Dopo quanto tempo fare la terza dose: quanti mesi devono passare?

Condividi articolo tramite:

Dal 1° dicembre 2021 anche chi ha più di 40 anni potrà sottoporsi alla nuova “puntura”, ma dopo quanto tempo fare la terza dose e quanti mesi devono passare dalla seconda iniezione anti-Covid? Per rispondere a questa domanda dobbiamo innanzitutto distinguere due tipi di richiamo: dose addizionale e dose booster.

Aggiuntiva e booster, la differenza: quanti mesi devono passare per la terza dose di vaccino

La terza dose è definita come “addizionale” o “aggiuntiva” per le persone molto fragili che hanno avuto una risposta solo parziale al primo ciclo di vaccino anti-Covid. Si tratta di pazienti sottoposti a trapianti di organo o con il sistema immunitario fortemente compromesso a causa di patologie o di farmaci immunosoppressori, come quelli anti-tumore. In sostanza questa nuova iniezione serve a raggiungere un buon livello di protezione.

Dopo quanto tempo fare la terza somministrazione del vaccino: ecco la differenza tra la dose aggiuntiva e quella booster, perché gli esperti hanno fissato quanti mesi devono passare a seconda della situazione di salute. Esclusivamente per i pazienti con una risposta immunitaria fortemente compromessa la terza dose, detta appunto “aggiuntiva” o “addizionale”, deve essere fatta già dopo 28 giorni dalla seconda iniezione. Le categorie sono specificate in questa circolare del Ministero della Salute (pdf).

Leggi Anche |  NINO CASTELNUOVO, COM'È MORTO?/ Lottava contro un glaucoma da quasi 50 anni

Dopo quanto tempo fare la terza dose booster: quanti mesi devono passare dalla seconda?

Situazione differente invece per la cosiddetta dose booster che serve a potenziare la risposta immunitaria di soggetti sani o con patologie che non hanno compromesso l’efficacia del vaccino. Secondo gli ultimi studi, il livello di anticorpi contro il coronavirus inizia ad abbassarsi quando sono trascorsi 180 giorni dal richiamo. L’iniezione booster è necessaria per ripristinare e mantenere nel tempo un buon livello di copertura immunitaria contro il virus.

Per questo, secondo le linee guida del Ministero della Salute e dell’Aifa, è raccomandato fare la terza dose anti-Covid dopo 6 mesi dalla seconda somministrazione (o dalla prima nel caso di Johnson & Johnson) e questo lasso di tempo vale per tutti i tipi di vaccino somministrato durante il ciclo primario: Pfizer, Moderna o AstraZeneca.

Leggi Anche |  Covid-19, i dati nei reparti di terapia intensiva regione per regione

Fino al 31 novembre 2021 possono fare la terza dose tutti gli over 60, i soggetti fragili, il personale sanitario, gli ospiti delle Rsa e tutte le persone che hanno ricevuto il monodose Johnson & Johnson, indipendentemente dall’età. Dal 1° dicembre, secondo la nuova circolare del Ministero della Salute, si aggiungeranno anche le persone dai 40 ai 59 anni, sempre dopo 180 giorni dal richiamo. Per la terza dose vengono usati solo i vaccini Pfizer o Moderna. Dopo la dose aggiuntiva e booster il green pass è prorogato e dura altri 12 mesi.

La terza dose di vaccino anti-Covid è obbligatoria o no?

Al momento non ci sono categorie che hanno l’obbligo di sottoporsi alla terza dose del vaccino anti-Covid e questo vale anche per gli operatori sanitari e gli insegnati. Il governo sta discutendo su questo punto, ma al momento non ci sono decisioni definitive.

La terza dose non è obbligatoria, ma come detto è fortemente raccomandata dopo 6 mesi dalla seconda somministrazione. Inoltre molti sanitari, i primi a essere vaccinati, in assenza di un ulteriore richiamo si vedranno scadere il green pass, che ha una durata di 12 mesi dalla conclusione del ciclo vaccinale primario.

Leggi Anche |  Lady Gaga all’anteprima milanese di “House of Gucci”: “Ho trovato un modo di volere bene a Patrizia Reggiani”

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: