Draghi: no a nuovo deficit, completare Piano di Ripresa

CRISI DI GOVERNO: LO SPECIALE

Mario Draghi alza un muro alle richieste dei partiti di fare nuovo deficit, cioè ulteriore debito chiedendo soldi in prestito ai mercati. I conti vanno meglio del previsto, spiega in Senato, e si potrà intervenire senza quello che tecnicamente si chiama scostamento di bilancio. In pratica i denari in cassa sono ritenuti sufficienti, a partire dai nuovi aiuti contro il carovita che – aggiunge Draghi – saranno corposi e devono arrivare entro i primi di agosto. (GUARDA TUTTI I VIDEO SULLA CRISI DI GOVERNO)

Nuovi sconti per le bollette

Nel menu la proroga degli sconti in bolletta, il bonus per le famiglie in difficoltà e le agevolazioni per le aziende alle prese coi prezzi dell’energia alle stelle. Non esclusi anche interventi per ridurre le tasse che pesano sui dipendenti, con un taglio al cuneo fiscale per chi ha redditi bassi.

Leggi anche:  Pecoraro Scanio: il 71% italiani apprezza gli agriturismi

Pnrr, 55 obiettivi entro dicembre

Nelle condizioni poste da Draghi per proseguire il suo lavoro a Palazzo Chigi, c’è però, soprattutto, l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa, con i 55 obiettivi da centrare entro dicembre per incassare dall’Europa altri 19 miliardi nell’ambito del Recovery Fund. Il premier ricorda il fitto calendario di riforme, leggi e decreti che bisogna approvare, in modo tempestivo, per rispettare gli impegni presi con Bruxelles.

Le riforme da approvare

Entro poche settimane bisogna dare il disco verde al riordino della concorrenza, con le novità sulle concessioni balneari e i taxi. Tempi stretti anche per la Giustizia, in modo da sveltire i processi. C’è anche il Fisco, con l’obiettivo di ridurre le tasse, da affrontare con la prossima manovra, dove si discuterà anche di salario minimo, per proteggere chi non è tutelato dai contratti nazionali, che al contempo vanno rinnovati in fretta per adeguare gli stipendi all’inflazione.

Leggi anche:  Lockdown, crollo delle nascite: diminuite mediamente del 55%, altro che baby boom

Modifiche al Reddito di Cittadinanza

Draghi parla anche di altri temi caldi, come la maggiore flessibilità sulle pensioni, il reddito di cittadinanza, che – dice – va confermato ma migliorato in modo da evitare distorsioni sul mercato del lavoro, e i bonus edilizi, sui quali annuncia modifiche per facilitarne l’utilizzo ma riducendone l’entità. 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Stretta sul Reddito di cittadinanza, si perde rifiutando anche offerte da privati

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook