Decreto Aiuti incassa la fiducia in Senato: bollette, bonus, tutte le misure

decreto-aiuti-le-misure-in-arrivo

Alla fine la fiducia in Senato sul Decreto Aiuti è stata incassata giovedì 14 luglio, con 172 sì, 39 no. Come annunciato, il movimento 5 stelle al completo non ha partecipato al voto. Il premier Mario Draghi quindi è salito subito dopo al Colle dal presidente Mattarella per un colloquio di un’ora. E’ poi rientrato a Palazzo Chigi.

Con il rinnovo della fiducia al governo è stato definitivamente approvato quindi, nel testo licenziato dalla Camera, il ddl di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50, con all’interno misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina

Il Decreto era stato pubblicato in Gazzetta ufficiale ed è in vigore dal 18 maggio.

Il provvedimento in questione, soprannominato Decreto Aiuti, prevede una serie di misure volte da un lato al contenimento dei prezzi dell’energia e dell’inflazione, per i cittadini e per le imprese, e dall’altro lato al raggiungimento dell’indipendenza dal gas russo potenziando il settore delle rinnovabili.

Previsto all’interno del Decreto infatti un assegno una tantum da 200 euro per pensionati e lavoratori, per contrastare il caro vita. Tra le altre misure, il potenziamento del bonus sociale bollette anche per il terzo trimestre del 2022 e dei crediti d’imposta per le imprese energivore.

Novità anche per quanto riguarda il Superbonus: la detrazione per le abitazioni unifamiliari viene prorogata fino a fine anno, a condizione che entro il 30 settembre 2022 sia stato effettuato almeno il 30% dei lavori.

Il Decreto contiene misure per un totale di circa 14 miliardi, ricavati senza ulteriore indebitamento dall’incremento della tassazione sui profitti delle imprese del settore energia.

Vediamo quindi nei prossimi paragrafi le principali misure in arrivo con il nuovo Decreto Aiuti

Sconto benzina e diesel, nuovo Decreto in CdM: proroga all’8 luglio

Decreto Aiuti: bonus 200 euro per lavoratori e pensionati

Tra le misure più importanti un assegno una tantum per lavoratori e pensionati dell’importo di 200 euro. Il bonus in questione sarà erogato direttamente in busta paga per quanto riguarda i dipendenti, mentre i pensionati lo riceveranno insieme all’assegno erogato dall’Inps. Il bonus arriverà anche per:

  • lavoratori autonomi,
  • stagionali,
  • lavoratori domestici;
  • co.co.co.
  • lavoratori dello spettacolo,
  • percettori RdC,
  • percettori di Naspi e Dis-Coll a giugno 2022,
  • percettori di disoccupazione agricola,
  • coloro che hanno beneficiato nel 2021 delle indennità per lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e dello sport
Leggi anche:  Anche il cloud finisce nel ddl concorrenza

Requisito fondamentale per ricevere il bonus di 200 euro per quanto riguarda dipendenti, pensionati, co.co.co e lavoratori dello spettacolo è quello di avere un reddito non superiore a 35mila euro.

Bonus 200 euro nel Decreto Aiuti: come funziona, per chi, come ottenerlo

Cartelle esattoriali: rateizzazione più semplice

Un altro effetto della discussione sul decreto ha portato a novità in tema cartelle esattoriali. In particolare raddoppia il limite di debito al di sotto del quale non occorre dimostrare la difficoltà del debitore per chiedere la rateizzazione a 72 rate, che passa da 60 a 120mila euro.

Passa poi da 5 a 8 il numero di rate non pagate dopo le quali si decade dal piano di rateizzazione, ma il carico non potrà essere di nuovo rateizzato.

La decadenza dalla rateazione che interessa uno o più carichi non andrà a precludere al debitore la possibilità di ottenere la dilazione del pagamento di carichi diversi da quelli per i quali è intervenuta la decadenza.

Decreto Aiuti: bonus bollette prorogato

Il bonus sociale per l’energia elettrica e il gas, ovvero l’agevolazione relativa alle tariffe per la fornitura di energia elettrica riconosciute ai clienti domestici economicamente svantaggiati ed ai clienti domestici in gravi condizioni di salute, viene esteso anche al terzo trimestre 2022. Anche per questo trimestre il tetto massimo Isee per accedere all’agevolazione è innalzato a 12mila euro.

Il bonus è retroattivo: se la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che attesta la possibilità di accedere all’agevolazione è stata presentata successivamente al pagamento delle bollette, le bollette successive saranno oggetto di compensazione; se questo non sarà possibile verrà corrisposto un rimborso.

Decreto Aiuti: bonus trasporti pubblici 60 euro

All’articolo 35 del Decreto Aiuti viene istituito un fondo della dotazione complessiva di 79 milioni di euro che servirà a riconoscere un buono da utilizzare per l’acquisto, a partire dal 18 maggio 2022 e fino al 31 dicembre 2022, di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale e per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Il bonus in questione avrà un importo massimo di 60 euro e servirà a coprire fino al 100% dell’importo dell’abbonamento. Potranno richiedere il bonus trasporto pubblico le persone fisiche che, nell’anno 2021, hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro. Il comma 2 dell’articolo rimanda a un decreto attuativo da adottarsi entro 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto la definizione di modalità e criteri per richiedere il bonus.

Leggi anche:  La donna che mangia mattoni, l’ossessione di Patrice: non riesce a controllarsi

Bonus trasporti 60 euro in arrivo: come funziona, a chi spetta, importo

Decreto Aiuti: crediti d’imposta alle imprese

Il Dl prevede il rafforzamento dei crediti d’imposta alle imprese energivore, nella seguente misura:

  • credito d’imposta riconosciuto per il secondo trimestre 2022 alle imprese diverse da quelle a forte consumo di gas naturale per l’acquisto di gas naturale (decreto-legge n. 21/2022): dal 20 al 25%;
  • credito d’imposta riconosciuto per il secondo trimestre 2022 alle imprese a forte consumo di gas naturale (decreti-legge nn. 4 e 17/2022): dal 20 al 25%;
  • credito d’imposta riconosciuto per il secondo trimestre 2022 alle imprese dotate di contatori di potenza disponibile pari a superiore a 16,5 kW, diverse da quelle a forte consumo di energia elettrica (decreto-legge n. 21/2022): dal 12 al 15%.
  • credito di imposta riconosciuto per il primo trimestre 2022 alle imprese a forte consumo di gas naturale: 10%.

Decreto Aiuti: credito d’imposta autotrasportatori

Per far fronte allo straordinario aumento dei prezzi del carburante nell’ultimo periodo, una norma contenuta all’interno del decreto prevede il riconoscimento di un credito d’imposta nella misura del 28% delle spese sostenute nel primo trimestre 2022 per l’acquisto del gasolio da parte degli autotrasportatori utilizzato in veicoli di peso superiore a 7,5 tonnellate, di categoria euro 5 o superiore.

Decreto Aiuti: Superbonus villette

La detrazione al 110% relativa agli interventi sugli edifici unifamiliari spetterà anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, a condizione che alla data del 30 settembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo.

Decreto Aiuti: le altre misure

Tra le altre misure in arrivo è prevista l’accelerazione e la semplificazione dell’installazione di nuovi impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, vengono inoltre individuate nuove aree idonee per gli impianti. Ulteriore spinta viene posta anche sugli impianti di rigassificazione.

Il Governo assicurerà, tramite SACE Spa, “garanzie in favore di banche e altri soggetti abilitati all’esercizio del credito per finanziamenti sotto qualsiasi forma concessi alle imprese che debbano fronteggiare esigenze di liquidità riconducibili alle conseguenze economiche negative derivanti dalla crisi ucraina, ivi compresa la necessità di aprire credito a supporto delle importazioni di materie prime o fattori di produzione la cui catena di approvvigionamento sia stata interrotta o abbia subito rincari.

Leggi anche:  Torre Annuziata, rione Poverelli anche ragazzini usati per vendere cocaina: 16 arresti

Verrà creato un fondo, con un finanziamento iniziale di 200 milioni di euro, per l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore delle imprese che abbiano perduto fatturato a causa della crisi ucraina.

Per consentire la prosecuzione della realizzazione delle opere pubbliche avviate e stimolare la partecipazione alle nuove gare, si introducono misure per fronteggiare il caro-materiali e l’aumento dei prezzi dei carburanti e dell’energia. A queste misure sono destinati 3 miliardi di euro per il 2022, 2,55 miliardi per il 2023 e 1,5 miliardi dal 2024 al 2026.

Ulteriori fondi sono destinati a Regioni, Enti locali, Province, Città metropolitane e Grandi città. All’accoglienza dei rifugiati ucraini vengono destinati fondi per un totale di 98 milioni di euro, sono inoltre autorizzati uno o più prestiti a beneficio del Governo dell’Ucraina d’importo complessivo non superiore a 200 milioni di euro.

Nella giornata del 2 maggio si è tenuto un altro CdM che ha approvato la proroga dei tagli alle accise sui carburanti, portando lo sconto fino all’8 luglio 2022 ed estendendolo anche al metano.

Scarica il testo definitivo del decreto Aiuti in pdf

(Fonte governo.it immagini messe a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook