Droga a domicilio nel lockdown: anche persone di Maiori tra clienti della centrale di spaccio di Salerno

Il Vescovado – Droga a domicilio nel lockdown: anche persone di Maiori tra clienti della centrale di spaccio di Salerno

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Tu sei qui:
SezioniCronacaDroga a domicilio nel lockdown: anche persone di Maiori tra clienti della centrale di spaccio di Salerno

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Droga a domicilio nel lockdown: anche persone di Maiori tra clienti della centrale di spaccio di Salerno

A capo dell’organizzazione criminale Aniello Pietrofesa. Tra i clienti del gruppo anche un infermiere e diverse donne, come una di Cava de’ Tirreni, persone di Maiori, di Nocera, di Pagani, della Valle dell’Irno

Scritto da (redazione),
mercoledì 15 settembre 2021 07:17:30

Ultimo aggiornamento mercoledì 15 settembre 2021 09:22:09

La droga veniva consegnata a casa, quasi come fosse un servizio di delivery, oppure in un luogo concordato da acquirente e venditore. E non mancavano le “offerte”, tramite sms, tipo “prendi tre, paghi due”. A mettere la parola fine alla fitta rete di spaccio sono stati i Carabinieri del comando provinciale di Salerno che all’alba di ieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari di Salerno, Francesco Guerra, a carico di 23 persone, di cui 13 in carcere e 10 ai domiciliari.

Gli arrestati, nell’ambito dell’operazione denominata “Porta a porta”, sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e connesso spaccio. Anche durante il lockdown l’attività di spaccio non si è mai interrotta. A capo dell’organizzazione criminale Aniello Pietrofesa.

Tra i clienti del gruppo anche un infermiere e diverse donne, come una di Cava de’ Tirreni, persone di Maiori, di Nocera, di Pagani, della Valle dell’Irno. Ci sono poi i professionisti, come quello che viene chiamato spesso «avvocà».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l’informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Covid, ad Amalfi tre nuovi positivi e un decesso

Covid, ad Amalfi tre nuovi positivi e un decesso

Attraverso la pubblicazione di un nuovo bollettino ufficiale, il Comune di Amalfi comunica l’odierna positività al Covid-19 di tre cittadini residenti. Tutti appartengono allo stesso nucleo familiare e sono tutti vaccinati e asintomatici. Dal comune capofila della Divina si apprende, inoltre, del decesso…

Depuratore Maiori, per WWF necessaria analisi preventiva comparata

Depuratore Maiori, per WWF necessaria analisi preventiva comparata

Anche il WWF si esprime sulla fattibilità del depuratore consortile Maiori-Minori il cui progetto è osteggiato dalle associazioni ambientaliste e da numerosi cittadini di Maiori a sostegno dell’azione del Comitato “Tuteliamo la Costiera Amalfitana” e dei gruppi di minoranza. Secondo il WWF in contesti…

Dolore a Maiori, Raffaele Taiani non ce l’ha fatta. Donati gli organi

Dolore a Maiori, Raffaele Taiani non ce l'ha fatta. Donati gli organi

Una notizia raggelante, che giunge da Pordenone, ha lasciato increduli i cittadini di Maiori. Improvvisamente è mancato Raffaele Taiani, maiorese trasferitosi in Friuli Venezia Giulia. Aveva 55 anni. E’ morto a causa di una emorragia celebrale. Aveva lasciato Maiori in giovane età e ha trascorso la sua…

Alcol e botte a Positano: giamaicano finisce al Pronto Soccorso

Alcol e botte a Positano: giamaicano finisce al Pronto Soccorso

Notte di bagordi sabato a Positano dove, dopo mezzanotte, si è consumata una colluttazione sulla spiaggia. Non meglio chiarita la dinamica nata, con ogni probabilità, da futili motivi con la complicità dell’elevato tasso alcolemico: coinvolti un uomo di 32 anni di origini giamaicane, domiciliato a Caserta,…

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook