E’ israeliano, il venditore di souvenir lo colpisce con le statuette della Torre di Pisa

Condividi articolo tramite:

Un soccorso in spiaggia (foto di repertorio)
Un soccorso in spiaggia (foto di repertorio)

Pisa, 6 settembre 2021 – Aggredito e picchiato perché israeliano. E’ successo a Pisa qualche giorno fa. Un episodio che è emerso solo ieri – proprio nel giorno in cui si ricorda la firma, 83 anni fa nella tenuta di San Rossore, delle leggi razziali – perché ripreso dall’Associazione Italia-Israele di Livorno dal sito “Noi che amiamo Israele”, che a sua volta ha ribattuto la notizia pubblicata da un quotidiano straniero. Su questo delicato caso indaga la Digos della Questura pisana.

Il giovane israeliano stava passeggiando in centro e in un negozio di souvenir, vicino a piazza Duomo, quando ha trovato una delle tante riproduzioni di Torre Pendente. Il venditore, un uomo originario del Pakistan – questa una prima ricostruzione degli agenti – gli ha chiesto da dove arrivasse. Quando il ragazzo ha risposto “Israele”, il commerciante ha cominciato a inveire contro di lui e a insultarlo. “Mi ha detto che odiava Israele e gli ebrei perché sono assassini”, è la testimonianza riportata online. “Non ho ribattuto, semplicemente ho restituito le statuine e ho detto che avrei rinunciato a comprare da lui, e mi sono voltato”. A quel punto è stato colpito con violenza. Tanto da finire al Pronto soccorso e ricevere 30 giorni di prognosi. “Per fortuna c’erano dei turisti che lo hanno fotografato… Sono arrivate la polizia e un’ambulanza e mi hanno condotto in ospedale”. Ha ecchimosi e fratture al volto.

Leggi Anche |  Ragusa, turisti cinesi chiusi a Villa Margherita? Comune replica: Falso!

“Fatto gravissimo. Ho contattato la nostra ambasciata – spiega la presidente Associazione Italia-Israele di Livorno, l’avvocato Celeste Vichi – Un ennesimo gesto di antisemitismo di matrice antisionista – afferma – L’antisionismo, che rappresenta la nuova frontiera di antisemitismo si sta diffondendo in Europa e anche nel nostro Paese anche per la presenza di antisemitismo di origine islamista come in questo caso. La nostra associazione è impegnata da mesi a promuovere l’adozione da parte dei Comuni della nuova definizione operativa di antisemitismo proposta dall’Ihra (International Holocaust Remembrance Alliance – Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto) che equipara l’antisemitismo all’antisionismo attraverso 11 indicatori esemplificativi, affinché questa definizione possa entrare nel patrimonio giuridico e culturale”. La mozione è stata consegnata alla consigliera “Maria Punzo e mi auguro che possa essere discussa quanto prima”. “Ci aspettiamo – prosegue – che vi sia convergenza di tutti gli schieramenti politici a condannare questo ignobile gesto e a sostenere la proposta. Al giovane do la nostra disponibilità a svolgere attività per la sua difesa”.

Leggi Anche |  L'ex assessore di Biella Edgardo Canuto colto da malore: Ricoverato in ospedale - Newsbiella.it

Antonia Casini – Guglielmo Vezzosi

 

 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi Anche |  Incendio boschivo ancora attivo in Val Pescara, vigili del fuoco in azione tra Lettomanoppello e Serramonacesca

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: