Crisi governo, Conte a M5S: “Ora decisione spetta a Draghi”

“Posso sintetizzare che la stragrande maggioranza degli interventi ha colto la forza e la coerenza della nostra posizione. Adesso la decisione non spetta a noi ma spetta al premier Draghi“. Così, apprende l’Adnkronos, il leader M5S Giuseppe Conte parlando al termine dell’assemblea dei gruppi.

Leggi anche

“Draghi deve valutare le condizioni e decidere il perimetro di questo percorso” sottolinea Conte . “La nostra linea è molto chiara e coerente” aggiunge. “Il confronto è stato utile e costruttivo, il confronto dialettico è la ricchezza e la particolarità del Movimento. Abbiamo dato la possibilità a tutti di esprimere la propria opinione. Ora occorre operare una sintesi” sottolinea. “Il Paese è in una condizione davvero drammatica – avverte -. Di fronte a questo l’atteggiamento di responsabilità ci impone di chiedere al Presidente Draghi che le priorità da noi indicate vengano poste nell’agenda di governo”.

Leggi anche:  Terremoto, ecco perché avvengono sempre di notte: c’è una spiegazione

“Il premier Draghi dovrà anche risolvere un problema serio: non può sfuggire che ancora in questi giorni noi siamo insultati, siamo attaccati da forze politiche che sarebbero con noi in maggioranza. In questi giorni Renzi dichiara che andrà a depositare referendum contro il reddito di cittadinanza; Ipf ci calunnia tutti i giorni gravemente; Fi e Lega dicono che non vogliono assolutamente lavorare con noi”. “Attenzione, è un fatto serio. Il premier Draghi dovrà farsi garante se vorrà un clima di rispetto e leale collaborazione nei nostri confronti“, ha rimarcato Conte. “Proseguire a tutti i costi nella responsabilità di governo senza chiarire l’agenda sociale all’interno del governo, sarebbe questo sì un atteggiamento irresponsabile”.

L’ASSEMBLEA CONGIUNTA M5S – Nel corso dell’assemblea congiunta M5s ci sarebbero state delle critiche al capogruppo pentastellato Davide Crippa. A quanto apprende l’Adnkronos, durante la riunione il presidente dei deputati grillini sarebbe stato attaccato, anche se non direttamente, per aver appoggiato la richiesta, avanzata da Iv e Pd durante la conferenza dei capigruppo della Camera, di chiedere al presidente del Consiglio Mario Draghi di rendere mercoledì le sue comunicazioni inizialmente a Montecitorio e non al Senato come previsto dalla prassi. A Crippa sarebbero stati chiesti chiarimenti in merito alla sua scelta: a pretendere delucidazioni, tra gli altri, la deputata Vittoria Baldino.

Leggi anche:  Gdf: Brescia, 24 denunce e 8 arresti per usura tra 2021 e 2022, sequestrati 712mila euro

Sempre a quanto apprende l’Adnkronos il deputato Riccardo Tucci avrebbe chiesto le dimissioni dell’intero direttivo pentastellato alla Camera perché contro la linea espressa dal leader Giuseppe Conte. Tucci ha chiesto ai membri del direttivo di chiarire le loro posizioni: “Devono adeguarsi alla linea del Movimento altrimenti si possono dimettere”, avrebbe detto il parlamentare.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  1700 euro al mese per tutta la vita: parte ufficialmente il reddito base. Chi lo prende

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook