Ecco come continuerà il Superbonus al 110%, quali sono i vantaggi, i requisiti richiesti e i tipi di interventi sovvenzionati 

Il Superbonus 110% è uno dei bonus per i lavori in casa più utilizzati e richiesti negli ultimi anni. Grazie a questa agevolazione c’è un risparmio del 110% per gli interventi di riqualificazione energetica e di riduzione del rischio sismico. Il vantaggio si consegue attraverso il meccanismo dello sgravio fiscale. Ma perchè tutti hanno fatto una corsa pazza a questo incentivo? Ebbene, di esso è particolarmente conveniente non solo l’aliquota ma tutto il meccanismo di funzionamento. In particolare, nel rispetto dei lavori ammessi e dei limiti di spesa, si può accedere all’ecobonus e al sismabonus al 110%.

L’agevolazione viene fruita concretamente, attraverso 3 modalità:

1) la cessione del credito a terzi, comprese le banche;

2) lo sconto in fattura, se si trova l’impresa consenziente;

3) la detrazione nella dichiarazione dei redditi.

Requisiti per accedere e le novità

Detto incentivo, fortemente abusato e che sembrava dover tramontare proprio a causa delle frodi, è stato riconfermato per tutto il 2022. A stabilirlo è stata la Legge di Bilancio 2022, che in alcuni specifici casi lo ha esteso anche oltre detta data. La misura ha subito una serie di modifiche, nel corso del tempo, da parte del decreto Rilancio. Poi, anche le leggi di Bilancio 2021 e 2022 hanno apportato delle novità. Tuttavia, i presupposti per poter usufruire del bonus sono rimasti gli stessi. Quindi, ecco come continuerà il Superbonus al 110% anche per il 2022. In particolare, deve:

Leggi anche:  Novità Reddito di Cittadinanza, si perde rifiutando anche le offerte di lavoro dai privati

garantire il miglioramento di almeno due classi energetiche. Tale adempimento va dimostrato con l’Attestato di Prestazione Energetica (APE), rilasciato da un tecnico abilitato. Se, però, per ragioni oggettive, non fosse possibile recuperare 2 classi, ne basta una, sempre certificata tramite Ape.

Ecco come continuerà il Superbonus al 110%, chi può chiederlo e tipi di interventi sovvenzionati

Veniamo, adesso, ai lavori ammessi. Essi sono:

1) il rifacimento del cappotto termico, che deve interessare più del 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio o dell’unità situata in edifici plurifamiliari. In tal caso, i materiali utilizzati devono rispettare i criteri fissati dal decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Il limite massimo di spesa varia da 50.000 euro a 30.000 euro, a seconda del tipo di struttura su cui va effettuato l’intervento;

Leggi anche:  La magistratura indaga sulle esenzioni dal vaccino per il personale scolastico: 13 mila senza green pass in Piemonte

2) interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti. Essi vanno sostituiti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione. Il tutto con efficienza almeno pari alla classe A, a pompa di calore. In definitiva, si può dire che gli interventi continueranno nello stesso modo per quanto riguarda i requisiti di accesso. Stesso dicasi per i tipi di intervento. Le differenze si giocano soprattutto sul piano delle difficoltà di cedere il credito e di trovare imprese disponibili allo sconto in fattura.

Approfondimento

Cosa succederà alle famiglie e imprese che hanno utilizzato il Superbonus al 110% adesso che sono finite le risorse stanziate

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell’autore, consultabili QUI»)

Fonte e diritti articolo

Leggi anche:  'Imprenditori e mafiosi col reddito di cittadinanza, ma senza i requisiti': denunciati in 117

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook