Covid, infettivologo Perno: ‘Le varianti? Virus se non si adatta muore’


Roma, 1 apr. (Adnkronos Salute) – “Un virus muta perché si deve adattare: se non lo fa muore. Il SarS-CoV-2, che proviene molto probabilmente dai pipistrelli, si sta adattando all’uomo e quindi deve mutare per entrare nel corpo e sopravvivere. Il suo obiettivo non è quello di uccidere l’ospite, bensì quello di replicarsi al suo interno”. Lo afferma Carlo Federico Perno, Direttore del reparto di Microbiologia, Irccs ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, nella quinta e ultima testimonianza della seconda edizione di A/Way Together, il progetto di Janssen – l’azienda farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson – che vede coinvolte 5 eccellenze dell’infettivologia italiana. Obiettivo dell’iniziativa: fare chiarezza sull’importanza che i vaccini hanno rivestito nella storia dell’uomo.
A oltre un anno dallo scoppio della pandemia da Covid-19, Perno fa il punto su cosa abbiamo imparato in merito al virus SARS-CoV-2: “Mai nella storia della medicina – sostiene l’infettivologo – siamo riusciti in questi mesi ad accumulare una mole di informazioni così ampia, variegata e ricca su un virus. Ma c’è molto da imparare e tanti aspetti su cui lavorare, perché troppi dettagli ancora ci sfuggono”.
A preoccupare esperti e opinione pubblica sono soprattutto le cosiddette varianti. Non a caso Perno si sofferma sul tema delle mutazioni. “Alcuni virus riescono ad adattarsi e replicarsi facilmente, mentre altri meno – spiega – e SarS-CoV, virus del 2003, che pure ha causato la morte di circa 8 mila persone, non si è mai completamente adattato all’uomo, con il risultato che è sparito da solo, senza bisogno di vaccino. Il SarS-CoV-2, il virus con il quale abbiamo a che fare oggi, al contrario, si adatta molto bene, come vediamo dalle cosiddette varianti”.”Oggi – prosegue Perno – parliamo di variante brasiliana, sudafricana, inglese, ma in realtà ormai abbiamo figli e nipoti di queste varianti, perché il virus continua ad adattarsi diversamente nelle determinate aree geografiche perché la genetica delle persone fa la differenza. Non dimentichiamo – aggiunge – che è stato lo stesso per Hiv, per il quale abbiamo un virus nelle aree dell’Europa occidentale e dell’America che è diverso da quello africano” ha aggiunto.
Sulla possibilità di un indebolimento del virus, Perno non ha dubbi: “L’indebolimento di un virus avviene quando non è più capace di replicare – sottolinea -. In assenza di vaccini e di altri fattori, avremo un aumento della sua capacità di replicare. Questo non significa che avremo un rafforzamento della patologia perché un virus intelligente tende a replicare sempre di più ma a fare anche meno danno, perché uccidendo l’ospite, di fatto, fa male a sé stesso. Se non ci fossero i vaccini – aggiunge l’esperto – ci sarebbe un rafforzamento del virus come attività replicativa. Probabilmente, nei prossimi mesi ci sarà un calo della sua forza nel fare danno. Inoltre, i coronavirus, con l’aumento della temperatura, hanno minori capacità infettive replicative”.
L’infettivologo, nonostante la campagna di vaccinazione in corso, invita comunque a tenere alta l’attenzione: “Viviamo in un ambiente ricchissimo di esseri viventi che interagiscono con noi – sostiene Perno -. Queste interazioni sono aumentate a causa anche dei cambiamenti climatici e delle modificazioni che abbiamo generato sul pianeta: pensiamo a come, tramite la deforestazione, gli esseri umani siano in contatto con gli animali molto più di quanto lo fossero in passato. Gli animali sono portatori di virus che possono trasferirsi all’uomo e produrre patologie, un esempio per tutti: Sars-Cov-2. Quello che è accaduto oggi – conclude – e che sicuramente argineremo nel prossimo futuro, è solo l’ultimo caso di qualcosa che continuerà ad accadere se non terremo alta l’attenzione”.



Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.

Notizie h24 è un portale gratuito di notizie in tempo reale, nel sito puoi trovare tutte le notizie più importanti del giorno. Gran parte delle notizie pubblicate tramite un processo automatico sono prelevate da giornali online e siti verificati. Lo scopo di Notizie H24 è quello di avere una raccolta unica di tutte le notizie più importanti del giorno, così da poter dare più informazioni possibili al lettore in modo semplice. Le pubblicità presenti nel portale ci permettono di mantenere attivo il servizio.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Enable referrer and click cookie to search for pro webber