Covid, due “zone rosse” in Campania: l’annuncio di De Luca




Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca dichiara due comuni casertani “zone rosse”: si tratta di Marcianise e Orta di Atella 

Campania
Vincenzo De Luca (Getty Images)

L’aumento esponenziale di nuovi positivi ha spinto il Presidente De Luca a prendere provvedimenti più seri, già da diversi giorni. Il Presidente della Campania, oltre ad aver chiuso le scuole, è stato tra i primi ad istituire il coprifuoco, impedendo la circolazione dalle ore 23 alle ore 5, se non per comprovate esigenze.

Tuttavia, di recente, la situazione nel Casertano sembra essere peggiorata, tanto da dichiarare “zone rosse” due comuni.
Ecco le novità introdotte dal Presidente.

LEGGI ANCHE> Napoli, rivolta sul lungo mare, gente contro De Luca manifesta  VIDEO

Casertano: due comuni dichiarati “zone rosse”

Covid (web)
Covid (web)

Sono i due comuni di Marcianise e Orta di Atella le località che, proprio nella giornata di oggi, sono state dichiarate “zone rosse” da De Luca. Questo a fronte di un incremento preoccupante del numero dei contagiati: del 448% nel primo comune, e dell’800% nel secondo. Una situazione che, dati alla mano, ha richiesto l’immediato isolamento delle zone.

Il Presidente della Regione ha firmato la relativa ordinanza solo qualche ora fa, la quale sarà in vigore fino al 4 novembre. Le misure restrittive, tuttavia, non includeranno la zona industriale di Marcianise, che si trova separata rispetto all’area del centro.

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca (web)

Imposti, dunque, tutti i divieti a cui le persone dovevano sottostare durante il lockdown: divieto di lasciare la propria abitazione, se non per procurarsi beni di prima necessità o per usufruire di servizi essenziali. Possibilità di uscire dai comuni concessa solo agli operatori sanitari, o per cause di “estrema necessità”.

Chiusi bar e ristoranti, che effettueranno solo delivery, e chiusi gli uffici pubblici così come i mercati. Resteranno aperti solo farmacie, parafarmacie, negozi di alimentari e per la cura della persona. Ad essere esenti dalle restrizioni anche le attività finanziarie, bancarie, assicurative, e quelle legate alla filiera agroalimentare.

LEGGI ANCHE> Covid-19, il premier Conte ha firmato il nuovo DPCM: tutte le nuove restrizioni

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.





Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.