loop di Metro Exodus in 4K con RTX attivo abbiamo rilevato una temperatura di 58 gradi sulla CPU e 64,8 gradi sulla GPU. Si tratta di valori ottimi, specialmente considerando le dimensioni estremamente contenute del Corsair One a100 e la presenza di una sola ventola; la società ha fatto davvero un buon lavoro.

Parlando invece di rumorosità, possiamo dire che il sistema è decisamente silenzioso: in idle e con carichi di lavoro leggeri non lo sentirete mai, a pieno carico non fa più rumore di un qualsiasi altro sistema desktop assemblato. Se lo avete sulla scrivania sentirete un leggero sibilo, ma se indossate delle cuffie non vi darà alcun fastidio.

Conclusioni

Il Corsair One a100 è un PC fisso particolare, che racchiude in uno chassis estremamente compatto hardware top di gamma di ultima generazione. Nonostante le dimensioni ridotte, come abbiamo visto dai test le prestazioni ci sono tutte, merito soprattutto del lavoro di ingegneria fatto da Corsair per raffreddare al meglio il Ryzen 9 3950X e la RTX 2080 Ti.

Il Corsair One è disponibile in diverse configurazioni oltre a quella che abbiamo provato, tutte equipaggiate con processi AMD e Intel di fascia alta e con RTX 2080 SUPER o RTX 2080 Ti. La configurazione più economica mette a disposizione un Intel Core i7-9700F, una RTX 2080 SUPER, 16GB di memoria RAM, un SSD NVMe da 480GB e un HDD da 2TB, il tutto a un prezzo di 2699 euro.

La configurazione da noi provata ha un prezzo ben più alto, pari a 4619 euro. La cifra conferma quanto probabilmente avrete già intuito leggendo questa recensione: il Corsair One a100 non è un PC per tutti, ma del resto i componenti di fascia alta non sono economici e Corsair ha portato avanti un gran lavoro di progettazione per arrivare a creare questo gioiellino. Per avere un’idea più chiara della situazione vediamo quanto costerebbe assemblare un PC del genere acquistando i singoli componenti. Per i prezzi ci siamo basati sui valori di Amazon nel momento della stesura della recensione, inoltre abbiamo considerato il costo di una licenza di Windows 10 Home acquistata direttamente dal Microsoft Store.

Il Silverstone LD03B inserito nella tabella qui sopra è un case più grande rispetto a quello del Corsair One a100, ma ha lo stesso design a camino e offre una buona idea del prezzo a cui si trovano chassis di questo tipo. Ancor più simili al case creato da Corsair ci sono il Phanteks Enthoo Evolv Shift (disponibile su Amazon a 132 euro) e l’NZXT H1, che ha un prezzo di listino di 349 euro ma integra l’alimentatore e un AIO da 120mm.

A conti fatti quindi il Corsair One a100 costa circa 1300 euro in più di quello che spendereste assemblando un PC con gli stessi componenti. Il mini-ITX dell’azienda offre però alcune caratteristiche uniche e non replicabili, come il doppio sistema di raffreddamento a liquido, la porta HDMI 2.0a frontale, uno chassis non disponibile in commercio e più compatto di tutti quelli citati prima, oltre che un lavoro di progettazione e ottimizzazione di tutto il sistema che non può di certo essere trascurato.

In conclusione, il Corsair One a100 è un ottimo prodotto, pensato e costruito per offrire il massimo agli utenti più esigenti. Le prestazioni non deludono le aspettative e abbiamo apprezzato molto la semplicità con cui è possibile accedere ai componenti interni e sostituirli in caso di upgrade futuri. Il prezzo è il suo unico punto debole, ma come vi abbiamo già detto non è un prodotto per tutti: di fatto si tratta di una macchina dedicata a una piccola nicchia di “power user”, che opera con carichi di lavoro tali da sfruttare al massimo il Ryzen 9 3950X e la RTX 2080 Ti.



Fonte

Notizie h24 è un portale gratuito di notizie in tempo reale, lo scopo del sito è quello di raccogliere tutte le notizie più importanti presenti nel web da tutte le fonti e attestate giornalistiche attendibili e verificate, così da poter dare all'utente più informazioni possibili in modo semplice. Notizie h24 si diffida dalle false notizie, qui vengono pubblicate solamente notizie verificate. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato in tempo reale su ogni notizia pubblicata da notizieh24.eu? puoi trovarci su Google News!




Potrebbe interessarti anche...