Ecco 5 cose che non sai su Squid Game: dai biscotti al caramello al numero reale

Condividi articolo tramite:

Squid Game è la serie tv del momento. Nell’arco di poche settimane ha fatto il giro del mondo e ha conquistato una fetta ampissima degli abbonati Netflix. È insolito che un contenuto coreano riscuota un simile successo, ma questa volta le cose sono andate diversamente. Le sfaccettature dei personaggi, la trama intrigante e le prove mortali hanno dato vita a un prodotto senza precedenti.

Ovviamente, i fan hanno iniziato ad interessarsi anche a ciò che c’è dietro le quinte di Squid Game e ad alcuni particolari della serie.

5 curiosità su Squid Game

Dopo aver terminato la visione di questa iconica serie tv, è impossibile non soffermarsi su certi elementi e non prendere in considerazione determinate scene.  Alcuni aspetti, più di altri, sono stati in grado di attirare l’attenzione degli appassionati fan di Squid Game. Ecco 5 inaspettate curiosità!

I Biscotti Dalgona

Nel secondo gioco, i concorrenti hanno a che fare con dei biscotti al caramello, con incise forme diverse. La prova consiste nel ritagliare l’immagine, senza danneggiarla e avendo a disposizione un singolo ago. Negli ultimi giorni, i social sono stati inondati da richieste di utenti desiderosi di realizzare questi particolari dolci. Si tratta dei biscotti coreani Dalgona, realizzabili con zucchero fuso e un pizzico di bicarbonato.

Leggi Anche |  Midnight Mass, dal 24 settembre l’horror su Netflix

Il numero da chiamare è reale

Nella serie, il protagonista, per partecipare al gioco, chiama un numero di telefono scritto su un biglietto da visita. Molti utenti, provando a digitare lo stesso numero sui loro cellulari, hanno scoperto che esso è realmente esistente e che appartiene a una commerciante residente in Corea del Sud. Netflix ha prontamente modificato la scena per impedire che la donna continuasse a essere disturbata giornalmente da centinaia di telefonate.

La sfida del ponte

In uno degli ultimi giochi, i concorrenti devono attraversare un ponte formato da lastre di vetro. Alcune di esse sono in grado di sostenere il peso di due persone, mentre altre si frantumano al primo tocco. Durante la scena, agli attori non fu rivelato quali fossero pronte a sorreggerli e quali no. Secondo gli autori questo ha reso molto più realistiche le reazioni degli interpreti.

Leggi Anche |  “É sempre mezzogiorno”: acciughe ripiene e fritte di Ivano Ricchebono

Le Scale di Squid Game

Una delle ambientazioni che più ha colpito gli spettatori è stata quella inerenti alle colorate scale del quartier generale. Esse si compongono di cunicoli intricati, che portano a porte inesistenti e che si snodano in rampe apparentemente senza logica. Sembra che gli autori per realizzarle abbiano preso spunto da un quadro di Maurits Cornelis Escher dal nome La relatività.

Squid Game ha rischiato di non vedere la luce

Nessuna casa di produzione aveva accettato di prendersi il rischio di realizzare un contenuto simile. Per circa 10 anni, l’ideatore ha accumulato una serie di avvilenti rifiuti. Solo Netflix ha deciso di dare un’opportunità a questa storia.

Leggi Anche |  La storia di Peter Pan rivive su Disney+ nel film Wendy

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite:
Enable referrer and click cookie to search for pro webber