Decreto aiuti bis: Ecco chi è il docente esperto e come fare per diventarlo, “Ci saranno 3 percorsi”

Grazie al decreto aiuti bis, alcune categorie di insegnanti godranno di un aumento di stipendio.  Riguarderà una nuova figura, quella del docente esperto che  guadagnerà 5.650 euro in più. Il pagamento avverrà sotto forma di assegno annuale ad personam. Sono infatti state rivalutate le norme sulla formazione costante e continua dei docenti, introdotte dal PNRR e le sue nuove riforme. Il tutto però non avverrà nei prossimi mesi. Il processo di iniziazione avrà tempi lunghi. Vediamone i dettagli.

Il PNRR (piano nazionale di riforma e resilienza) , approvato nel luglio del 2021, ha voluto e vuole rilanciare il paese dopo la crisi nata con la pandemia, oltre a favorire un cambio dell’economia. Prevede 63 riforme e tra queste vi sono sicuramente anche quelle legate alla distribuzione dei fondi bonus. Il decreto aiuti bis riguarderà anche la categoria dei docenti esperti, il cui numero non dovrà superare quello di 8 mila.  Il tutto partirà dall’anno scolastico 2032-2033. I professori che potranno godere dei benefici del decreto dovranno aver superato 3 percorsi formativi in maniera consecutiva.

Rispetto al decreto aiuti, ci sono però anche novità che riguardano il bonus di 200 euro. Molti hanno già potuto beneficiarne.  Sappiamo che si tratta di un’agevolazione nata per sostenere famiglie e imprese dopo la crisi pandemica ma anche dopo il rincaro di luce e gas. Con lo scoppio della guerra in Ucraina infatti, inflazione e rincari sono all’ordine del giorno.  È ormai dal 2020 che lo stato italiano si preoccupa di elargire vari bonus per poter fronteggiare i problemi economici degli italiani.  In molti casi, era ed è necessario presentare una richiesta scritta al proprio datore di lavoro per poterne beneficiare sulla busta paga.

Leggi anche:  Edilizia solidale - Chryso Italia aderisce al progetto Wonderlad

Leggi anche: Batosta Poste italiane e Conto corrente: Arriva la tassa per chi ha più di 5000 euro sul conto. Cosa fare subito

Rispetto al bonus di 200 euro ci sono delle novità.  A partire da ottobre sarà erogato anche per tutti quei lavoratori che erano stati esclusi fino a questo momento. L’esclusione era dovuta al fatto che tali lavoratori erano coperti da eventi maternità o cassa integrazione e in parte dall’INPS. Ecco perché non hanno avuto il diritto a tale bonus. Proprio a questa categoria, tra pochi mesi il decreto aiuti riconoscerà i 200 euro, sempre però con un’autodichiarazione da presentare anteriormente. Interesserà anche i precari e gli stagionali, compresi i campi dell’agricoltura e della scuola.

CHI È IL DOCENTE ESPERTO

Il docente esperto è una nuova figura di insegnante di ruolo introdotto dall’articolo 39 del Decreto Aiuti Bis approvato al Consiglio dei Ministri del 4 agosto 2022, in attesa di pubblicazione in Gazzetta e di cui vi parliamo in questo approfondimento. La qualifica di prof esperto sarà disponibile a partire dall’anno scolastico 2032 2033, cioè tra 10 anni, e vi accederanno gli insegnanti docenti di ruolo che abbiano conseguito una valutazione positiva per aver superato tre percorsi formativi consecutivi e non sovrapponibili. La nuova figura nasce nell’ambito della riforma del reclutamento e formazione dei docenti recentemente approvata con il Decreto PNRR 2 convertito in Legge. Un pacchetto di interventi che prevede un percorso nuovo di valorizzazione dei docenti.

Leggi anche:  Imposta di registro, esenzione per le cause con valore fino a 1033 euro

COME DIVENTARE DOCENTE ESPERTO

I criteri in base ai quali si ottiene la qualifica di docente esperto sono rimessi alla contrattazione collettiva e le modalità di valutazione sono quelle precisate nel regolamento previsto dal comma 9, articolo 16 ter del Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 59. Nel caso in cui tale regolamento non viene emanato per l’anno scolastico 2023 2024 le modalità di valutazione saranno definite transitoriamente con Decreto del Ministro dell’istruzione da adottarsi di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, su cui vi aggiorneremo.

Intanto, il Decreto Aiuti Bis precisa che in sede di prima applicazione, nelle more dell’aggiornamento contrattuale, si applicano i seguenti criteri di valutazione e selezione del docente esperto:

  •  media del punteggio ottenuto nei 3 cicli formativi consecutivi per i quali si è ricevuta una valutazione positiva;
  • in caso di parità di punteggio diventa prevalente la permanenza come docente di ruolo nell’istituzione scolastica presso la quale si è svolta la valutazione;
  • in subordine l’esperienza professionale maturata nel corso dell’intera carriera e i titoli di studio posseduti. Se necessario saranno valutati i voti con cui sono stati conseguiti tali titoli.
Leggi anche:  Letta: "Da questa crisi si esce con la coesione"

A decorrere dall’anno scolastico 2036 2037 le procedure per l’accesso alla qualifica di docente esperto saranno soggette al regime autorizzatorio di cui all’articolo 39, comma 3-bis, della Legge 27 dicembre 1997, n. 449, nei limiti delle cessazioni riferite al personale docente esperto e della quota del fondo per tale bonus.

Decreto aiuti bis: Ecco chi è il docente esperto e come fare per diventarlo, “Ci saranno 3 percorsi” scritto su Più Donna da Imma Bartolo.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook