Dl Aiuti, si vota la fiducia: la diretta dalla Camera. Incognita M5S: maggioranza alla prova

Alla Camera si vota la fiducia sul dl Aiuti. Approvato a maggio in Consiglio dei ministri viene votato in Aula a partire dalle 14.25 (le dichiarazioni dalle 12.40) con delle modifiche ma l’impianto rimane quello originario. Al termine della votazione sulla fiducia (quella definitiva sarà lunedì 11 luglio) oggi vengono esaminati gli ordini del giorno al testo. E poi dopo il via libera della Camera, il decreto passerà al Senato che avrà pochi giorni per esaminarlo prima della scadenza, il 16 luglio. La fiducia posta dal governo alla Camera sul dl Aiuti rappresenta il primo passaggio parlamentare dopo l’incontro di ieri tra Mario Draghi e Giuseppe Conte. E se a Montecitorio potrebbe alla fine verificarsi un via libera da parte dei deputati grillini alla fiducia e un’astensione sul provvedimento (che contiene anche le norme su Superbonus, inceneritore di Roma e reddito di cittadinanza) al Senato lo stesso non si potrà fare. Come si comporteranno i 5S a Palazzo Madama resta per il momento un’incognita, anche se tra le ipotesi che circolano c’è quella di non far mancare i numeri al governo, dando però un segnale magari con un tot di assenze mirate.

La maggioranza intanto traballa. Per ora lo strappo non c’è stato ma Conte ha sollecitato “risposte concrete entro luglio” consegnando al premier un documento in 9 punti che elenca le richieste grilline, per poi valutare il sostegno. Intanto, ha chiesto “discontinuità”, espresso ‘forte disagio’ e lanciato un avvertimento al Pd: “Le alleanze non sono un dato acquisito”. La Lega è in assemblea permanente e minacca barricate: “Basta favori ai 5S”.

Leggi anche:  Conte sul Reddito di cittadinanza: 'Ha tolto braccia alle mafie. Abolirlo è pericoloso'

Di Battista: “E anche oggi il M5S esce dal governo domani…Ormai succursale di pavidità e autolesionismo”


Conte: “Sbagliata logica inceneritori”

“Quando ci vedete fare le battaglie contro l’inceneritore di turno, non è solo la battaglia in sè contro l’impianto: dobbiamo contrastare la logica, che è sbagliata. È sbagliata la logica dell’incenerimento dei rifiuti”, ha detto il presidente M5s, Giuseppe Conte, intervenendo all’iniziativa ‘Verso un’Italia ecodigital’.

 

Salvini ai deputati: “Faremo ciò che serve, siamo leali e responsabili. Criminale parlare di droga libera”

“La Lega farà la Lega. Bisogna aumentare stipendi e pensioni, non votare leggi su droga libera o cittadinanza facile”. Matteo Salvini parla ai deputati durante una riunione a Montecitorio riferendosi ai dossier che arriveranno in Aula settimana prossima. “Che il Parlamento voti per la droga libera, con milioni di ragazzi a rischio e baby-gang dilaganti, sarebbe una scelta criminale”, ha aggiunto il leader tra gli applausi. “Faremo quello che serve all’Italia, siamo leali e responsabili e tutti ci ricordiamo che droga libera e cittadinanza facile agli immigrati non fanno parte degli accordi di governo”. Alla riunione sono presenti anche i ministri Giancarlo Giorgetti e Massimo Garavaglia.

Leggi anche:  Rimini, Salvini contro Lamorgese; 'Ieri sera l'ennesimo finto profugo...basta'

Calenda: “Il Papeete di Conte arriverà prima della pausa estiva”

“Un’altra similitudine tra Salvini e Conte è il fatto che sono sempre i militanti a chiedere. Loro poverini non decidono, sono richieste della base. Il Papeete di Conte, che arriverà prima della pausa estiva, sarà compiuto in nome di questi fantomatici militanti”, scrive su Twitter il leader di Azione Carlo Calenda.

Tensioni nella maggioranza e governo in affanno finiscono in un articolo sul Financial Times 

Arrivano anche sul Financial Times le tensioni interne alla maggioranza di governo, in un articolo dal titolo ‘Conte esorta Draghi a non cambiare rotta rispetto agli aiuti economici agli italiani’. Il Ft cerca di analizzare le chance di una possibile caduta del governo italiano, che viene però esclusa per il momento.

Leggi anche:  Pasquale Tridico/ 'Crescono le disuguaglianze sul lavoro. Sui salari bassi…'

 

Lega, iniziata a Montecitorio la riunione tra Salvini e i deputati

È iiniziata a Montecitorio la riunione tra Matteo Salvini e i deputati della Lega. Il segretario del Carroccio ha convocato i suoi per fare il punto in vista della fiducia al decreto Aiuti e della discussione dei provvedimenti su Ius scholae e Cannabis alla Camera.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook