Categorie
Sport

Crutchlow: sospensioni Honda aggiornate nessuna “cura miracolosa” per vincere – MotoGP

Condividi Tramite:


Cal Crutchlow di LCR afferma che un aggiornamento delle sospensioni di Ohlins non è la “cura miracolosa che ti farà vincere” sulla Honda, dopo essersi qualificato terzo per il Gran Premio MotoGP di Aragon.

La RC213V 2020 ha dimostrato di essere una moto difficile, con il debuttante Alex Marquez sulla moto del team ufficiale che ha ottenuto l’unico podio del marchio finora lo scorso fine settimana nel GP di Francia sul bagnato.

Sabato ad Aragon, Crutchlow ha guidato la sua RC213V a 1m47.305s ottenendo la sua prima partenza in prima fila in MotoGP dal Gran Premio degli Stati Uniti dello scorso aprile, mentre il compagno di squadra Takaaki Nakagami era settimo e Marquez il miglior 11 ° della carriera.

I piloti Honda hanno utilizzato l’ammortizzatore posteriore Ohlins aggiornato per la prima volta durante i test di Misano a settembre, anche se Crutchlow non è ancora sicuro del suo potenziale e ritiene che il passo nelle prestazioni che i piloti Honda hanno fatto in Spagna sia più dovuto alla “guida coerente”.

“Penso che sia positivo per alcuni piloti e non tanto per altri”, ha detto Crutchlow del componente delle sospensioni.

“L’ho provato lo scorso fine settimana a Le Mans e poi l’ho riprovato questo fine settimana, quello che hanno trovato nei test di Misano.

“Ma ha anche i suoi aspetti negativi. Non siamo davvero sicuri che continueremo o non lo continueremo”.

Ha aggiunto: “Con lo shock non sono troppo sicuro [what’s missing].

“Il problema è che uso sempre l’ammortizzatore su una gomma non così buona, quindi non capisco se la gomma è peggio o l’ammortizzatore è peggio.

“Ma con la gomma nuova sembra buono. Al momento stiamo solo analizzando quello che vediamo sui dati.

“Ovviamente, anche il mio commento è fondamentale, quindi dobbiamo sederci e discutere di più, ma non credo che ci sia differenza notte e giorno come pensano tutti.

“Non è la cura miracolosa che ti farà vincere o non vincere.

“Penso che il pacchetto che abbiamo in ogni caso sia stato abbastanza buono da essere forte e cercheremo di vedere se possiamo migliorarlo con shock o altre cose”.

La stagione di Crutchlow è stata perseguitata da un infortunio, con un polso rotto che lo ha escluso dal GP di Spagna prima delle complicazioni dovute a un intervento chirurgico al braccio dopo che l’Austria lo ha costretto ad abbandonare il doppio incontro di Misano il mese scorso.

Al suo ritorno in Catalogna era decimo e la scorsa settimana a Le Mans si era qualificato per i primi sei, dopo essersi qualificato quarto, prima di cadere in ritardo (sopra).

Crutchlow ammette che il suo braccio “non è ancora al 100%”, ma ritiene che il suo team LCR abbia “fatto un ottimo lavoro” dalla scorsa settimana.

“Prima di tutto, è bello essere di nuovo in prima fila; il Texas era molto tempo fa”, ha aggiunto.

“Tornando dopo il Barcellona il mio braccio non era al 100%. Non è ancora al 100%, ma si è ripreso un po ‘.

“A Le Mans mi sentivo meglio e questo fine settimana mi sono sentito di nuovo meglio, quindi è bello arrivare in prima fila dopo una buona qualifica a Le Mans.

“È stato un peccato per la gara perché avremmo potuto fare un buon risultato, ma non l’abbiamo fatto”.



Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.


Potrebbe interessarti anche...