Dopo l’uscita di Draghi affidiamoci ai sindaci

Mezzogiorno, 23 luglio 2022 – 08:31

Le lettere al Corrmezz, risponde il direttore Enzo d’Errico

Caro direttore, e ora? Come faremo senza Mario Draghi, su quale interlocutore potr contare il sindaco Manfredi a livello nazionale? E quali saranno i nomi sui quali dovremo esprimere il consenso elettorale? Va bene che il premier non era espressione di un voto ma continuo a pensare che la sua permanenza sarebbe stata un bene per il Paese e per il Sud. Dario Ariemma

Caro signor Ariemma, aggiungere altre parole alle tante pronunciate in queste ore risulta davvero difficile. Siamo davanti alla peggiore classe dirigente che questo Paese abbia avuto dal secondo dopoguerra ad oggi, una combriccola di sciamannati che ha a cuore esclusivamente gli interessi di parte e spesso, addirittura, quelli privati. Gli effetti devastanti di questo gioco al massacro, naturalmente, saranno pagati dai cittadini, temo molto presto. Il Mezzogiorno, poi, rischia di tornare in soffitta a marcire: i partiti che hanno defenestrato Draghi – ossia Lega, Forza Italia e Cinque Stelle – sono certamente quelli che hanno meno a cuore le sorti del Sud, i primi due perch hanno una base elettorale concentrata soprattutto nelle regioni settentrionali e anche se qui hanno rappresentanze si tratta di insediamenti la cui natura prevalentemente clientelare; il Mo-vimento di Conte, invece, finora ha saputo fornire alla questione meridionale una sola risposta, ossia il reddito di cittadinanza, misura senza dubbio importante per contrastare l’impoverimento della popolazione ma sprovvista dei necessari controlli e di tutta quella parte che riguardava l’avviamento al lavoro. E’ chiaro che, in tali condizioni, il lavoro del sindaco sar ancora pi ricco di ostacoli e difficolt. Tuttavia possiamo contare sulla determinazione di Manfredi che, diciamo la verit, fino a oggi non stato supportato da molta fortuna, considerati i mille inconvenienti (di ogni tipo) che ha incontrato lungo i nove mesi di cammino. Essere ottimisti dinanzi allo sfascio politico e culturale che sta piegando l’Italia, quindi, un’impresa titanica. Mancano strategie di ampio respiro e il livello dei protagonisti sconfortante. Forse conviene davvero aggrapparci ai sindaci, che sono figli di un sistema elettorale capace di garantire stabilit. Spero che la loro voce conti pi di quanto abbia contato finora. Ma ho paura che anche questa sia un’illusione. Enzo d’Errico

Leggi anche:  "Una schifezza ", "Non fare il comunista". Scoppia la lite in diretta tv


23 luglio 2022 | 08:31

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook