Ecco le banche italiane più sicure: “non te ne pentirai”

Conoscere l’elenco delle banche italiane più sicure può essere molto importante se stai aprendo un conto corrente o se stai iniziando a valutare degli investimenti. L’intermediazione delle banche è infatti fondamentale per accedere ai mercati azionari e obbligazionari, almeno per i piccoli risparmiatori.

Sapere quindi quale istituto di credito può lasciarti maggiormente tranquillo per la solidità della propria posizione economico-finanziaria rientra tra le informazioni basilari. Esistono diversi parametri tenuti sotto controllo dalla Banca Centrale Europea e dalla Banca D’Italia, che periodicamente confluiscono nei report delle riviste specializzate. In quest’articolo faremo un breve sommario sulle banche italiane più sicure.

Cosa si intende per Banca Sicura?

Una banca sicura è una banca solida e tale solidità è data da una serie di parametri che facciano ritenere minimo il rischio di problemi legati alle coperture finanziarie e ai rischi legati alle posizioni di credito aperte. Per la corretta valutazione di questi fattori l’indicatore maggiormente noto è il Cet1 Ratio. Questo è l’acronimo di Common Equity Tier1 Ratio e rappresenta il rapporto tra capitale ordinario versato dalla banca (CET1) e le sue attività ponderate al rischio, ossia quelle che presentano rischi impliciti.

Leggi anche:  Sandition 2 rinnovata e salvata dalla cancellazione grazie al pubblico?

Il Common Equity Tier 1 invece è il patrimonio centrale di un istituto bancario, costituito dal capitale versato, dalle riserve, dagli utili non distribuiti, dalle azioni ordinarie e privilegiate possedute. Scendendo in una pratica maggiormente comprensibile, il calcolo definisce il capitale a disposizione della banca per coprire perdite improvvise senza toccare i depositi dei clienti.

Il Cet1 Ratio è uno dei pilastri fondamentali di valutazione delle banche da parte della BCE, e nonostante i suoi parametri siano abbastanza stretti, quasi tutte le banche superano la soglia di garanzia. A questo è stato aggiunto un altro indicatore, il Pillar 2 Requirement, P2R. Una ulteriore componente del patrimonio delle banche da aggiungere nei report per rassicurare sulla propria stabilità. Semplificando molto, si tratta di una ulteriore quota di denaro del patrimonio oltre quelle ritenute strettamente necessario. Su questo P2R arriva un vero e proprio voto della BCE che giudica tanto meno vulnerabile la banca quanto più bassa è la percentuale di P2R richiesta ad essa.

Leggi anche:  StartUp 4 stagione, cosa sappiamo

Le banche italiane più sicure: quali sono

I dati a nostra disposizione per parlare delle banche italiane più sicure sono ancora quelli risalenti al 2021. Ovviamente quelli dell’anno in corso saranno disponibili invece nel 2023. Allo stato attuale la banca italiana più sicura appare essere Credem, il Credito Emiliano, cui la BCE richiede un P2R solo dell’1%. In effetti si tratta, dal punto di vista di questo parametro, la banca più sicura d’Europa davanti anche ad istituti spagnoli e tedeschi.

Seguendo l’ordine del P2R le successive risultano essere Unicredit e Intesa, al 25esimo e 26esimo in Europa, con P2R rispettivamente dell’1,75% e dell’1,79%. Le altre banche si situano tutte sopra il 2%: meno sicure, quindi, Monte dei Paschi di Siena (2.75) e Credito Cooperativo (2.5). Tra le peggiori banca Carige 3.25%) che come molti sanno attraversa un periodo di enorme crisi e viaggia verso la fusione con Bper.

Cambia leggermente la classifica se ci si affida invece soltanto al parametro del Cet1 Ratio. In questo caso la più solida sarebbe MedioBanca (16.3%), seguita da Intesa Sanpaolo (14.3%), BPM (13,32%), mentre molto peggiore è la valutazione di Banca Unicredit (9.22%).

Leggi anche:  Fear The Walking Dead 6 Stagione: Uscita e Cast!


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook