Da Salvini a Fitto il centrodestra favorito schiera i big e Dalla Chiesa, per il M5S c’è Conte mentre il Pd sigla la tregua con i nomi di …

Da Giorgia Meloni a Matteo Salvini, da Giuseppe Conte a Mara Carfagna. I leader nazionali dei partiti di centrodestra e del Movimento 5Stelle candidati in Puglia come  capolista nei collegi plurinominali di Camera e Senato.  Per loro posizioni blindate nei listini bloccati. Il centrosinistra punta invece sui locali, solo al Senato come capolista c’è Francesco Boccia, responsabile nazionale per gli Enti locali. Ma Boccia è anche originario di Bisceglie,  e da queste parti viene considerato uno di casa. Liste pronte e consegnate, i nomi dei candidati alle prossime politiche sono stati scritti nero su bianco.

Nel centrodestra Giorgia Meloni è candidata capolista alla Camera nel collegio plurinominale di Bari, dopo di lei il parlamentare uscente e coordinatore regionale Marcello Gemmato. Lui è anche capolista nel listino di Taranto. In questa ultima legislatura Fratelli d’Italia aveva in Puglia un solo parlamentare, in base agli ultimi sondaggi ne dovrebbero scattare almeno sette. È l’unico partito che in Puglia che non risentirà dei tagli dei parlamentari, passati da 62 a 40.

Nel plurinominale di Lecce- Brindisi schierato l’europarlamentare Raffaele Fitto. In caso di vittoria del centrodestra a Roma lo aspetta un posto da ministro. Per il proporzionale al Senato Meloni ha riservato la posizione da capolista al suo fedelissimo Giovanbattista Fazzolari, dopo di lui Isabella Rauti, e poi il consigliere regionale Ignazio Zullo, e la consigliera di Barletta Stella Mela. Nell’uninominale per la Camera a Lecce punta invece sull’ex consigliere regionale Saverio Congedo che si scontrerà con l’assessore regionale al Lavoro, Sebastiano  Leo, espressione del civismo di Michele Emiliano. In questo collegio si ripropone la vecchia battaglia Fitto – Emiliano.

Leggi anche:  Lutto a The Voice Senior, il dolore è fortissimo: aveva 81 anni

E in Puglia arriva anche la candidatura del leader della Lega Matteo Salvini, capolista nel collegio plurinominale del Senato. La Lega ha riconfermato i tre parlamentari uscenti, tutti in posizione blindata: il senatore Roberto Marti, coordinatore regionale, è candidato al Senato al collegio uninominale di Lecce; la deputata Anna Rita Tateo è al secondo posto nel plurinominale del Senato dopo Salvini; il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso è candidato all’uninominale per la Camera ad Altamura. Mentre nell’uninominale di Bari la Lega ha schierato il consigliere regionale Davide Bellomo che si sconterà con la scienziata Maria Luisa Torsi del Pd. La docente di Chimica all’Università degli Studi di  Bari è sostenuta dal sindaco di Bari Antonio Decaro. Una partita aperta quella dei democratici nel collegio barese.

Per il Pd due scienziati contro i big della Lega: in Puglia Lopalco e Torsi sfidano gli uomini di Salvini

di

Lucia Portolano


Forza Italia pugliese, che faceva i conti con nove parlamentari uscenti, ha dovuto invece digerire qualche costrizione da Roma. Silvio Berlusconi ha voluto la candidatura della giornalista e conduttrice tv Rita Dalla Chiesa come capolista alla Camera nella lista plurinominale di Molfetta-Bari, la stessa è candidata all’uninominale. Per lei anche un posto come capolista nel proporzionale in Liguria. Dalla Chiesa ha soffiato il posto al sottosegretario uscente Francesco Paolo Sisto, che alla fine è stato candidato all’uninominale di Andria per il Senato. Gli altri capolista alla Camera sono Marcello Lanotte nel collegio di Cerignola, Vito De Palma a Taranto, e Mauro D’Attis per Brindisi e Lecce. Sempre da Roma arriva Licia Ronzulli capolista al plurinominale al Senato, dopo di lei il senatore uscente Dario Damiani, terza Laura De Mola.

Leggi anche:  Imperia: uomo cade da un muretto in campagna, intervento di Vigili del Fuoco e 118

Dopo giorni di fibrillazioni sembra essere arrivata la tregua in casa del centrosinistra. Il Pd fa i conti con sei possibili eletti: i quattro capolista al proporzionale alla Camera, e due candidati nel listino del Senato. Salvo la sorpresa della vittoria in alcuni collegi uninominali. I democratici hanno schierato come capolista alla Camera: Raffaele Piemontese (assessore regionale al Bilancio) a Foggia; Marco Lacarra (parlamentare uscente e coordinatore regionale) a Bari, Ubaldo Pagano (parlamentare uscente) a Taranto e Claudio Stefanazzi (braccio destro di Michele Emiliano, e capo di gabinetto alla Regione) nel collegio di Lecce e Brindisi. Il braccio di ferro tra il Pd e le civiche è stato duro, ma alla fine il governatore ha avuto la meglio ed è riuscito a schierare il suo civico in quella che prima era la posizione blindata di Loredana Capone.

Leggi anche:  Todi: i percettori del Rdc al lavoro per il decoro urbano

Alla presidente del consiglio regionale alla fine è toccato il quarto posto al Senato, dopo Boccia, e due esponenti di fuori regione, imposti da Letta. Agli alleati di centrosinistra sono toccati due collegi uninominali: il virologo Pierluigi Lopalco (Articolo Uno) candidato al Senato nel collegio di Lecce, che se la vedrà con Marti della Lega; e l’assessore regionale all’Ambiente Maria Grazia Maraschio (Verdi- Sinistra italiana) candidata alla Camera nel collegio di Galatina contro Ada Fiore (coordinatrice regionale di Italia Viva). Il terzo polo schiera in questa battaglia pugliese anche Massimo Cassano, direttore generale Arpal Puglia, fedelissimo di Michele Emiliano sino a qualche giorno fa. Cassano è candidato al secondo posto del plurinominale alla Camera per il collegio di Bari dopo Mara Carfagna. La stessa ex Forza Italia è capolista in tutti i collegi per il proporzionale.

Calenda: “Contro Emiliano candiderei anche Thanos e Sauron. Cassano non lo conosco ma Carfagna garantisce per lui”

di

Lucia Portolano


Pd, Boccia: “Massimo Cassano? Non abbiamo voluto candidarlo e Calenda lo ha trovato al mercato degli svincolati”

Capolista invece per il Senato è l’ex ministra Teresa Bellanova. Per il Movimento 5stelle in Puglia scende in campo Giuseppe Conte, candidato capolista alla Camera nel collegio di Foggia e Bat. Gli altri tre capolista sono tutti parlamentari uscenti. In prima posizione al Senato c’è il suo braccio destro, ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo gialloverde, il tarantino Mario Turco. Nei collegi uninominali il Movimento 5Stelle punta sul docente universitario Nicola Grasso a Molfetta, sulla giornalista Annagrazia Angolano a Taranto, sull’ex portavoce regionale Alberto De Giglio a Bari, sul preside brindisino ex sottosegretario all’Istruzione Salvatore Giuliano e sull’ex magistrato leccese della Direzione nazionale antimafia Francesco Manoi.

 

 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook