Doc – Nelle tue mani è tratto da una storia vera?

Condividi articolo tramite:

Doc – Nelle tue mani 2 stagione è una storia vera?

Doc – Nelle tue mani 2 è una storia vera? La fiction di ritorno con la seconda stagione da giovedì 13 gennaio 2022 su Rai 1 è tratta da vicende accadute realmente. Tuttavia, la seconda stagione è ambientata in un futuro prossimo, quello in cui la pandemia da Covid-19 è già stata sconfitta. Ma andiamo con ordine!

All’inizio delle puntate, Doc e i suoi colleghi, come tutti i medici italiani, si trovano a che fare con l’emergenza Covid, raccontando con tanta speranza il ritorno alla normalità dopo la fine della pandemia. Prima però di guardare al futuro, immaginando cosa ci aspetta dopo la pandemia, facciamo un passo indietro nel tempo per scoprire le vicende realmente accadute nella prima stagione della fiction.

Doc – Nelle tue mani è tratto una storia vera: Andrea Fanti esiste?

Luca Argentero torna a interpretare Andrea Fanti, il protagonista. Ospite a Domenica In venerdì 22 marzo 2020 racconta che quella di Doc – Nelle tue mani èuna storia vera e incredibile. Tutte le volte che io vedo un film e leggo la scritta ‘tratto’ o ‘ispirato a una storia vera’ inevitabilmente la mia attenzione viene catturata in modo speciale.” Detto questo, occorre fare chiarezza. Andrea Fanti è un nome di fantasia. 

continua a leggere dopo la pubblicità

Chi è, quindi, il dottore a cui è successa davvero la storia raccontata in Doc – Nelle tue mani? Si chiama Pierdante Piccioni e contribuisce in modo consistente alla realizzazione di questa fiction.

Doc – Nelle tue mani storia vera libro

Nel suo libro Meno dodici Pierdante Piccioni spiega il senso intrinseco della sua professione. Ecco un estratto che ci fa capire quanto per lui l’essere dottore sia un’esperienza più sfaccettata rispetto ai colleghi. “Fare il medico, per me, significa ascoltare le persone, parlare con loro e prendermi cura di loro. E il valore aggiunto sarà l’essere stato davvero dall’altra parte della barricata, l’aver vissuto da paziente e da disabile.” Queste sono parole di Pierdante Piccioni, tratte dal libro Meno dodici che – insieme a Pronto Soccorso – è il materiale di partenza per la fiction in onda su Rai Uno dal 26 marzo 2020.

Leggi Anche |  Fiorello l'approdo in Rai con Stasera pago io e quel Furore rimasto in corpo

Luca Argentero, ospite a Domenica In nella puntata del 22 marzo 2020, ci racconta di essere rimasto colpito da quello che ha vissuto questo medico. Tutti gli adattamenti per il piccolo o il grande schermo che riportino la scritta “tratto” o “ispirato” a una storia vera hanno un certo fascino. “Così è stato fin dall’inizio da quando ho avuto la fortuna di conoscere Pierdante Piccioni e di conoscere la sua storia” racconta Luca Argentero.

Pierdante Piccioni è un medico tuttora in attività. Anzi, proprio in questo periodo di emergenza il suo apporto è più che mai fondamentale. L’attore che porta sul piccolo schermo la sua vicenda nei panni del personaggio di Andrea Fanti rivela che Pierdante Piccioni “è un primario che tra l’altro lavora tra Lodi e Codogno – insomma – zone che sono davvero la prima linea in questo momento.” 

continua a leggere dopo la pubblicità

L’uscita di Doc – Nelle tue mani su Rai Uno in prima visione assoluta, insomma, non potrebbe arrivare in un momento più indicato per tante ragioni, tra cui questa. Al netto di Doc – Nelle tue mani cosa è successo e cosa, invece, è frutto di finzione?  

Doc – Nelle tue mani cosa è successo veramente e cosa no

Doc – Nelle tue mani Luca Argentero interpreta Andrea Fanti nella fiction Credits RAI

Come in tutti gli adattamenti per la televisione, il cinema o il teatro, ci sono licenze poetiche rispetto alla realtà. La fiction Doc – Nelle tue mani è tratta da una storia vera, come riportato anche nel promo e nel pressbook ufficiale. C’è, però, una grande differenza in partenza.

Leggi Anche |  Il Paradiso delle Signore 6, Tina e Sandro si sono lasciati? 

Luca Argentero, interprete del protagonista in Doc – Nelle tue mani, racconta che Pierdante Piccioni “nella realtà ha avuto un incidente.” Il team produttivo sceglie, invece, un’altra strada per la fiction. Non conosciamo il motivo di questa differenza, ma resta il fatto che “nella nostra finzione Andrea Fanti che è il primario che interpreto io riceve un colpo di pistola in testa e perde dodici anni di memoria.”

continua a leggere dopo la pubblicità

Di quello che viene raccontato in Doc – Nelle tue mani cosa è successo veramente? La perdita di memoria con conseguenze su entrambi i piani – personale e professionale – accade davvero a Pierdante Piccioni.

Nei libri Meno dodici e Pronto Soccorso editi da Mondadori, Pierdante Piccioni racconta la sua esperienza. Luca Argentero, ospite a Domenica In, spiega l’essenza di Doc – Nelle tue mani, “la storia di un uomo che ricomincia tutto daccapo da un punto di vista personale e professionale”. 

Avendo un vuoto di dodici anni, “la sua famiglia quando si risveglia è diversa da come se la ricordava perchè ha dei bambini che nel frattempo sono diventati degli adulti, una moglie con la quale in realtà non si sa più di preciso che tipo di rapporto ci sia” racconta Luca Argentero.

Non solo, nella vita reale “i medici ogni cinque anni hanno uno step evolutivo di conoscenze tecniche e scientifiche che li fanno evolvere”. Dopo quello che gli è successo Pierdante Piccioni nella realtà e Andrea Fanti nella finzione, deve ricominciare tutto dall’inizio. Da medico di successo qual era prima della tragedia si trova a ripartire dalla condizione di semplice aiutante.

Doc – Nelle tue mani qual è il legame tra fiction e realtà? Il messaggio per Luca Argentero

continua a leggere dopo la pubblicità

Nel corso della puntata di Domenica In in cui Luca Argentero è ospite, c’è un messaggio di Pierdante Piccioni per l’attore. Questi veste i panni di Andrea Fanti, un personaggio di finzione che porta sul piccolo schermo – con qualche licenza poetica – la storia realmente accaduto al primario.

Leggi Anche |  Ginny e Georgia: quale ragazza sei? Fai il quiz e scoprilo!

Il messaggio di Pierdante Piccioni è di profonda speranza in un momento in cui tutto il mondo ne ha bisogno per affrontare l’emergenza Covid-19. “In queste zone [Lodi e Codogno, NdR] stiamo lavorando veramente molto per tornare alla normalità, ma vedrete che ce la faremo. Ne sono profondamente convinto.” sono le parole del primario Pierdante Piccioni.

Continua poi mandando “un saluto anche a Luca Argentero che nella fiction Doc – Nelle tue mani aiuta a dare uno sguardo attento al lavoro di noi sanitari. Il mio augurio sia come persona ma anche come medico è che questa serie televisiva trasmessa proprio in questi tempi molto complicati possa essere semplicemente terapeutica. Per mezzo di una delle medicine più potenti che esistano: la speranza.”

Il primo appuntamento con Doc – Nelle tue mani 2 è giovedì 13 gennaio 2022 alle 21.25 circa su Rai 1.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: