Covid, in Sicilia create nuove zone rosse

Covid, in Sicilia create nuove zone rosse. Le ultime notizie.

Covid, in Sicilia create nuove zone rosse (Piazza Dante a Francoforte, provincia di Siracusa. Foto di Davide Mauro, CC BY-SA 4.0, Wikimedia Commons)

Se un numero crescente di Regioni sta entrando in zona bianca, le zone rosse Covid non sono ancora sparite. Sono locali, ma ancora ci sono e la Sicilia ne ha istituto di nuove. Ecco quali sono le nuove mini zone rosse e le altre già esistenti.

Leggi anche –> Green pass europeo, via libera al certificato: in vigore dal 1° luglio

Covid, in Sicilia nuove zone rosse

Nonostante gran parte d’Italia sia in zona gialla e sette Regioni in zona bianca, le zone rosse, anche se locali, ci sono ancora. Sono limitate ad alcuni piccoli Comuni e possono essere istituite dai sindaci e dalle autorità sanitarie in caso di impennata dei contagi.

In caso di piccole zone rosse vengono applicate tutte le restrizioni previste per questa fascia di rischio: divieto di spostarsi se non per motivi di necessità, anche all’interno del proprio Comune, bar e ristoranti chiusi, aperti solo i negozi e i servizi essenziali e coprifuoco dalle 22.00.

Le mini zone rosse al momento sono in alcuni Comuni del Sud, soprattutto in Sicilia, ma sono presenti anche in Campania e in Sardegna. Sono, invece, terminate il 6 giugno in due comuni in Basilicata: Acerenza e Montemilone, in provincia di Potenza.

In Campania si trova in zona rossa il Comune di Laurino, 1.500 abitanti, in provincia di Salerno. La zona rossa terminerà venerdì 11 giugno. In Sardegna, invece, la zona rossa è ad Aritzo, 1.300 abitanti  in provincia di Nuoro, ci resterà fino a martedì 15 giugno.

Zone rosse in Sicilia

È la Sicilia la Regione attualmente con più zone rosse e addirittura alcune nuove.

La zona rossa è stata introdotta fino al 10 giugno per i Comuni di: Santo Stefano di Quisquina, 4.337 abitanti, in provincia di Agrigento, Geraci Siculo, 1.778 abitati, e Prizzi, 4.788 abitanti, entrambi in provincia di Palermo, e il Comune più grande, Scordia, 16.746 abitanti, in provincia di Catania.

Ora, un’ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, ha prorogato una delle zone rosse già in vigore e ne ha introdotte altre tre. Le nuove zone rosse sono nei Comuni di Aidone, 4 478 abitanti in provincia di Enna, Francofonte, 11.903 abitanti in provincia di Siracusa, e Valledolmo, 3.420 abitanti in provincia di Palermo). I Comuni entreranno in questa area di rischio da venerdì 11 a giovedì 17 giugno incluso. Prorogata sempre fino al 17 giugno la zona rossa di Prizzi.

Il provvedimento regionale è stato preso a seguito di un notevole aumento di nuovi positivi al Coronavirus.

L’epidemia non è finita e non bisogna abbassare la guardia.

Leggi anche –> Vaccini in vacanza? Figliuolo dice sì, ma a una condizione

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook